.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 74 ospiti collegati
.: Discussione: Milano esempio di ''Buongoverno''

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Corrado Angione

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Corrado Angione il 21 Maggio 2007 - 17:49
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Con l’ultima assunzione deliberata dalla Giunta comunale del 4 maggio scorso nel Gabinetto del Sindaco, si completa il collocamento nell’organico del Comune di Milano delle donne e degli uomini di fiducia del Sindaco Letizia Moratti, che l’hanno sostenuta durante la campagna elettorale.

Non valendo nemmeno il fatto che, come recita la delibera, l’assunzione è sì condizionata al risultato dell’istruttoria di rito, ma che tale istruttoria "potrà svolgersi anche nel corso del rapporto d’impiego": insomma, prima ti assumo, poi si vedrà.

Ma è solo la ciliegina. La cronaca ha già ripreso ampiamente l’argomento, denunciato in particolare dal consigliere comunale Basilio Rizzo, del ricorso all’assunzione di dirigenti e dipendenti esterni, alle consulenze d’oro, alle nomine nei consigli d’amministrazione delle società partecipate, ai componenti del comitato strategico voluto dal Sindaco, una sorta di giunta ombra, come l’ha definita qualcuno.

Questi che seguono sono solo alcuni esempi, non esaustivi.

Eclatante il caso dell'ex sindaco di Varese, esponente leghista, diventato Direttore Generale del Ministero della Pubblica Istruzione di Letizia Moratti, anche se mancavano solo due settimane alle elezioni. Dirige ora il Servizio Poli Formativi del Settore Politiche dell’Occupazione del Comune di Milano. Costo annuo 108.570,00 €.

Fra i dirigenti esterni, uno dei più costosi (244.270,00 €/annui per dirigere l’Area Pianificazione e controlli) è già stato allontanato dopo otto mesi. Ma non è andato molto lontano, in quanto è passato alla SEA, società che gestisce gli aeroporti milanesi.

L’attuale Direttore generale del Comune è stato candidato non eletto nella lista Moratti, già Sindaco di Milano e assessore regionale, ora consigliere regionale (279.540,00 €).

Candidato non eletto nella stessa lista, già consigliere comunale durante il mandato di Albertini ed ex sindacalista, è il Direttore centrale Politiche del Lavoro e dell’Occupazione (203.560,00 €).

Rinnovato l’ufficio stampa, cresciuto dai 10 di novembre ai 17 comunicatori attuali.

Il Dirigente della Direzione Specialistica Comunicazione costa 174.000,00 € nel 2007. La spesa preventivata di bilancio comunale per il marketing è di 4 milioni e 659 mila € nel 2007.

Tra i super consulenti, il più fidato del Sindaco costa 900,00 € lordi per ogni giorno in cui lavora almeno 5 ore (180,00 € l’ora), fino a un tetto massimo di 165.000,00 € l’anno e con il compito di "implementare le attività istituzionali del Comune nei rapporti di natura politica – amministrativa".

Fresca di nomina la dirigente della Direzione Centrale Politiche Sociali (217.130,00 €), con incarico ad interim del Settore Servizi Fasce Deboli.

Era stata rimossa dagli incarichi, anche di direzione generale, di alcune ASL in Calabria dove si era pure candidata (UDC) senza essere eletta. La causa è la gestione extrabilancio dei fondi. Completa la sua carriera iniziata coma Sindaco in un piccolo paese dell’Aspromonte.

Altro ex consigliere comunale della Giunta Albertini (AN) è il nuovo dirigente del Settore Pubblicità, spesa annua per l’Amministrazione di 189.990,00 €.

Confermato il capo gabinetto del Sindaco Albertini (140.490,00 €), anche lui un politico candidato dal Presidente Formigoni nel suo "listino" in campagna elettorale e consigliere regionale.


continua

In risposta al messaggio di Antonio Marino inserito il 27 Mar 2007 - 16:17
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]