.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 493 ospiti collegati

.: Eventi

« Ottobre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Lunedì, 26 Marzo, 2007 - 12:28

Genova: cittadini, architetti della sicurezza

Genova - Centro storico: cittadini, architetti della sicurezza

La prevenzione del crimine e la tutela delle vittime e dei gruppi a rischio attraverso la progettazione partecipata e la creazione di reti di solidarietà.
http://www.kallipolis.net/progetti/genova.htm

Luogo:
Genova-Centro Storico

Partner di progetto:

  • Associazione Kallipolis
  • C.G.I.L.-Camera Metropolitana del Lavoro di Genova
  • S.P.I. (Sindacato Pensionati)
  • Associazione “La Coscienza di Zena”
  • Parrocchia di San Giovanni di Pré
  • Parrocchia di San Sisto di Pré
  • Comitato Centro Storico
  • Comitato Abitanti del Quartiere
  • Comitato Donne di San Bernardo.
Descrizione progetto:
Il progetto si propone di ridurre il rischio di vittimizzazione a cui sono soggetti gli abitanti del Comune di Genova nel centro storico, ponendo particolare attenzione alle componenti vulnerabili della popolazione, come donne, anziani, minori e soggetti diversamente abili.
Il progetto prevede un intervento a sostegno della condizione delle vittime, attraverso la costituzione di reti di solidarietà informali e accessibili, diffuse sul territorio.
Per raggiungere tali risultati, si intende per prima cosa intervenire sull’area studio progettando e realizzando una riqualificazione secondo il modello partecipativo.
Si coinvolgeranno esperti e abitanti, appartenenti alle categorie maggiormente esposte al rischio e alle realtà associative che le rappresentano, in modo tale da integrare l'ottica delle vittime, o delle potenziali vittime, nella pianificazione di uno spazio più sicuro. Inoltre, coinvolgendo la popolazione giovanile nel lavoro di progettazione e realizzazione dell'opera, si intende favorire la responsabilizzazione di tali componenti della società, aiutando a prevenire gli episodi di devianza giovanile.