.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 20 ospiti collegati
.: Discussione: trasporti e viabilità - ATM - Linea 34

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Elisa Leoni

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Elisa Leoni il 16 Maggio 2007 - 21:21
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Ciao Ilaria (che strano questo mezzo di comunicazione... chissà quante volte ci siamo incrociate, senza sapere chi siamo e magari senza fare troppo caso l'una all'altra, magari abbiamo anche parlato qualche volte dell'ennesimo ritardo della 34, e ora ci troviamo qui a parlare...)

non partecipo molto al forum, ma oggi ho visto il tuo messaggio, e penso valga la pena dire un paio di cose ancora sulla questione della 34:

- grazie all'interessamento del consigliere Luca Gandolfi di IdV ho (abbiamo, perché parlavo per me, ma il problema è di   tutti) ricevuto una risposta dal sig. Soresina, amministratore delegato di ATM, per il quale in realtà il problema non esiste. La "razionalizzazione" degli orari è stata effettuata perché in precedenza vi erano disservizi, legati al fatto che i mezzi non passavano agli orari stabiliti; inoltre si tratta di differenze di 1 o 2 minuti, per cui non si creano disagi all'utenza. Comunque ATM si prende l'impegno di verificare gli eventuali disagi che deriverebbero dai cambi di orario, ogni qual volta vi sarà la necessita di effettuarli. Questa la risposta del sig. Soresina.
Ora, quando io ho fatto quel giro di telefonate che mi ha portato a scrivere il post a cui fai riferimento, mi è stato detto da un responsabile ATM che il mezzo dipende da ATM ma che come privati cittadini possiamo fare poco (non ricordo le parole esatte, ma mi disse che anche con firme, molte firme, nessuno ci avrebbe dato retta). L'unico tentativo che avremmo potuto fare era far perorare la nostra causa di utenti-di-mezzi-pubblici-che-pagano-e-molto-e-pure-in-anticipo-per-un-servizio-scadente dai consigli di zona interessati. Tralascio alcune cose, ma alla fine l'unico - unico - consigliere che ha fatto qualcosa è stato il sig. Gandolfi, e la risposta che ha/abbiamo ottenuto è stata quella che ho riassunto (o meglio parafrasato) sopra. ( e comunque, i mezzi pubblici non sono divisi per zone stagne... allora di chi è la competenza? del cdz 5 o 4? o di entrambi? o del primo che se ne preoccupa...)

- non so come mai, ma proprio dal 7/5 sono stati nuovamente cambiati gli orari: non so se hai notato che, con gli orari in vigore dal 26/2, nessun mezzo passava agli orari stabiliti (o 5 minuti prima, o 5 minuti dopo)... non mi si venga a dire che erano problemi di viabilità, perché era il motivo per cui era stato fatto il cambiamento. Nel corso di un'ora gli orari "26/2" "perdevano" una corsa a furia di 1 o 2 minuti (ma a me risulta anche di 5, e su un mezzo che passa ogni 15 minuti si sentono molto), ora devo verificare ma io, nella mia esperienza degli ultimi giorni, so solo che:

ieri mattina ho aspettato 50-minuti-50 un mezzo che poi non è arrivato, a causa della pioggia credo. poi ho preso la macchina. ma io ho un abbonamento, e chi mi rimborsa e l'abbonamento e la benzina e il permesso di parcheggiare (e che fatica per trovare un parcheggio con le righe blu, perché ormai sono tutti gialli e perennemente liberi ... che rabbia) e soprattutto il tempo che ho perso aspettando un mezzo sotto la pioggia battente?

sempre ieri, per fortuna mia e di altri, ma per sfortuna di altri ancora, ho preso l'ultimo mezzo  prima dello sciopero per tornare a casa. Io so che se si inizia il giro lo si porta a termine, non si scaricano le persone in mezzo alla strada. Però , per fortuna mia, l'ultima fermata è stata quella davanti a casa mia, poi l'autista ha mandato tutti a piedi. D'accordo lo sciopero, d'accordo i diritti dei lavoratori, ma così... poteva non partire e pace...

