.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 108 ospiti collegati

.: Eventi

« Aprile 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Angelo Valdameri
Venerdì, 11 Gennaio, 2008 - 09:50

Discarica in via Andrea Ponti 3, dietro l'edificio comunale

Allego l'interrogazione presentata ieri sera in Consiglio di Zona 6 sulla discarica di via Andrea Ponti 3, vicino alla confluenza dell'olona e del Naviglio Grande.

Allegato Descrizione
ponti3discaricaabusiva.doc
27.5 KB
malaga 005.jpg
1.03 MB

La discarica è stata copmpletamente asportata dall'Amsa in questi giorni.A.Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 07/03/2008 09:20

Ha notizie circa il destino dell'immobile di Via A Ponti 3? L'immmobile fatiscente.

E' ancora di proprietà comunale? Sono previsti interventi di recupero?

E' stato venduto ad una banca? Significa che possiamo scordarci di interventi di recupero a breve termine?

Se fosse così gentile da potersi interessare e fornire qualche informazione le sarei molto grato.

La ringrazio anticipatamente,

Paolo

Commento di Paolo Biglieri inserito Gio, 31/07/2008 17:24

E' ancora comunale e non mi risulta sia stato ceduto. Non è nemmeno ricompreso tra i 76 immobili che il Comune ha deciso di vendere. Vedo di informarmi. Saluti,Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 01/08/2008 08:14

L'immobile è in condizioni precarie ed il vicino olona lo rende un residence esclusivo per topi ed animali di ogni genere.

Ogni infromazione che avesse a riguardo sarebbe molto utile per capire verso chi fare pressioni per "bonificare" un palazzo in piena zona navigli regno di ospiti indesiderati.

Cordilamente,
Paolo Biglieri

Commento di Paolo Biglieri inserito Lun, 04/08/2008 09:29

Gent.mo sig.Biglieri, se le fossse possibile la inviterei a fare una circostanziata segnalazione dello stato dell'immobile alla ASL e al Consiglio di Zona 6 con invito ad intervenire.Saluti,A.Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Lun, 04/08/2008 13:53
Chiamerò all'ASL per segnalare che nell'immobile fatiscente ci sono i topi.

Nel frattempo se riuscisse a scoprire i progetti relativi allo stesso le sarei molto grato. Sapere che sono previsti interventi di recupero mi conforterebbe.

In caso contrario apprezzerei suggerimenti da parte sua sulle strade da percorrere per cercare di far ristrutturare un immobile diroccato situato in una via residenziale, a poca distanza da una scuola elementare.

Cordialmente,

Paolo Biglieri

Commento di Paolo Biglieri inserito Lun, 04/08/2008 17:14

Gent.mo sig.Biglieri chi ha in mano la pratica di via Ponti 3 è l'arch.Venosta 02.88466374. Ho cercato più volte di mettermi in contatto senza risultato.Sono arrivato dall'ing.Giacomini del Comune che si è interessato a ricercare il responsabile del procediomento.Provi anche Lei.Saluti,A.Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 05/09/2008 14:55

La ringrazio per l'utilissima segnalazione. A beneficio di tutti coloro che potessero essere interessanti faccio il punto di ciò che sono venuto a conoscenza dopo un po' di telefonate a diversi "attori":

- il comune di milano ha venduto a fine aprile (primi di maggio) l'intero stabile sito in via Andrea Ponti 3
- le principali ragioni di questa vendita vanno ricercate nel fallimento che aveva subito l'impresa che stava, 2 anni fa, restrutturando l'immobile ed all'impossibilità (volontà?) del comune di uscire da questa situazione stazionaria
- lo stabile è stato venduto al fondo immobiliare facente parte al gruppo BNL - BNP Paribas. Chi desiderasse avere maggiori informazione, questo è il numero verde del fondo BNL (02-45412411).
- di fatto BNL ad oggi non ha ancora deciso cosa fare dello stabile (il comune non ha imposto alcun vincolo di tempo) e quindi non si sa se e quando l'immobile verrà recuperato

E' auspicabile che un fondo immmobiliare, nel suo interesse privato e nell'interesse pubblico di recupero di uno stabile degradato (quest'interesse doveva essere a mio avviso anche una priorità del comune), possa procedere in tempi brevi:
- o alla vendita ad un costruttore per la sua restrutturazione
- o al diretto recupero dello stabile e alla successiva vendita

In entrambe le situazioni ci auspichiamo tempi brevi, ma aimè il fondo è un'organismo privato ed autonomo quindi avrà completa autonomia decisionale. Ripeto il comune ha ceduto semplicemente la patata bollente, senza imporre nella vendità tempi di recupero.

Saluti,

Paolo

Commento di Paolo Biglieri inserito Ven, 12/09/2008 11:13

Grazie sig.Biglieri per le preziose notizie.Stamane mi ha chiamato una sig.ra del n°5 che voleva info.Le ho comunicato quanto da Lei detto. Cordiali saluti,A.Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 12/09/2008 11:19

Sono passati altri 5 mesi e informo i lettori sugli sviluppi dell'edificio di via A ponti 3
Le impalcature dell'edificio fatiscente sono state sostituite (nella parte anteriore) la settimana scorsa.

Purtroppo ciò non significa che l'edificio sarà ristrutturato. In pratica, mentre il comune in un certo senso era meno sensibile al fatto di possibili danni arrecati ai passati dalla struttura fatiscente, il fondo immobiliare privato (BNL) è un po' più attento.

