.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 72 ospiti collegati
.: Discussione: Scuole in zona 4

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Massimo Casiraghi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Massimo Casiraghi il 4 Ott 2007 - 14:54
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Gent.ma sig.ra Bassano,

a volte può capitare che si veda il proprio punto di vista come assoluto, e si rischi quindi di perdere la complessità di un sistema.
Per questo comprendo la Sua indignazione nel leggere una mia risposta che Le appare ridicola e superficiale. In effetti ho risposto con una battuta, ma sotto questa c'è un intero e lungo ragionamento, che per evitare di tediare, riassumo in brevissimo: la struttura di Zama è stata pensata "in aggiunta" ad un'altra struttura analoga e già esistente, molto più capiente (350 posti circa) funzionante in via Saponaro - q.re Gratosoglio - subito attivata nello scorso inverno perchè già praticamente pronta allo scopo. Zama era da adattare, e lo si sarebbe fatto in tempi rapidi se i "numeri" (triste parlare così di persone, mi creda, ma a volte si rende necessario), cioè le richieste di ricoveri fossero schizzate a causa del grande freddo. Siccome, ripeto, grazie al Cielo, così non è stato, e le altre strutture sono state sufficienti, si è potuto evitare di intervenire subito. Questo significa che ora si deve rimettere mano alla struttura per il futuro inverno, ed in Assessorato si sta lavorando per quello. Di queste cose in Consiglio di Zona si è parlato, ma..... senza sapere a volte si tranciano giudizi parziali. Ovviamente liberissima di non condividere...

Le "200 mamme arrabbiate" sono in attesa di conoscerle in CdZ. Abbiamo già trattato diverse volte il tema, ed alle riunioni sono intervenute pochissime persone. I giornali spesso scrivono esagerando o drammatizzando, ma i problemi, come Lei giustamente dice, rimangono anche se le mamme fossero di meno.....e vanno affrontati, come appunto si sta cercando di fare.  Faccio notare che il più volte citato consigliere comunale Marco Cormio, abitante e profondo conoscitore della zona, del quale ritengo di essere amico, sta lavorando anch'egli alla questione che conosce certo meglio di me dal suo osservatorio più elevato, ma che sta seduto allo stesso tavolo per concordare la soluzione migliore. La protesta si cavalca, ma poi bisogna fornire soluzioni concrete e realizzabili in tempo ragionevole, non utopistiche, che farebbero danni e sprechi per la collettività.

Non dico che i ns figli debbano "convivere" col disagio, ma santoddio, mi pare che l'unica realtà che vedono è quella della PlayStation, del game Boy, della TV e poco altro. Forse almeno "vedere di sfuggita" (va bene così?) che il mondo reale è un pochino diverso non farebbe male. I bambini sono spesso stimolati e portati ad aiutare chi è in difficoltà, ma molto (se non tutto) dipende dallla "mediazione" degli adulti, da ciò che noi genitori comunichiamo loro. Il ns giudizio è per loro oro colato, e se per noi un disgraziato è...... lo sarà, inevitabilmente, anche per loro.

Sul traffico, ribadisco che "consegno" alle scuole 4 figli anch'io. Certo Lei ha ragione, c'è grande movimento, ma si riduce a 20 min all'entrata ed altrettanti all'uscita. Non è SOLO questo (e quindi non sono d'accordo nemmeno col Sindaco Moratti, pur se sono dalla medesima parte politica) che genera l'inquinamento a Milano....

Per i senza tetto, provi ad andare in qualche altra grande città (non faccio nomi, per carità....veltroniana... ) a vedere quanta % del bilancio si spende per questa voce e quali soluzioni concrete sono in atto, che non siano PER ESEMPIO solamente espellere dalla cerchia del Grande Raccordo Anulare i nomadi così non si vedono i bambini mendicare fuori San Pietro (ma poi c'è la metropolitana....) o abbandonare per strada gli anziani delle borgate. Qui a Milano qualcosa si è tentato, con estrema difficoltà. ed in pochi casi si riesce, ma non solo per colpa del Comune, mi creda....Ad es "residenti" molto vicini a Zama hanno, nella stragrande maggioranza dei casi, fedine penali lunghe pagine....e tutti lo sappiamo ma tutti, ipocritamente, stiamo zitti... e per alcune parti politiche guai a toccare certe situazioni
E tutto, per iscritto, non si può dire, le varie spiegazioni sono sempre parziali.

La aspetto in CdZ 4 , se volesse fornire ulteriori contributi ad un dibattito vivace ma costruttivo.
Cordiali saluti,
dott. Massimo Casiraghi
In risposta al messaggio di Carlotta Bassano inserito il 4 Ott 2007 - 09:05
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]