.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 20 ospiti collegati
.: Discussione: NUOVAMENTE INCATENATI PER ESSERE STABILIZZATI

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giuseppe Rossi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giuseppe Rossi il 19 Maggio 2007 - 23:37
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

I precari del Comune di Milano, martedì alle ore 17 si incateneranno di nuovo a Palazzo Marino. Milano è da sempre considerata la capitale economica dell’Italia, anticipa le tendenze, detta le regole dell’economia.
Anche in materia di precariato era stato il primo Comune ad aver concluso con le Organizzazioni Sindacali un protocollo d’intesa per la stabilizzazione di 578 precari, che avessero prestato servizio per il Comune di Milano per almeno tre anni nell’ultimo quinquennio.
Questo protocollo d’intesa è stato copiato e preso come grande esempio da centinaia di Enti Locali, ma ora gli altri (vedi Provincia di Milano) stabilizzano i precari, e la grande Milano cosa fa? Non solo non avvia la stabilizzazione, ma addirittura non proroga o rinnova i contratti in scadenza.
Invitiamo i cittadini in qualità di beneficiari dei servizi erogati dai precari del Comune ad incatenarsi con noi, per chiedere servizi pubblici più efficienti.
Molti servizi del Comune di Milano sono in sofferenza, anche per il mancato rinnovo dei contratti dei precari e per la mancanza di personale stabile.
Secondo il Comune di Milano non ci sono soldi per l’assunzione di tutti i precari, ma poi apprendiamo dai mezzi di informazione che il Comune di Milano spenderà quest’anno poco meno di 50 milioni per i dirigenti ed i consulenti
Ma questa è un’altra storia.