.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 89 ospiti collegati
.: Discussione: Mobilita' e edilizia sostenibili

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alessandro Rizzo

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alessandro Rizzo il 18 Gen 2007 - 14:22
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Caro Paolo,
è proprio questa la problematica, che tu hai centrato in modo diretto e chiaro: ossia, come dici tu giustamente, "il 28 gennaio assisteremo all'ennesimo, inutile, blocco del traffico locale". Non esiste nessun tipo di provvedimento politico di ampio, sottolineo ampio, respiro sulla questione del traffico e della mobilità sostenibile: sostenibile in termni ambientali, ecosistemici, umani, ma anche sociali ed economici. Ma come fare intendere che è importante una strategia complessiva circa interventi che diano una soluzione direi quanto meno plausibile e di modesto cambiamento, inversione di marcia, a questa piaga? L'amministrazione provvede solo alla chiusura del traffico solamente per una giornata: quali le conseguenze? Nessuna, come sottolinei tu. Ed ecco che occorre un progetto universale di intervento sulla questione, non parcellizzato, non proposte minimali, di facciata, di pura superficialità. La propaganda è terminata. I ticket, oltre ad avere parlizzato in una discussione tutta interna la maggioranza al Comune di Milano, a volte, spesso anzi, strumentalizzando la tematica per cercare di sopravvalere nei riguardi di questo o di quel concorrente alla direzione effettiva della Giunta e dei rapporti di forza, sono provvedimenti monchi e che poenalizzano vuoi il dialogo nell'area metropolitana tra i comuni, necessario e funzionale alla stabilizzazione di un progetto complessivo di mobilità, vuoi i poendolari meno abbienti che, avendo macchine magari non di ultima produzione, sono le più inquinanti e vengono tassate, giustamente dico. Occorre rendere la mobilità pubblica competitiva rispetto a quella privata, automobilistica. Ma chiaramente direi: Londra insegna, Livingstone docet. E si parla di Londra non di una città marziana. Quindi tutto è possibile. Come? Come sostieni anche tu, di getto, ma efficacemente, nel tuo intervento: ossia costruire parcheggi di snodo nell'estrema periferia. Garantire la costituzione di parcheggi di navette che accolgono i pendolari, chi entra nella città. Garantire il fatto, come a Lucca succede da tempo, di interrompere i grandi mezzi pesanti, carichi di merci, all'entrata della città, con punti di smistamento della merce che viene da loro portata, ma evitando, così, il loro accesso nella città, inquinando ulteriormente il traffico cittadino, e congestionandolo a dismisura. Ma penso anche a incentivare la costruzione della metropolitana, dando anche un obiettivo di mettere in relazione con vie sotterranee anche le città maggiori della Provincia, ragionando in chiave metropolitana e non di difesa del proprio territorio in modo autoreferenziale. Se Milano congestione per il traffico, se Milano è inquinata ne risentono anche i comuni della Provincia, i maggiori per lo meno, dato che si riversa ogni mattina nelle strade limitrofe alla città automobili provenienti da ogni parte della Regione, ma anche del Nord. Ma come rimanere fermi in una logica medioevale? Basta con le lotte tra comuni per i balzelli. E' un comportamento insostenibile. La Provincia si è dichiarata disponibile a interagire per trovare una soluzione condivisa: perchè Milano rposegue nel ragionare su scala molto limitata. Il problema, ripeto, della mobilità sostenibile è direi provinciale, se non addirittura regionale. Occorre avere un progetto lungimirante, possibile, di cambiamento e di svolta oltre alla visione del comune.

Alcune mie risposte alle tue interessanti proposte, molto dirette ma molto coinvolgenti nel dibattito.

Un caro saluto,

a presto
Alessandro
In risposta al messaggio di Paolo Ramella inserito il 16 Gen 2007 - 11:46
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]