.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 46 ospiti collegati

.: Eventi

« Ottobre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Giovedì, 8 Marzo, 2007 - 13:26

Graduale applicazione di software open source

 
 
MOZIONE IN TEMA DI UTILIZZO DEL SOFTWARE OPEN SOURCE (OSS) NELL’AMBITO DEL DECENTRAMENTO SETTORE ZONA 4
 
Premesso che
 
il software open source (a codice aperto) è utilizzabile liberamente e garantisce libertà e autonomia di aggiornamento, senza pesare ulteriormente nei costi delle licenze previste dai software oggi utilizzati nell’ambito della pubblica amministrazione;
 
Considerati
 
i problemi che si sono presentati in passato in merito all’utilizzazione e alla gestione dell’attuale rete comunale, nella fattispecie di interruzioni dei servizi di rete, con le gravi conseguenze subite dall’utenza (interruzione dei servizi al cittadino) e dalla stessa amministrazione (danno di immagine)
 
Considerato che
 
i sistemi operativi a codice aperto, nati e sviluppati in ambito accademico, sono sempre più utilizzati, soprattutto in ambito server, per l’affidabilità tecnica che garantiscono
 
l’utilizzo dell’OSS nella pubblica amministrazione risponde ai requisiti di economicità, sicurezza, ricusabilità e interoperabilità, e, data l’adattabilità e il numero elevato dei software disponibili, permette di fare fronte alle esigenze amministrative specifiche degli uffici e dei servizi consentendone contestualmente la modernizzazione dei sistemi informatici
 
Viste
 
le norme introdotte nella legge finanziaria 2007 relative all’istituzione del “Fondo per il sostegno agli investimenti per l’innovazione negli enti locali”, che danno priorità ai progetti “che utilizzano o sviluppano applicazioni software a codice aperto”
 
Visto che
 
esiste e sussiste la libertà piena di eseguire il programma per qualunque scopo, senza vincoli sul suo utilizzo,
 
Considerato di fatto che
 
in base alle applicazioni software libero, open source, si deduce la piena libertà di studiare il funzionamento del programma, e di adattarlo alle proprie esigenze, da parte del personale preposto al servizio informatico e in base alle necessità e utilità del settore di zona
 
Visto che
 
sussiste la libertà, in base all’adozione del software open source, di migliorare il programma, e di distribuirne i miglioramenti
 
 
 
considerato di fatto
 
che esiste l’opportunità che la correzione di un errore in un programma da parte di un soggetto renda disponibile la correzione applicabile anche agli altri soggetti fruitori e gestori del servizio
 
si delibera
 
-         di utilizzare il software open source presso il settore decentramento di zona 4, introducendo da subito sui P.C. in ambiente Windows l’utilizzo di software alternativi agli applicativi più diffusi (ad es. la suite OpenOffice per la videoscrittura, i fogli di calcolo, le presentazioni e i database; Firefox per la navigazione web; Nvu per la creazione e l’aggiornamento di siti web, Gimp per la grafica, etc.) e valutando nel contempo la possibilità tecnica (compatibilità hardware) di aggiornare il vecchio hardware con sistemi operativi open source di comprovata sicurezza (quale Linux), prevedendo soprattutto per quelle apparecchiature utilizzate all’interno della struttura comunale come semplici terminali di rete sistemi operativi aperti e browser analoghi;
-         di destinare i conseguenti futuri risparmi sui costi delle licenze dei software utilizzati nel settore al finanziamento di corsi di formazione del personale funzionali a fornire le conoscenze opportune e fondamentali per la gestione e l’utilizzo della nuova tipologia di software impiegato
 
 
Alessandro Rizzo
Capogruppo Lista Uniti con Dario Fo per Milano
Consiglio di Zona 4 Milano