.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 48 ospiti collegati
.: Discussione: Comitato Soderini: comunicato stampa

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gianfranco De Gaetani

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gianfranco De Gaetani il 14 Dic 2007 - 02:24
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Premettendo che anche io sono perplesso, non tanto per il progetto, ma per la collocazione, vorrei però sollevare una questione "spinosa" difficile da controllare e da attuare.

Lei dice BENISSIMO quando dice che sulla progettazione ci deve essere la collaborazione dei cittadini e questo, penso in buona fede, lo pensano sia a sinistra, sia a destra. Qual è allora il problema? Perché non lo si fa, o lo si fa fino ad un certo punto?
Io penso di saperlo; il cittadino che si propone è sempre il "solito" comitato contro tutto che non collabora e non rappresenta tutti! E non ci dimentichiamao che quando si va a votare, ci si mette nelle mani di alcune persone (voi) che siete pagati per svolgere un lavoro secondo dei progetti presentanti (anche se poi la gente vota più il partito che i progetti!), con proporzioni che dovrebbero, invece, rappresentare un po' tutti (DOVREBBERO).

Se si chiede di collaborare col CITTADINO, con chi si chiede collaborazione: con un comitato che non rappresenta TUTTA la gente o con TUTTA la gente? Mi spiego meglio con esempi:
Caso ex Link-Belt. Il comune, con chi deve/doveva collaborare: con il comitato in quanto tale ( e contrario) o anche con chi era a favore?
Il comitato, alla fine, pensa/pensava solo ai LORO obiettivi, tanto che del traffico che fanno loro sulla Lorenteggio, e di risolverlo, non glien'è mai importato, tanto che hanno rifiutato qualsiasi proposta che andava bene sia a noi abitanti di Lorenteggio/Inganni, sia loro (perché l'apertura della via, porta vantaggi anche a loro).. e nella stessa via Val Bavona, ci sono a favore (c'erano, dopo il nuovo progetto, ma qui parlo di viabilità). Ascoltare solo loro, era collaborazione? Non viviamo anche noi in zona?
Allora: CHI rappresenta il cittadino?
Spesso e volentieri,  questi "comitati" sono sempre contro tutto: contro Citylife, contro P.ta Nuova, contro PII Bisceglie, contro PII Adriano, persino contro il Cerba, un centro di ricerca sul cancro! ma non rappresentano il quartiere; a Citylife conosco molta gente favorevole, e ci sono 2 comitati, di cui uno che realmente ha a cuore la zona, l'altro è contro a priori! P.ta Nuova, poi, anche nel forum di ViviMilano, noto per essere contro quasi tutto e contro la Moratti, erano rari quelli contro al progetto e ad Isola, anche qui, conosco MOLTI a favore.. Sul PII Bisceglie e area ex Link gioco in casa, in quanto abito in zona, e ho il polso: sono TANTISSIMI i favorevoli... chi bisogna ascoltare allora?
Chi è a favore, bisogna capirlo, non va in piazza a manifestarlo, è sempre chi è contro che si fa sentire... ma non per questo vanno ignorati!

Ci sono state delle votazioni apposta, come dicevo prima; io penso che chi governa dovrebbe mantenere gli impegni presi e questi, vanno progettati con i cittadini... ma con tutti: la parte favorevole e quella contraria, non solo una parte!

Perché il Bosco di Gioia, finché non c'era il progetto della Regione, non se lo filava nessuno?! Quando ci passavo, ignorante io, nemmeno sapevo si chiamasse così e la storia che c'era dietro, perché più che degrado, drogati e ubriachi non vedevo! E non vedevo l'ora che facessero qualcosa! Mi ricordo ancora che dicevo: "Ma come fanno in una zona così a lasciare un buco così... di certo, non sembrava un parco... E come me, altri che sentivo indignati passare di là (come per la stecca! c'è mai passato? io una volta per fotografare la torre FS e ci stavo rimettendo le penne)..

Sul resto concordo con Lei, non si può non concordare...
Bisognerebbe che ogni progetto passasse prima dai cittadini, favorevoli e non, che valutassero e si mettessero d'accordo (utopia, secondo me) e poi approvarlo. Ma Lei sa quanto tempo ci vorrebbe perché venisse approvato? Ecco che la città e lo sviluppo si arresterebbero e con chi se la prenderebbe il cittadino? Ma sempre con Voi, alla fine!
Perché, nel bene o nel male, chi governa è sempre criticato, non va mai bene niente... e il perché è facile da capire: non si sarà mai tutti d'accordo... nemmeno sui punti saldi di inquinamento, verde, traffico... Quanti di coloro che si lamentano del traffico che porterebbe il nuovo centro vodafone è disposto per primo a rinunciare all'auto e quindi a far lui stesso traffico da altri? E siamo punto a capo... finché sono gli altri a dover rinunciare, tutto va bene, quando siamo noi....

Buona giornata!
In risposta al messaggio di Angelo Valdameri inserito il 13 Dic 2007 - 15:04
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]