.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 35 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
.: Giovan Battista D'Ardia
Inserito da Giovan Battista D'Ardia il Mer, 17/05/2006 - 22:57
La mia lista:
Alleanza Nazionale
Simbolo lista:
Giovan Battista D'Ardia
Dove mi candido:
consiglio di zona 7
Foto Candidato:
Giovan Battista D'Ardia
Io in breve:

 

  Sono nato a Firenze, ma da oltre 40 anni vivo a Milano, anche se ho dovuto fare delle trasferte in altre regioni d'Italia. Milano, per me, è stata quindi una scelta. Il "Cupolone" è sempre nel mio cuore ma io sono grato a questa città, ove ho completato gli studi e mi sono sposato. Essa  mi ha dato notevoli opportunità  sia per la maturazione personale sia per la  professionalità lavorativa. 
Cosa ho fatto finora nella vita:

   E' banale dire di avere lavorato, anche perchè non sono il solo alla mia età, posso però affermare di essere contento di ciò che ho fatto. Sono stato fortunato!  Erano momenti difficili quelli in cui mi sono inserito in azienda: le tensioni sociali avevano riflessi nelle organizzazioni aziendali e viceversa i nuovi modelli organizzativi aziendali potevano essere causa di tensione sociale, ma io scelsi di lavorare nelle "Direzioni del Personale". In quelle sedi ho maturato una buona esperienza e quando mi sono sentito pronto mi sono rivolto al libero mercato. Dopo venti anni di "selezione del personale" mi occupo di "formazione professionale".  Una parte del mio tempo la dedico ad un'associazione di volontariato e grazie a questo impegno sono diventato un giornalista-pubblicista, così dirigo anche un giornale. 

Vi spiego perchè mi candido:

 

   La prima motivazione è un pò di sana ambizione, quella che non guasta mai e ritengo possa portare a concreti risultati. L' altra motivazione è la volontà di aiutare "il sistema";  le tante lamentele ascoltate sia durante i colloqui di selezione sia  nel vivere la zona  mi hanno spinto a scendere in campo, in prima persona, per un impegno politico più concreto. Il fronte è duplice: sistemare ciò che non và, ma valorizzare anche le cose positive che nel corso degli anni sono state realizzate.