.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 39 ospiti collegati
.: Discussione: Via Anfossi, risposta dal Comune. Ma i consiglieri di Zona???

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Francesco Ginocchio

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Francesco Ginocchio il 2 Ago 2007 - 09:59
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Ieri, con mio grande stupore, sono stato contattato telefonicamente da un Avvocato del Comune di Milano che, in risposta a mail di protesta che a titolo personale avevo inviato ai vari enti comunali, mi ha rassicurato che il cambio di senso di marcia è temporaneo e appena finiti i lavori in P.zza Cappelli verrà ripristinato il senso in uscita da Milano.
Forse (ma si spera di no) verrà considerata l'ipotesi di un doppio senso di marcia. Questa ipotesi è al vaglio dell'assessore in funzione delle indicazioni che gli verranno date dall'ATM per il percorso degli autobus.

Ma la cosa che mi ha stupito è che la risposta è arrivata in seguito a una iniziativa personale (scrivere una mail è ormai alla portata di tutti) e non in risposta a interrogazioni comunali, mozioni e altre fumose iniziative che a quanto sembra non portano a niente.

E a questo punto c'è anche da chiedersi ... ma i consiglieri di Zona ... oltre che informarsi, interrogare, scrivere inconcludenti risposte, fare poemi nei loro blog...ottengono qualcosa di concreto???...Se ci sono riuscito io, comune cittadino, mi chiedo se a questo punto da parte dei suddetti consiglieri non ci sia la voglia o la volontà di ottenere qualcosa.

Probabilmete questo forum, che potrebbe essere un utile strumento per cercare di effettuare delle migliorie nella ns zona, viene interpretato da qualche consigliere per fare e farsi propaganda personale e politica.

Magari se oltre a prodigarsi a dare prolisse ma inconcludenti risposte, se si dedicassero meno al loro blog e più ai problemi dei cittadini, qualcosa di concreto si potrebbe anche ottenere.