.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 45 ospiti collegati
.: Discussione: I contenuti dell'evento

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gianfranco De Gaetani

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gianfranco De Gaetani il 8 Gen 2008 - 12:53
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Premettendo che sono d'accordo con una partecipazione dei cittadini nei dibattiti sui problemi e pianificazioni (e ci mancherebbe!), secondo me, non si può generalizzare la cosa e ora cercherò di spiegarmi.

- Ci sono certi problemi in cui l'amministrazione dovrebbe ascoltare i cittadini e intervenire IMMEDIATAMENTE.
Sono problemi REALI (non che altri non lo siano, ma si capirà più avanti il senso), in cui non esistono pro e contro, non esiste "dibattito", ma bisogna intervenire punto e basta!
Esempi del genere possono essere pali spezzati (qui da me ce n'era uno che è stato segnalato da tempo, ma sono passati anni prima che l'hanno chiuso! ed era pericolosissimo!!!), problemi di delinquenza, imbrattamento, di mezzi pubblici (vedi 50 ad esempio), di semafori e via dicendo.. ovvero quei problemi che sono sotto gli occhi di tutti....

- Ci sono problemi, invece, che il singolo o anche più cittadini, non possono da soli rappresentare l'intero quartiere, o meglio: possono segnalare il problema, ma poi questo va discusso con tutte le parti.
Esempi del genere possono riguardare il cambio di sensi unici, l'apertura di nuove strade ecc..
Infatti, nell'esperienza personale, noto che ognuno vuole solo tirare al meglio per sé, fregandosene (+/- ma è così) degli altri.
In questo caso, se l'amministrazione ascoltasse solo questi, scontenterebbe tutti gli altri...
Sempre di questo tipo, ci sono le grandi riqualificazioni. Basta guardare i vari sondaggi, i vari forums, o ascoltare i vari discorsi in piazza, nei bar per capire, come è normale nella vita, che la città è QUASI sempre spaccata in 2; uno la vuole così, l'altro diverso... Non si potrà MAI accontentare tutti, ma l'amministrazione può cercare quantomeno di accontentare tutti quei punti in comune che, ben spesso, ci sono anche in visioni opposte (pensiamo a "grattacielo sì, grattacielo no"; la città è spaccata in 2, ad esempio un recente sondaggio di Repubblica dava i favorevoli di poco vittoriosi, ma TUTTI sono favorevoli a più verde, meno inquinamento, meno traffico, più servizi e via dicendo).
C'è poi da guardare la faccia del propietario dell'area che non deve speculare, ma tutti noi facciamo un lavoro e non penso che ci piacerebbe che altri ci venissero a dire cosa fare, anche se, in questo caso, è qualcosa che impatta su tutti, ma si legga bene: non ho detto che facciano quello che vogliano, ma semplicemente chi ha dei diritti. TUTTI, io per primo, in una vasta area, vorrebbe avere un bel parco e basta, ma vi pare giusto che un proprietario dovrebbe farci un parco? Voi lavorereste gratis? E perché dovrebbero farlo altri? Quindi, su questo punto, sì al dibattito col cittadino, ma con TUTTI; favorevoli e contrari, cosa che in molti casi, non sta avvenendo (daltronde protestano solo i contrari, i favorevoli sono silenziosi, quando sarà l'inverso, protesteranno gli altri!).

Vabbé: avrei altro da dire, ma devo andare avanti col mio lavoro.
Spero vivamente che si possa presto collaborare con l'amministrazione, ma spero anche che questa collaborazione porti uno sviluppo della città e non il completo immobilismo e che si ricordi i diritti di TUTTI e non solo quelli di sé stesso, facendo partecipare anche chi non è d'accordo con la propria idea, perché è sempre con un confronto che vengono fuori le cose migliori... mentre quando non c'è, vengono le peggiori (si veda l'area ex Link-Belt dove se prima il quartiere era spaccato in 2, ora sono tutti contrari, ed è un po' il colmo che siano stati scontentati tutti...)

Buona giornata e scusate l'assenza, ma ho avuto problemi personali..
In risposta al messaggio di Pierfilippo Pozzi inserito il 6 Dic 2007 - 12:40
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]