.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 43 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Martedì, 23 Gennaio, 2007 - 16:42

MM3 Paullese - San Donato - un incontro

Filippo PENATI, Presidente della Provincia di Milano, sara' a San Donato Milanese oggi 23 gennaio, alle 21, in aula consiliare.
Via Cesare Battisti, 2. c/o palazzo comunale.
Mi rendo conto che i tempi potrebbero essere ristretti, ma ci provo
lo stesso a informarti nel caso avessi la possibilità di esserci.
In tali occasioni piu' si è, ovvio, e meglio è.
Penati presenterà, con un gruppo di assessori ed esponenti politici del centro
sinistra, un primo bilancio dell'attività svolta a due anni e mezzo dalle elezioni.
In base agli obiettivi illustrati nella presentazione dell'evento, l'incontro si pone
l'obiettivo di dare voce alle proposte, suggerimenti e critiche che provengono dal
territorio.  
Il principale sponsor istituzionale del progetto in oggetto dovrebbe essere
proprio la Provincia di Milano, pertanto sarebbe stato utile, credo,
organizzare e mobilitare una buona parte dei cittadini che hanno aderito alla
Petizione.
Uniti, non urlanti, ma tanti, dietro uno striscione che sintetizzi il
problema e l'obiettivo al centro del comune sentire che li aggrega.
Cio' al fine di rendere meno virtuale, meno eterea, la petizione on-line.
Cosi' possono rischiare di apparire, infatti, questo tipo di iniziative
in rete.
Ma come dicevo, purtroppo per far questo non ci sono i tempi tecnici necessari.
Questa sera io ci saro'. Non so se ve ne sarà la possibilità, ma la mia speranza è quella di poter cogliere l'occasione per chiedere, de visus, a Penati,
le ragioni di una sorta  di cambiamento di rotta che vi è stata nella politica di
assegnazione delle priorità agli investimenti che impattano su Incremento trasporto pubblico/ambiente, rispetto agli intendimenti enunciati alle origini del suo mandato. Tali erano i temi cruciali della politica enunciata in piu' di un
documento diffuso da questa nuova squadra.
Dopo aver dichiarato che "..i prolungamenti extraurbani delle linee
metropolitane, a nostro giudizio, sono la misura per eccellenza atta a
risolvere i problemi della congestione del traffico del territorio milanese..."
(Paolo Matteucci, Assessore alla vibilità, mobilità e trasporti della Provincia
di Milano - 25 novembre 2004), oggi sappiamo che l'opera prioritaria del settore trasporti per la Provincia di  Milano e' la tangenziale est-est.
Il trasporto pubblico, il suo reale sviluppo, la sua reale incentivazione, il
problema dell'inquinamento, restano al palo.
E' con qualche milione di metri cubi di asfalto e cemento a sei corsie che
si perseguono tali obiettivi?
Nella speranza di poterci incontrare questa sera ti invio
un cordiale saluto.
Franco Valenzano
Aggiornati sulle news della petizione, inserisci tuoi commenti/suggerimenti sul
sito:
Per chi volesse approfondire:
_____________________________________________________________________________
Il 25 novembre 2004, la Giunta provinciale di Milano ha approvato lo schema di
Accordo per il prolungamento della linea metropolitana 3 fino a Paullo.
Paolo Matteucci, Assessore alla vibilità, mobilità e trasporti della Provincia
di Milano dichiara:"Un progetto che si muove in quella logica di prolungamenti
extraurbani delle linee metropolitane che a nostro giudizio sono la misura per
eccellenza atta a risolvere i problemi della congestione del traffico del
territorio milanese. Il prolungamento della linea 3 è una risposta, seppur
parziale, alla richiesta di potenziamento dei collegamenti su una direttrice
che oggi appare oggettivamente problematica".
In un documento del 2 marzo 2006 dal sito della provincia si dichiara:
"La Provincia continua a perseguire gli obiettivi del programma di governo che
trova il suo fulcro nel "Patto per lo sviluppo sostenibile". Un progetto
ambizioso, che punta al rilancio del sistema economico milanese, strettamente
legato alla creazione di un nuovo welfare ambrosiano, alla soluzione dei
problemi della mobilità, alla difesa dell'ambiente, alla promozione della
cultura."
Oggi sappiamo che l'opera prioritaria del settore trasporti per la Provincia di
Milano e' la tangenziale est-est. Rimane difficile comprendere e immaginare
come una nuova tangenziale dalle proporzioni già annunciate possa ovviare al
problema dell'inquinamento, alla salvaguardia dell'ambiente, a migliorare la
qualità della vita e possa portare a un uso più intelligente del mezzo privato.
E' con qualche milione di metri cubi di asfalto e cemento a sei corsie che
si perseguono tali obiettivi?
Ma l'assessore di cui sopra il 30 novembre 2006 dichiara:
"Le Istituzioni devono offrire alternative valide, con la rete di trasporto
pubblico ma anche con la capacità di analizzare e fornire gli strumenti più
moderni e adeguati a facilitare questo bisogno di mobilità, ottimizzando i
tempi di spostamento, salvaguardando l'ambiente e migliorando la qualità della
vita."
Il trasporto pubblico, il suo reale sviluppo, la sua reale incentivazione
restano al palo.