.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 23 ospiti collegati
.: Discussione: Moratti in campo, parte la sfida per il Comune

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Fiorello Cortiana

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Fiorello Cortiana il 21 Dic 2005 - 12:48
accedi per inviare commenti

Credo che Beppe abbia ragione, ancor di piu' visto il comportamento cybersquatter della signora Moratti: si e' preso il nome di tutte le vie della citta'! mi sembra una pessima idea.

Vi allego la nota che ho fatto su questa vicenda

Fiorello

 

 

Milano, Cortiana:”Moratti, il ministro cybersquatter, ci ruba strade e vie”

 

“Si chiama cybersquatter chi si accaparra nomi di dominio. Ed e’ quello che il Ministro Moratti sta facendo: tramite una azienda di gestione siti web, dal dominio www.via-torino.it a www.piazza-sanbabila.it la signora Moratti sta prendendo i nomi di tutte le vie, piazze e strade di Milano, con quel suo slogan Mettiamoci in Comune. Altro che mettiamoci in comune, doveva scrivere ‘cio’ che e’ tuo e’ mio’. Senza considerare che se qualcuno  registra quel dominio, ha preso il nome di tutte le via Torino d’Italia. Per compiere una operazione di propaganda, la cybersquatter Moratti si appropria dei nomi delle nostre strade, e questo e’ inaccettabile.” Dichiara il sen. Cortiana, responsabile del Programma per Milano dei Verdi

 

“Ho gia’ depositato un’interrogazione al Ministro delle Comunicazioni e scritto sia all’Autorità Garante delle Telecomunicazioni sia ad ISOC, l’ente che gestisce i domini, perche’ siamo di fronte ad una appropriazione di cio’ che e’ pubblico che e’ inaccettabile. E’ come se qualcuno registrasse le parole che usiamo per parlare.Se la Moratti non ci lascia le scuole, le universita’ e le accademie, che grazie a questi anni di suo malgoverno vivono una fase di grande difficolta’, ci lasci almeno le nostre strade e le nostre piazze. Queste inziative vetrina non aiutano certo la partecipazione. Milano ha grandi risorse di partecipazione, anche telematiche, come la Rete Civica e le tante iniziative di sussidiarieta’, ed e’ a queste che noi vogliamo rivolgerci, a cominciare dall’incontro ‘Milano per L’innovazione, l’Innovazione per Milano’ che terremo Giovedi’ 22 Dicembre alla Sala Guicciardini in via Macedonio Melloni alle 10, incontro a cui insieme ai candidati alle primarie abbiamo invitato anche la Moratti, e di cui aspettiamo ancora una risposta. Vedremo se l’idea della partecipazione della Moratti, dopo aver fatto una controriforma sulle teste di studenti e insegnanti, continuera’ ad essere pura demogogia, o se accettera’ un confronto vero.” Conclude Cortiana

 

 

In risposta al messaggio di Beppe Caravita inserito il 17 Dic 2005 - 12:31
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]