.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 76 ospiti collegati
.: Discussione: Area ex vivaio Soderini:mozione assemblea 22 settembre

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Gennaro Maurello

:Info Messaggio:
Punteggio: 1
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Gennaro Maurello il 31 Ott 2006 - 16:16
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Il sig. Tucci pone dei problemi molto importanti nel rapporto tra istituzioni e cittadini. Il problema della trasparenza della comunicazione e della democrazia partecipata al progetto di trasformazione della città. Se si vuol recuperare la fiduca dei cittadini nelle istituzioni pubbliche , la prima regola è la trasparenza e le finalità dell'agire sociale delle istituzioni.La democrazia partecipata alle scelte che coinvolgono la vita delle persone è un elemento discrimminante dell'agire politico dei partiti che si dichiarano progressisti e democratici.La partecipazione attiva degli attori sociali al processo di cambiamento sociale , urbanistico, culturale di una città è importante e vitale altrimenti si è "ostaggio" di lobby di interessi molto presente nei partiti del Centrodestra e del centrosinistra. Anzi nella realtà del Milanese ci sono lobby trasversali agli schieramenti molto forti , che molte volte condizionano il voto nelle istituzioni a tutti i livelli. Il progetto di via Soderini era nato in un contesto sociale e culturale della Riforma Moratti dove il secondo canale della formazione professionale iniziava a 14 anni in un contesto scolastico duale :Istruzione tecnica/liceale e formazione professionale . Questo scenario politico sembra essersi dissolto (!), l'obbligo è stato elevato a 16 anni e sembra che il percorso scolastico debba essere assolto nel biennio della scuola secondaria. Oggi ha ancora senso creare un centro di formazione professionale provinciale/o regionale ? O forse ci sono altri interessi che noi non conosciamo sotto questo progetto? Chi c'è dietro il progetto di inserire la camera di commercio nel polo d'eccellenza della formazione? Domande ingenue, forse banali.... vogliamo chiarezza come cittadini .Una volta avute queste spiegazioni .. ci mettiamo l'anima in pace e possiamo anche essere d'accordo .
In risposta al messaggio di Giovanni Tucci inserito il 29 Ott 2006 - 10:14
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]