.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 63 ospiti collegati
.: Discussione: Morti per Smog, a Milano

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 28 Nov 2007 - 15:12
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da Milano 2.0:

Oh cielo! I Genitoriantismog sensibilizzano i giovani sui temi dell'inquinamento

Pubblicato da Simona Mapelli alle 14:43 in Interviste, Milano accade (cronaca), Milano vietato ai maggiori, Video


La battaglia contro l'inquinamento atmosferico è un impegno che non interessa solo le istituzioni, ma che richiede l'aiuto di tutti.

Accanto ai provvedimenti adottati dagli enti di governo è necessario che di pari passo ci sia anche un atteggiamento più consapevole da parte dei cittadini, che dovrebbero adottare - anche nel loro piccolo - comportamenti più responsabili e sostenibili a livello ambientale.

Nasce così il progetto realizzato dall'Ufficio scolastico regionale e l'Associazione Genitori Antismog, che prende spunto dal manifesto: Vogliamo una città con l'aria da bambino.

Abbiamo parlato con un rappresentante dei genitori, Lea Platero e con il dirigente per l'educazione ambientale per la Lombardia, Enrico Danili sullo scopo dell'iniziativa e come ci si approccia ai più giovani rispetto ad un tema così importante:



Coinvolgere le scuole
, e di riflesso anche le famiglie, sulle problematiche relative alla qualità dell'aria e all'influenza della mobilità casa-scuola, per creare un occasione di confronto, di condivisione e di progettazione attiva, con l'obiettivo di individuare azioni semplici ed efficaci per dare un piccolo ma significativo contributo alla risoluzione del problema ambientale.

La campagna, di informazione e sensibilizzazione, sottolinea gli aspetti di pericolo, ma soprattutto enfatizza le azioni positive che in concreto genitori, insegnanti e ragazzi possono attuare. nelle classi i ragazzi saranno dotati di un kit, una sorta di scatola che si "apre" ai consigli per un ambiente migliore,  che diventerà un vero e proprio manifesto per tutte le classi.

All'iniziativa hanno aderito anche: la Fondazione Lombardia per l'ambiente, Regione Lombardia, in collaborazione con Carthusia Edizioni e Italcementi. Infine, i testi sono a cura di Emanuela Nava, scrittrice per bambini, che ha ideato il manifesto, insieme ad altri scrittori per ragazzi.

In risposta al messaggio di Giovanni Gronda inserito il 6 Dic 2006 - 08:27
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]