.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 37 ospiti collegati
.: Discussione: Case, edilizia, gestione del patrimonio comunale ecc.

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 7 Lug 2009 - 09:41
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dal sito Web del Comune di Milano:

Delibera di Giunta

Edilizia popolare. Un milione per le emergenze


Lo stanziamento deciso dall'Amministrazione è destinato a risolvere i problemi urgenti che potrebbero sorgere nelle case Erp

Milano, 3 luglio 2009 – Stanziato un milione di euro dalla Giunta per far fronte alle emergenze “a guasto”, cioè le situazioni nelle quali siano sorti problemi che devono essere risolti con la massima urgenza nelle  case popolari.  Per esempio ascensori bloccati, infiltrazioni dai tetti, perdite alle condutture idrauliche, cattivo funzionamento degli impianti elettrici, ai citofoni o delle caldaie.

Il budget è stato suddiviso per ciascun gestore Global Service in maniera correlata alla consistenza del patrimonio gestito e, quindi, alle necessità manutentive e per poter intervenire con la massima tempestività.
L’Amministrazione riserverà un impegno particolare all’attività di controllo: il monitoraggio sarà di tipo preventivo su tutti gli interventi da realizzare, ma riguarderà anche i lavori eseguiti e la relativa contabilizzazione.

“Vogliamo lanciare un segnale ai cittadini – ha spiegato l’assessore alla Casa Gianni Verga – stanziando questo budget nel periodo estivo, nel momento, quindi, in cui Milano inizia a svuotarsi e spesso chi resta in città si sente abbandonato. L’Amministrazione, in questo modo, dimostra di essere sempre presente per fare fronte alle emergenze nelle case popolari”.

“Gli interventi di cui ci occuperemo – spiega l’assessore Verga – con la delibera approvata oggi si collocano comunque nel quadro generale dei fondi già previsti nel 2008 e confermati nel 2009 per un totale di circa 16 milioni di euro. Da un lato si tratta del recupero dei singoli alloggi lasciati liberi in base al normale turn-over degli inquilini, che viene affrontato con il sistema degli appalti aperti previsti nel Piano delle Opere Pubbliche e seguiti dall’Area Tecnica del Comune. Dall’altro ci sono interventi più complessi: accorpare gli alloggi ‘sottosoglia’ (inferiori a 35 mq) – come è in corso a Quarto Oggiaro – risanare interi edifici, come il quartiere di via Feltrinelli, fino al punto di demolirli e ricostruirli, come per le Torri di via Tofano. In casi del genere si devono avere a disposizione alloggi vuoti per sistemare provvisoriamente gli inquilini, attivando piani di mobilità che, nel caso di via Feltrinelli e via Tofano, interessano circa 300 nuclei familiari”.

Parallelamente continua l’impegno dell’Amministrazione per la bonifica da amianto.

“Abbiamo finanziato la riqualificazione complessiva dello stabile di via Feltrinelli. Oltre agli interventi su complessi edilizi specifici, nel biennio 2007-2008 abbiamo stanziato 9milioni di euro circa per la bonifica dell’amianto ancora presente in alcuni edifici di proprietà del Comune. Si tratta di interventi di priorità assoluta – ha aggiunto Verga - che spesso vengono realizzati contestualmente ad altri lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria”.

In risposta al messaggio di Andrea Bonessa inserito il 22 Dic 2005 - 20:23
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]