.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 46 ospiti collegati
.: Discussione: Metrò Circolare (LINEA bianca MM-0 zero), valenze.

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Vigo

:Info Messaggio:
Punteggio: 9
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Vigo il 12 Dic 2006 - 08:10
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva
Riprendo questo argomento separatamente in quanto importante ed alcuni commenti "contro" emersi su vari forum (Es. VIVI MILANO del Corriere.it) non proprio azzeccati mi ci hanno costretto, anche se molti interventi sono anche a favore.
Tutto il centro di Milano e la fascia entro la cerchia de navigli al di fuori delle linee radiali non hanno collegamenti razionali, gli spostamenti inducono a complesse rotture di carico/trasbordi con mezzi pubblici vari di superficie, in certi casi molto articolati e dissuasivi dall’uso del mezzo pubblico.

Questo vale sia per i flussi centro-centro e periferia-centro, ovviamente con carichi numerici differenti. Una funzione importante, quindi, è quella di servire aree di pregio ad alta generazione di flusso oggi non servite dell’area centrale storica, con rottura di carico limitata a un cambio linea MM molto ben sostenibile dall’utenza in genere.
 
Ma subito dopo viene una funzione altrettanto importante: il decongestionamento delle linee in afflusso al centro, liberando in parte le tratte obbligate-inutili (risparmio di tempo), e per le tratte e stazioni critiche del centro /area downtown si realizza l’eliminazione di parte considerevole del crescente disagio da sovraffollamento (infatti le zone di attrazione del Centro sono molteplici: San Babila, Duomo, Cordusio, Brera, ma anche altre in una orbita ragionevolmente centrale.

Un anello circolare sarebbe anche in grado di decongestionare il centro e stimolare altri centri oggi minori, malserviti, più difficilmente frequentabili, urbanisticamente sgraziati, mettendo così le basi per un più ampio e massiccio allargamento dell’area DOWNTOWN di Milano.

Dopo la stagione non conclusa delle tratte radiali (estensioni in corso nei prossimi 5/10 anni e nuove linee stesso periodo temporale da realizzare senza esitazioni) è giunta l'ora di pensare in concomitanza lo studio e la realizzazione della tratta interlinee di un Metrò circolare, il cui attestamento va studiato con opportuni modelli di flusso uniti a piani urbanistici idonei, un mix di opportunità da studiare e ponderare nel disegnare il percorso.

Mi rendo conto che per spiegare tutto questo ci vogliono dei noiosissimi modelli di flusso che qui non si possono esporre, tuttavia credo che la questione sia abbastanza intuitiva e nota alle nostre autorità comunali.