.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 46 ospiti collegati
.: Discussione: PAOLO SARPI: SOLIDARIETA' ALLE FORZE DELL'ORDINE

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Angelo Valdameri

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Angelo Valdameri il 13 Apr 2007 - 18:14
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Caro sign.Marino volentieri rispondo alle sue domande.Ho solidarizzato con quelle FF.OO. che hanno cercato di placare gli animi, non certo con quelli che hanno caricato e pestato - come si evince dalle riprese viste in tv e sui giornali, semplici cittadini che avevano l'unica colpa di protestare contro una vera e propria persecuzione messa in atto da qualche settimana a questa parte. Come sempre c'è gente responsabile da ambo le parti. Se ci sono reati vanno combattuti ma non si può aver tollerato una situazione come quella di PaoloSarpi per anni e poi svegliarsi una mattina e infierire solo ed unicamente in una direzione. A qualche kilometro dalla zona -il triangolo della moda Montenapoleone, Spiga, S.Pietro all'Orto-  può verificare che ci sono auto in doppia-tripla fila, camioncini che scaricano a tutte le ore e nessun vigile che interviene.Ho lavorato nei pressi sino a poco tempo fa e le assicuro che tutto avviene nella più semplice impunità. Allora la domanda spontanea è perchè qui no e in Paolo Sarpi si, con un accanimento che non ha riscontro nella restante parte della città.Ripeto toccherà alla magistratura verificare se ci sono stati reati e di quale natura: non emetterei sentenze prima del tempo.Io non c'ero e mi rimetto ai commenti dei giornali ed alle riprese tv.Tutta l'area fino a non molti anni fa languiva e poi sono arrivati i cinesi e in poco più di un lustro la zona ha cominciato a vivere, le attività economiche lasciare il posto a loro.Così con gli appartamenti venduti a fior di quattrini. Le attività si sono moltiplicate - fuori da ogni regola - sotto l'amministrazione Albertini, che peraltro era ben visto. Si sono concesse licenze da grossista in soprannumero. Il quartiere è stato abbandonato a se stesso. Ora si vorrebbe nel giro di pochi giorni ripristinare l'ordine e la legalità: si può fare purchè si rispettino le loro prerogative, s'instauri un dialogo e assieme si trovino le soluzioni. Il comitato di residenti - Vivi Paolo Sarpi- da tempo denunciava la situazione nell'indifferenza del Palazzo. Poi è arrivato l'ordine di reprimere a suon di verbali e multe.Le sembra normale o una qualche ragione ci sarà nel comportamento che è sfociato con la manifestazione di ieri?.Una pressione da parte dell FF.OO. spropositata e ripeto non così in altre aree della città.Da ultimo la invito a non esprimere giudizi offensivi perchè non sono un demagogo della sinistra radicale che secondo lei difende il peggio degli stranieri.Guardo la realtà delle cose ed esprimo - liberamente come si fa in democrazia - un pensiero e un giudizio.Con stima,A.valdameri
In risposta al messaggio di Antonio Marino inserito il 13 Apr 2007 - 17:25
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]