.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 259 ospiti collegati
.: Discussione: Pd: "Chiesa Cattolica fondamentalista" su Legge 194

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gianluca Boari

:Info Messaggio:
Punteggio: 4
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gianluca Boari il 7 Mar 2008 - 15:16
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Partito Democratico: “Chiesa Cattolica fondamentalista” su Legge 194
 
La decisione del Partito Democratico di Prodi e Veltroni, nato dall’unione di Ds e Margherita, di imbarcare i Radicali e Di Pietro  ci  era sembrata unicamente dettata dal tentativo di acquisire un maggior numero di consensi, tale da perdere le elezioni con uno scarto più ridotto nei confronti del Popolo della Libertà.
Non volevamo  credere a coloro che di questa scelta danno un’interpretazione più profonda, legata ai principi che il PD si vuole dare. Tuttavia da ieri  dobbiamo ricrederci, ritenendo che la  " cultura "  radicale  abbia pervaso lo spirito del Partito Democratico , diventandone parte integrante. Giovedì 6 marzo in Consiglio di Zona 3, in occasione della votazione di una mozione sulla Legge 194 (in allegato) presentata dalla consigliera radicale, il Partito Democratico si è  reso protagonista di un assurdo attacco nei confronti della Chiesa Cattolica,  approvando un documento nel quale la si definisce “prigioniera di una grave forma di bulimia fondamentalista”.  

Per un giorno, preferiamo non entrare nel merito della legge 194 (che peraltro merita un'analisi e un'attenzione ben superiori a quelle che un Consiglio di Zona può offrire) e ci soffermiamo su un problema a monte: il diritto della Chiesa di essere rispettata nelle proprie opinioni, senza essere fatta oggetto di ingiurie o scherno. Riteniamo sia  grave che un  partito che vorrebbe governare il Paese offenda il comune sentire di gran parte degli italiani ed utilizzi toni che possono far pensare ad una Chiesa non più libera di esprimere i propri principi.

La consigliera Rossin, capogruppo del PD, è addirittura arrivata  ad affermare che l'obiezione di coscienza dei medici in merito alla pratica dell'aborto non dovrebbe essere consentita. 

La mozione è stata fortunatamente respinta grazie ai voti dei consiglieri del Popolo della Libertà. Hanno invece votato a favore: PD (Andreoli, Farina, Casati, Casadei, Rossin, Scarinzi), Lista Ferrante (Tedesco, Monzio), Radicali (Celauro). 
 
Gianluca Boari
Francesco Bosi

Consiglieri di Zona 3
Gruppo Forza Italia - Popolo della Libertà

Allegato Descrizione Punteggio
Mozione legge 194.pdf
50.83 KB
0
Vota l'allegato