.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 17 ospiti collegati
.: Discussione: 25 Aprile 2007, per non dimenticare

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Angelo Valdameri

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Angelo Valdameri il 28 Apr 2007 - 10:12
accedi per inviare commenti
Caro sig.Marino, il suo sì che è uin intervento che istiga all'odio e alle divisioni.Il corteo del 25 Aprile è stato un fatto importante con una partecipazione di popolo considerevole, oltre 30.000 persone. Persone che hanno per la maggior parte seguito il corteo o ai lati applaudito al passaggio dei vari rappresentanti le Istituzioni e non solo. Resta il fatto incontrovertibile che il nostro sindaco non ha abbandonato il corteo come fece l'anno scorso a seguito di una dura contestazione.Certo si sono levati alcuni fischi, che hanno toccato anche il presidente della Camera Bertinotti.C'erano i soliti gruppuscoli di estrema sinistra (e/o provocatori?) o gruppetti di anarchici che sono stati bloccati dal servizio d'ordine in piazza S.Babila.Forse lei ha visto solo una parte della manifestazione e/o ha cercato come si dice il pelo nell'uovo.Le rammento inoltre che alcuni che imbrattavano i muri in c.so Venezia sono stati bloccati, ma non dalle FF.OO -cui è stato chiesto loro di intervenire- che avevano l'ordine di non intervenire per non esasperare gli animi. Partecipavano al corteo alcuni centri sociali dai quali la sinistra da tempo ha preso le distanze ed erano tenuti a debita distanza sempre dal servizio d'ordine. Il sindaco Moratti ha potuto parlare alla piazza - fatto molto importante visto che il suo predecessore non si degnava nemmeno di salire sul palco -, ha fatto un ottimo intervento sottolineato da tanti applausi il più convinto alla fine quando-con voce commossa-ha inneggiato alla Resistenza. Non faccia di tutta l'erba un fascio e non divida il mondo in due, di qua i buoni, di là a sinistra solo i cattivi. Frasi come quelle da Lei scritte -"I cosiddetti pacifisti erano rammaricati del fatto che non si fossero portati dietro bastoni con i quali percuotere noi, gli infami di centro-destra che, secondo loro, siamo il male assoluto. Come spesso dico, bandiere della pace in una mano e spranga nell’altra. Questo purtroppo è la maggior parte di loro", sono passibili di denuncia su querela di parte. E se fosse stato vero avrebbe dovuto farlo subito facendo identificare le persone. Capisco che la sconfitta alle elezioni politiche del 2006 per alcuni brucia ancora, ma occorre guardare avanti e non indietro.A.Valdameri
In risposta al messaggio di Antonio Marino inserito il 26 Apr 2007 - 10:21
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]