.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 60 ospiti collegati
.: Discussione: Sicurezza stradale e le non risposte del Presidente Zanichelli

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alessandro Rizzo

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alessandro Rizzo il 24 Ott 2007 - 14:27
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Esiste una mozione a proposito della viabilità in Piazzale Ferrara redatta e presentata dal sottoscritto, fatta propria dal consiglio stesso tant'è che è stata oggetto di discussione di una commissione territorio e viabilità con la presenza della vigilanza urbana per definire un progetto risolutivo della pericolosità degli incroci, dove diverse, dico diverse, vittime, spesso anziane sono morte per investimento da parte del flusso veicolare ad alta velocità percorrente Via Polesine. La commissione ha redatto una relazione a riguardo, sottoposta al settore centrale traffico e viabilità, su cui si invita a prendere disposizioni non solo riguardanti l'apposizione di deterrenti alla velocità, esempio castellane, ma anche strumenti che possano rendere più sicuro l'attraversamento pedonale, e modifiche del senso di marcia che investe Via Polesine e che trova un'elevata concentrazione di flusso veicolare proveniente dall'esterno della città e da Piazzale Corvetto. Credo che sia opportuno informarla di quanto già discusso in consiglio, affinchè dall'informazione possa evincere che sul tema il Consiglio di Zona non è stato inoperante, ma ha rilevato un percorso atto a rendere non solo conoscenti i settori centrali del comune, ma anche a garantire proposte risolutive e positive che possano risolvere questo pericolo reiterato per l'incolumità dei passanti. Va da sè, poi, il fatto che esiste un progetto di riqualificazione urbana complessiva della Piazza e delle vie limitrofe, inerente ai Contratti di Quartiere, che prevede già delle modifiche viabilistiche della zona interessata.
Segue per onore di cronaca istituzionale il testo della mozione di cui sopra accennavo, oggetto di un punto unico all'ordine del giorno della stessa riunione di commissione territorio, tenuta prima della pausa estiva in consiglio. Quindi, ripeto, nessuna inoperatività del consiglio a riguardo ma, bensì, forte interessamento a riguardo. Il problema che rimane aperto riguarda i tempi di attuazione della proposta e del progetto di intervento. Il problema, però, non dipende dal consiglio di zona, che ha attivato un percorso di discussione a riguardo, serio e completo, ma, bensì, dal settore competente. Noi abbiamo sollecitato maggiore sorveglianza da parte della vigilanza urbana affinchè si prevengano gravi infrazioni del codice stradale, cause di incidenti e di investimenti dalle conseguenze tragiche. Se i consigli di zona avessero competenze primarie e decisionali vincolanti in merito alla programmazione e al governo del territorio circoscrizionale forse la questione sarebbe stata già risolta: il decentramento è il problema principale, ma questo apre altri capitoli di discussione che non ineriscono precipuamente questa discussione, che verte su un problema di non indifferente portata.

Sarà mio compito fornirle la relazione di commissione consiliare della zona, territorio e trasporti, dove si è discusso con la vigilanza urbana della questione, cercando soluzioni adeguate e conformi al territorio utili a prevenire tale elevata concentrazione di sinistri e di incidentalità. Come lei saprà ogni relazione, approvata e quindi deliberata, è depositata come atto ufficiale e pubblico presso il Consiglio di Zona, nell'ambito amministrativo del settore di zona, quindi in Via Oglio 18. In questa relazione si troveranno proposte positive che hanno saputo dare delle risposte propositive alla questione, inoltrate al settore centrale competente, urbanistica e viabilità, e all'assessorato rispettivo, con la collaborazione del comando della vigilanza urbana di zona. Il progetto di riqulificazione urbana previsto dai Contratti di Quartiere, che interessa la zona stessa di Piazzale Ferrara e vie limitrofe, può essere reperito presso il Laboratorio di Quartiere di Via Mompiani 5, ma può anche essere richiesto all'ufficio tecnico del Comune o del Consiglio di Zona 4, sempre sito in Via Oglio 18, presso il Centro Civico. Provvederò, anche per questa parte, fornire copia del progetto, riportato anche come premessa nella mozione che ho presentato in consiglio, sottoscritta e condivisa dallo stesso organo consiliare con una previa discussione del testo in commissione.

A disposizione per eventuali sue richieste di informazione

Spero di essere stato esaustivo per una giusta comunicazione istituzionale.

Un cordiale saluto

Alessandro Rizzo
Capogruppo Lista Uniti con Dario Fo per Milano
Consiglio di Zona 4 Milano


MOZIONE URGENTE

Oggetto: misure urgenti di prevenzione sinistri in zona Piazzale Ferrara e maggiore presenza polizia municipale
Visto
l’aumento di incidenti stradali di cui vittime sono pedoni classificati dal Codice della Strada come “utenti deboli”, ultime nel tempo due signore anziane nei pressi di Piazzale Ferrara, che pone un grave problema sul tema della sicurezza stradale e in merito al miglioramento delle condizioni di viabilità e di mobilità nella nostra città, in particolare la nostra zona
Considerata di fatto
la causa dell’aumento dei sinistri dovuta alla particolare struttura sociale e urbanistica del quartiere, dove esiste una presenza assidua di transito di automobili private e dove la velocità non è sottoposta a un controllo atto a penalizzare le infrazioni del codice della strada
Preso atto
della presentazione in Consiglio Comunale di un decalogo, tramite un testo di proposta di deliberazione, da parte dei consiglieri Baruffi e Corritore in materia di provvedimenti e disposizioni urbanistiche e viabilistiche atte a implementare un progetto organico e diffuso sulla sicurezza stradale degli utenti deboli, pedoni, anziani, bambini, ciclisti, disabili, in piena sintonia con direttive e raccomandazioni comunitarie
Considerato anche

il vincolo di destinazione di una parte delle entrate derivanti dalle sanzioni pecuniarie amministrative dovute a infrazioni e violazioni del Codice della Strada, determinato tramite delibera consiliare
Constatato
il progetto di riqualificazione della viabilità e dell’arredo urbano nell’ambito dei Contratti di Quartiere, quali, per esempio, le misure che prevedono per Via Polesine in particolare la canalizzazione del traffico e la riduzione della velocità di scorrimento
PQM
si chiede
-         nell’immediato una maggiore disposizione presso la zona interessata di Piazzale Ferrara di dipendenti della Polizia Municipale, per una più puntuale attività di controllo e di sanzione;
-     un’accelerazione dei suddetti progetti di intervento su via Polesine;
-         al settore centrale viabilità di voler predisporre ulteriori misure strutturali, atte a rimuovere una situazione permanente da tempo di forte pericolo per i pedoni, nonché una possibilità di intervento diretto per perseguire le gravi violazioni commesse in materia di codice della strada.
In risposta al messaggio di Maria Rosa Mastrosimone inserito il 19 Ott 2007 - 22:01
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]