.: Eventi

« Gennaio 2022
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

.: Categorie

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Donatella Elvira Camatta
Giovedì, 9 Novembre, 2006 - 14:34

PER UN MONDO SENZA GUERRA

DICHIARAZIONE DEGLI UMANISTI EUROPEI


                     Oggi stesso! Per il domani di una nuova umanità!      
 
L’Europa, la civile Europa, la cristiana Europa è stata lo scenario di due guerre mondiale, di infinite guerre di confine, di occupazione di territori lontani, di deportazioni, sfruttamento e barbarie storiche come il nazismo e il fascismo.
Dopo secoli di violenza è difficile immaginare la pace e un mondo di fraterna amicizia nella diversità.
All’inizio del terzo millennio dobbiamo ammettere che senza un cambiamento di direzione negli sguardi, nelle teste, nei cuori e nelle azioni dei popoli e di chi li governa il futuro sarà pieno di scontri, minacce e conflitti.
 
Oggi il pericolo nucleare pone l’umanità sull’orlo dell’abisso.
 
Un mondo senza guerre è fino ad oggi un mondo sconosciuto sul Pianeta Terra.
 
Tuttavia, perché non lavorare in questa direzione, cercando di cambiare la direzione della storia, costruendo un vero futuro di pace e nonviolenza? 
 
Questa dichiarazione di pace è la nostra sfida a tutti gli esseri umani.
 
Questa dichiarazione di nonviolenza è la nostra responsabilità come umanisti.
 
Assumiamo questa responsabilità liberamente e la portiamo avanti con tutti coloro che rifiutano ogni forma di violenza e puntano sulla convivenza, lo sviluppo condiviso, la democrazia reale, la tecnologia al servizio della scienza e la scienza al servizio dell'essere umano.
 
Eliminare le guerre significa uscire definitivamente dalla preistoria umana e fare un passo da gigante nel cammino  evolutivo della nostra specie
 
Un "mondo senza guerre" è una proposta che guarda al futuro ed aspira a diventare concreta in ogni angolo del pianeta, affinché il dialogo sostituisca la violenza.
 
In questa aspirazione ci accompagna la forza della voce di migliaia di generazioni che hanno subito le conseguenze della violenza, il cui rimbombo continua a farsi sentire oggi.
 
È arrivato il momento di far sentire la voce dei senza-voce, dei milioni di esseri umani che chiedono con forza che finiscano le guerre!
 
Invitiamo sia singoli individui che rappresentanti e membri di organizzazioni, collettivi, gruppi, partiti politici, imprese ad aderire a questa dichiarazione e a lavorare ognuno nel suo campo,  a partecipare a coordinamenti, fronti e forum, al fine di generare un grande  movimento che ponga fine alle guerre e ad ogni tipo di violenza.  
 La guerra non porterà mai alla pace.
 
La pace esisterà solo con una vera giustizia sociale.
 
 
 FORUM  UMANISTA  EUROPEO LISBONA  2006