.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 145 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Venerdì, 16 Marzo, 2007 - 17:36

NO LIBERALIZZAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

Buongiorno, tra pochi giorni al senato nel silenzio più assoluto verrà approvato il disegno legge lanzilotta sul riordino dei servizi pubblici locali, è veramente preoccupante per l'impatto che avrà soprattutto sui beni comuni come acqua, energia e su servizi importanti come trasporti e rifiuti, ecc, molte realtà sociali, reti e movimenti sono state in audizione in commissione , FP CGIL, Contratto Acqua, Rete Nuovo Municipio, Atac, solo per citarne alcune, tutte concordi per disegnare un nuovo disegno strategico che mette al centro una gestione e proprietà pubblica e partecipata dai cittadini, ma purtroppo il disegno di legge licenziato non tiene conto di queste istanze, andando dritto dritto verso una liberalizzazione molto pesante, ci sono diversi emendamenti sostenuti dai Verdi, Pcdi, RC, Sinistra DS e altri singoli senatori che posso cambiare il senso di questo disegno di legge, MA C'E' BISOGNO DI UNA MOBILITAZIONE DAL BASSO, DI FAR CONOSCERE E INFORMARE SU QUANTO STA' ACCADENDO a tal fine abbiamo preparato un appello che vi allego, se volete sottoscriverlo vi prego di comunicarmelo via mail a salvatore.amura@libero.it grazie mille Salvatore Amura CHIEDIAMO ATTENZIONE E RESPONSABILITA’, NON VOGLIAMO LA LIBERALIZZAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI. APPELLO AI PARLAMENTARI DI CAMERA E SENATO E AL GOVERNO SUL RIORDINO DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI Nel silenzio più assoluto, sta procedendo l'iter del disegno di legge sul riordino dei servizi pubblici locali,per questo richiamiamo tutti i parlamentari a all'ascolto delle proposte e delle indicazioni delle comunità locali che in questi anni hanno lavorato per una presenza pubblica forte nella proprietà e nella gestione dei servizi pubblici locali. Esprimiamo forte contrarietà sul disegno di legge 772 proposto dal governo che impone la messa sul mercato dei servizi pubblici locali essenziali per la vita delle comunità quali il Trasporto Pubblico Locale, il Gas, il trattamento,la raccolta e lo smaltimento dei Rifiuti, l’Elettricità,l'energia. In Senato articolate e ampie sono state le proposte fatte dai vari movimenti sociali in audizione in commissione: la Funzione Pubblica della CGIL, il Contratto per l’Acqua, la Rete del Nuovo Municipio, diverse associazioni come Attac, ARCI, ma ora occorre una maggioranza che sostenga questi punti. Quindici e più anni di politiche di aziendalizzazione, liberalizzazione, privatizzazione dei servizi di pubblica utilità, hanno dimostrato nei fatti di non mantenere le promesse: è peggiorata la qualità dei servizi, è aumentata la precarizzazione del lavoro e sono aumentate le tariffe. Tale fallimento manifesta che la qualità, l’universalità e l’efficienza dei servizi può essere garantita solo da un maggior controllo e partecipazione nella gestione dei servizi stessi da parte dei cittadini: questo deve essere fortemente riportato al centro della discussione e forte deve essere l’impegno del governo e del parlamento in questa direzione. Una materia così essenziale per il benessere delle comunità locali richiederebbe una discussione pubblica sul tema dei beni comuni e dei servizi pubblici che coinvolga gli amministratori e le comunità locali, le organizzazioni dei lavoratori e la cittadinanza tutta;ora,in fase di decisione,occorre far sentire forte questa voce! I proponenti di questo appello chiedono pertanto ai Parlamentari di modificare il testo della proposta di legge accogliendo le proposte fatte da amministratori locali, associazioni e reti sociali in favore del mantenimento pubblico dei servizi e della possibilita'di scelta da parte delle amministrazioni locali. Per rafforzare la richiesta di modifica del disegno di legge, si realizzera' una giornata di confronto ed approfondimento di tutti gli aspetti del dibattito in corso ed iniziative di pressione a partire dal Senato . inviare le adesioni via mail a salvatore.amura@libero.it Primi firmatari Fulvio Aurora - Vice Presidente Presidente di Medicina Democratica Eors Cruccolini - Presidente Consiglio Comunale di Firenze Marco Boschini - Coordinatore Nazionale Associazione dei Comuni Virtuosi. Lia Bandera - Presidente CRIC Giorgio Ferraresi - Direttore LPE Politecnico Milano Tommaso Fattori - Rappresentante del forum italiano dei movimenti per l'acqua Anna Rozza - Assessore alle Politiche Sociali, Nuove Povertà – Integrazione, Pace e Cooperazione Internazionale - Provincia di Cremona Salvatore Amura - Coordinatore Nazionale Rete del Nuovo Municipio -- Forum di discussione della Rete del Nuovo Municipio http://www.nuovomunicipio.org - forum@liste.nuovomunicipio.org Iscrizione: forum-subscribe@liste.nuovomunicipio.org Cancellazione: forum-unsubscribe@liste.nuovomunicipio.org