oggi pomeriggio, a causa di un incidente, 24 e 34 bloccati per più di un'ora. So che ATM adesso nel sito inserisce tutti gli eventi che hanno provocato un disservizio, ma una linea su ruote non è come una linea legata giocoforza a un percorso fisso...si poteva fare una minima variazione di percorso per ovviare, ma non è stato fatto. Per il 24 sono stati usati mezzi sostitutivi, e noi figli di nessuno siamo rimasti in brenta ad aspettare davvero troppo. Ho visto 5 mezzi atm (di cui 3 34) passare in direzione toffetti, prima che uno di questi arrivasse alla fermata dov'ero (circa 40 minuti dopo essere arrivata), ben 20 minuti dopo essere transitato nella direzione opposta (verso il capolinea). Io, ma è la mia modesta opinione, credo che sarebbe stato il caso di ripartire subito dal capolinea, visto che comunque la gente che prende il mezzo è tanta e che per un bel po' nessun autobus aveva raccolto passeggeri. così però non è stato. ho dovuto aspettare il secondo autobus (il primo era strapieno) così per un percorso di 15 minuti sono stata in ballo più di un'ora. E preciso, per chi non conosce il tragitto, che non è possibile farla a piedi, per una questione di sicurezza personale in primis e per la distanza.


Perché mai ATM per questa tratta non fa qualcosa di intelligente? Se i problemi sono legati alla situazione caotica di piazzale Bologna o agli scarichi o agli allagamenti ( e in questo la situazione della fermata di brenta verso fatima in particolare è ver-go-gno-sa) è forse il caso di risolverli facendo intervenire il comune, e siccome è una situazione che si trascina da anni, perché non intervengono? Lamentele ce ne sono state tante, ma nessuno ha mosso un dito, per lo meno in apparenza.
A volte mi chiedo se i dirigenti/responsabili/etc prendano mai i mezzi che circolano in periferia (sempre che prendano i mezzi di superficie) e comunque in incognito...

Ancora: sicuramente gli abitanti di via SUlmona e aree attigue qualcosa avranno da dire e l'avranno detta, ma di loro non si sente mai parlare... come fanno a spostarsi quando la 34 non passa (dopo le 21 e la domenica)? Sarà mica perché loro fanno parte di un cdz diverso? Mi piacerebbe sentire anche loro, magari riusciamo a combinare qualcosa...

Non so se sai, ma la 99, che porta al carcere, ha la priorità sulla 34, e il 24 ha la priorità sulle 2 linee. per cui se un mezzo 99 è in panne, un mezzo 34 lo deve sostituire ( e questo ogni tanto la sera capita...), per cui una corsa salta...
Non so se sai 2, ma il numero verde ATM non è numero verde per i cellulari - il servizio si paga con i cellulari, e uno quando fa la segnalazione? quando si trova per strada come un fesso, magari sotto la pioggia battente, e sta aspettando un autobus da 50 minuti, non quando arriva a casa alle 8 di sera (e il numero verde risponde fino alle 19.30)

per quanto riguarda l'aria condizionata... ti dirò: a me basterebbe avere mezzi puliti, senza le patacche di unto di giorni e giorni sui finestrini, i pali di sostegno unti anche loro e appiccicosi, sedili sporchi o quando in tessuto sbrindellati ( e che necessità c'è di farli in tessuto, mi chiedo), mezzi che odorano prepotentemente di vomito, sedili su cui non ci si può sedere per il calore proveniente da parti meccaniche in movimento, l'odore di scarico che entra nel mezzo per uno sbaglio nella progettazione, che fa soffocare e provoca attacchi di asma... però, su mezzi caldi, che emanano calore, un po' di climatizzazione - con criterio - dovrebbe essere garantita, almeno per riuscire a sopportare il resto.

Mi ero riproposta tra me e me di essere breve, ma il disagio che provo ogni volta che devo prendere questo mezzo (o il 24, che nemmeno lui brilla troppo per puntualità, ma almeno ha un motivo) è davvero tanto, e non sempre sfogarsi con gli autisti è giusto e porta a qualcosa... chissà se qui, usando questo spazio, che - come in un altro forum si sta dicendo - viene per lo più snobbato da chi è stato eletto -, tra di noi utenti riusciamo a capire quali siano i problemi, individuare possibili soluzioni e trovare un portavoce che li esponga in maniera chiara, concisa e pressante a chi dovrebbe prendersene carico.

Saluti prolissi,

Elisa

In risposta al messaggio di Ilaria Santi inserito il 10 Maggio 2007 - 16:33
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]