.: Eventi

« Gennaio 2022
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

.: Categorie

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Donatella Elvira Camatta
Sabato, 8 Luglio, 2006 - 07:48

Tanti tagli sbagliati ed ingiustificati!!

Decreto Bersani: tanti sì, ma sulla scuola non mancano tanti tagli
sbagliati ed ingiustificati!
Il Ministro dell’Istruzione nelle sue dichiarazioni sui provvedimenti
di contenimento della spesa pubblica aveva affermato che le scuole
avevano “già dato”.

Queste rassicurazioni avevano trovato fino a ieri un riscontro nel
testo del Decreto Legge 223 dove, in verità, non compare nessun riferimento
esplicito alle istituzioni scolastiche. Però il conflitto che è tuttora
in corso tra il Ministero dell'istruzione e il Ministero del Tesoro
sulla restituzione delle somme accantonate ci ha allertato e ci ha spinto
a sviluppare tutte le ricerche possibili per avere la certezza che,
almeno questa volta, le scuole non fossero toccate dalla scure dei tagli.

E' stato così che questo lavoro di tipo “investigativo” ci ha spinto ad
approfondire la formulazione dell'art. 25 del Decreto Legge 223 dove,
con riferimento agli accantonamenti di spesa previste si parla
genericamente di “unità previsionali di base” delle amministrazioni centrali.

Con nostro sconcerto la lettura degli allegati, più di 70 pagine, ci ha
fatto scoprire che all'interno delle unità previsionali di base del MPI
sono comprese anche quelle degli uffici scolastici regionali e delle
istituzioni scolastiche, mentre le scuole non statali invece non
sembrerebbero toccate da queste misure.

Pertanto, se non ci sarà la modifica del Decreto, che chiediamo sin da
ora con forza, per le scuole si prospettano 4 anni di ulteriori
gravissime restrizioni che metteranno in discussione, a questo punto, anche lo
stesso funzionamento dei servizi.

Nei prossimi giorni pubblicheremo una scheda di approfondimento dove
illustreremo le misure e le modalità della riduzione delle spese che,
secondo le previsioni del Decreto, arriva fino al 2009.

Roma, 7 luglio 2006