.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 867 ospiti collegati
.: Discussione: Mobilita' e edilizia sostenibili

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Stefania Iannaccone

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Stefania Iannaccone il 22 Mar 2007 - 10:56
accedi per inviare commenti
In una città dove il problema del traffico e dello smog è così grave bisognerebbe agevolare il più possibile l'utilizzo delle biciclette e non solo a parole. Io sicuramente sono di parte, perchè amo la bicicletta almeno quanto odio utilizzare l'auto in una città, come milano, dove il traffico è tale da quadruplicare i tempi di percorrenza nelle ore di punta, e trovare un parcheggio è un'impresa, bisogna essere il Gastone della situazione. La maggior parte dei Milanesi però, non solo predilige l'auto anche per brevi spostamenti  (sicuramente molto anche per la mancanza di sicurezza:un ciclista rischia molto) ma è più tollerante verso le prepotenze degli automobilisti che verso quelle dei ciclisti. Ho visto spesso pedoni sui marciapiedi dare precedenza alle auto o tollerare le auto parcheggiate sui marciapiedi ma se poi un ciclista utilizza il marciapiedi gli giungono rimproveri ed imprecazioni; giustamente direte voi, si dà il caso, però, che io, come ciclista mamma, proprio non me la sento, quando ho a bordo della mia bicicletta uno dei miei figli, girare in strada. Gli automobilisti non solo non hanno solitamente la delicatezza di tenersi a debita distanza dalla bici ma, spesso, sfrecciano ad una distanza talmente ridotta dalle bici che, se appena appena il ciclista si sbilancia, nella migliore delle ipotesi, rischia un impatto con lo specchietto retrovisore. Per lo stesso motivo preferisco che i miei figli, avendo meno di 8 anni, vadano sul marciapiedi se muniti di bici propria. Capisco anche che i ciclisti, soprattutto i bambini, siano un pò teppisti con i pedoni, però credo che molti marciapiedi, se non ingombrati dalle auto, siano abbastanza larghi da consentirne l'uso sia ai pedoni che ai ciclisti come previsto da una norma del codice stradale. Mi chiedo quindi perchè non si faccia nulla per attuare tale norma che richiederebbe solo una regolamentazione attraverso apposita segnaletica verticale (appositi cartelli segnalatori) ed eventualmente orizzontale(strisce di demarcazione tra la zona pedonale e quella ciclabile).

In risposta al messaggio di Alessandro Rizzo inserito il 19 Gen 2007 - 12:54
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]