.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 71 ospiti collegati
.: Discussione: Aree verdi contigue al Parco Teramo

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Vigo

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Vigo il 14 Mar 2007 - 07:02
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

ALBERI: tutto giusto, tutto vero, salvo il fatto che la questione degli alberi è fondamentale e irrinunciabile, purtroppo ancora oggi le alberature attorno al Parco Teramo sono stentate e rarefatte, molte zone ne sono anche del tutto prive, la cintura boschva è importante per la creazione di brezze, a vantagglio di un microclima più gradevole nei mesi estivi. Una maggiore diffusione degli alberi nei viali, nelle piazze, nelle vie, nei parchi, oltre a fungere da filtro ai veleni che si insinuano nella falda, serve a imbrigliare il CO2, a flltrare polveri sittili, a ossigenare l'aria, a mitigare il cemento e a rendere l'ambiene più gradevole in tutti i sensi compreso quello estetico.
Credo che ogni anno aumentino i Milanesi che hanno avuto l'opportunità di visitare Birmingham, Monaco di Baviera, Lione, Strasburgo, Vienna, Basilea, Bruxelles, Amsterdam, etc, mi pare assolutamente evidente e facilmente percepibile anche da inesperti che Milano in confronto sia ancora ai primordi e il deficit di alberature da colmare sia ancora immenso; a prescindere da tutto, quindi, diamo l'assoluta precedenza agli alberi con continui interventi mirati. Ricordo che un nuovo impianto impiega 10 anni per avere gli effetti desiderati, quindi stiamo parlando di un investimento di lungo periodo, dove più tardi si inizia peggio è.


TEMPERATURE: empirica rilevazione personale con il termometro dell'auto:
da piazza XXIV Maggio a Via Cascina Bianca alle 20:30 la sera d'estate la differenza è di -3°C in Via Cascina Bianca (abbassamento graduale ogni m. 500 percorsi).
chiuderei qui con questa evidenza inconfutabile pluritestata la mia micro-dissertazione da stregone-apprendista-metereologo in erba.
Enrico Vigo

In risposta al messaggio di Angelo Valdameri inserito il 13 Mar 2007 - 18:40
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]