Diciamo che per non rischiare (anche reati penali) ha deciso di mettere in sicurezza la parte anteriore dell'edificio quella a contatto coi passanti, con un nuovo ponteggio.

A conferma di una NON decisione riguardo al destino dell'edificio, c'è la facciata posteriore ancora fatiscente e con un ponteggio marcio che potrebbe crollare ad ogni istante (ma fortunatamente non è una zona dove dovrebbero starci persone, anche se facilmente accessibile.

Quindi nulla di fatto, l'immobile dopo 9 anni rimane ancora fatiscente senza un progetto concreto di recupero.

Che fare?

Saluti,
Paolo Biglieri

Commento di Paolo Biglieri inserito Gio, 05/03/2009 18:12

Gent.le sig.Biglieri, purtroppo l'immobile è privato e il Comune poco può fare. Si può però segnalare la pericolosità del ponteggio alla ASL e se del caso ai pompieri. Inoltre potrebbe inviare una lettera la Fondo BNL segnalando quanto lamenta. Come Consiglio di Zona 6 segnalerò la questione alla prossima commissione casa. Saluti,Angelo Valdameri

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 06/03/2009 11:23

Presentata ieri sera l'interrogazione sull'edificio di via Andrea Ponti 3. Angelo Valdameri

INTERROGAZIONE URGENTE
Ponteggio pericolante via Andrea Ponti n°3
 
Premesso che:
 
-         In via Andrea Ponti al n°3 c’è un edificio che il Comune di Milano ha recentemente venduto al Fondo Immobiliare della B.N.L..
 
Posto che:
 
-         detto edificio è in condizioni di degrado e i lavori che doveva eseguire il Comune non sono mai stati iniziati.
-         manca un cartello con i riferimenti dei lavori da eseguire.
 
Constatato che:
 
-         sul fronte strada il ponteggio precedente – pericoloso perché cadente – è stato da poco sostituito e invece non risulta essere stato messo in sicurezza quello sulla facciata interna.
 
Appurato che:
 
-         il ponteggio sulla parte interna è ammalo rato in più punti e pericoloso per chi si trovasse a passare nei pressi visto che il cantiere non è recintato.
 
SI CHIEDE
 
AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI ZONA 6
 
di attivarsi  presso i competenti settori del Comune di Milano affinchè:
 
-         sia si intervenga presso la proprietà per mettere in sicurezza il ponteggio sul retro della casa.
-         Vengano attuate tutte le misure di sicurezza;
-         Sia apposto un cartello con la descrizione dei lavori da eseguire.
 
Milano 12 marzo 2009
 
Angelo Valdameri Lista Uniti con Dario Fo
 
 

Commento di Angelo Valdameri inserito Ven, 13/03/2009 09:10
Sono passati circa 3 mesi, ma la situazione NON CAMBIA.

Segnalo un forte pericolo per lo stato di abbandono dell'edificio.

Sul retro sono presenti piante di 20 metri cresciute all'interno dell'impalcatura, che ne minacciano la tenuta.

Il tetto dell'edificio (fatto da lastre di materiale plastico) è in molti punti staccato e basta una folata di vento perchè si possano abbattere sui passanti interi pezzi (a 100m c'è una scuola elementare)

Una gru abbandonata ed alta 30 metri (sempre sul retro) invasa da arbusti e piente oscilla pericolosamente nelle giornate di forte vento.

Il consiglio di quartiere dopo 3 mesi dalla sua segnalazione non si è mosso.

Penso che ci troviamo di fronte ad una classica situazione tutta italiana, dove si andranno a cercare responsabilità (senza trovarle) solo quando succederà qualcosa di grave.

Sconsolatamente la saluto,

Paolo

Ps. Evidentemente a lei un ringraziamento per essersi perlomento interessato alla vicenda.

Commento di Utente non registrato inserito Mer, 24/06/2009 13:40

Genti. mo sig Biglieri, Le riporto la risposta della Polizia Municipale del 6.4.09 a firma dr Catalano, commissario capo (0277275072) a cui può rivolgersi x uletriore segnalazione.Saluti,A.Valdameri

La Polizia Municipale si è mossa quasi subito , dopo l'interrogazione, con un sopralluogo ad Aprile. Hanno rilevato:kla proprietà dello stabile è del Fondo BNL; Il 21/10/2008 la BNl ha chiesto di sostituire il ponteggio ammalorato. Il 13/1/09 lo Sportello Unico Edilizia ripsondeva che la domanda presentata per la concessione x 5 mesi copriva il periodo 30-4/26-9/2008. Andava quindi presentata con urgenza nuova domanda. Il 19/1/09 BNL presentava nuova domanda x il periodo 30-4-08 30-6-09. E' in corso inoltre un progetto di fattibilità. In data 9.3.09 L'Amministrazione Comunale dava comunicazione dell'accoglimento della richiesta citata. Dai sopralluoghi è emerso inoltre che il ponteggio esterno è in sicurezza, non è presente la tabella lavori, il ponteggio interno si trova su un'area privata e recintata. Della situzione è stata edotta la ASL competente per territorio. per le verifiche di competenza.

Commento di Angelo Valdameri inserito Mer, 24/06/2009 15:26