.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 90 ospiti collegati
.: Museo Virtual del Parco Agricolo Sud Milano
Segnalato da:
Mirko Bozzato - Lunedì, 23 Maggio, 2011 - 15:36
Di cosa si tratta:
Il luogo è qualche cosa che vive del proprio passato, degli uomini che lo hanno abitato.

Il Parco Agricolo Sud Milano nasce nel 1990, occupa un area di 47.000 ettari e comprende 61 comuni che si estendono a sud, est e a ovest di Milano.
Il Parco è il riconoscimento del grande ruolo che l’agricoltura ha assunto e ancora ha, sia pure in forme diverse, nei confronti di Milano: visitarlo è come entrare in un grande monumento i cui artefici, oltre alla natura, sono generazioni di agricoltori. E’ caratterizzato da una fitta rete irrigua e dalla coltivazione agricola dove predomina il riso e i cereali.
Il sito nasce dalla necessità di raccontare il territorio con un approccio diverso da quello che tradizionalmente si incontra navigando sul web, dove il Parco viene principalmente descritto tramite la promozione delle attività di vendita di prodotti legati al territorio, di itinerari enogastronomici e storico architettonici. Ma se ci si addentra, se lo si vive quotidianamente, ci si accorge che ogni piccola realtà ha qualcosa da raccontare. I luoghi di aggregazione “storici” di ogni Comune come le Osterie, le cooperative sociali, le piazze e i sagrati delle chiese, sono permeati di memoria, i racconti legati alla trasformazione del territorio hanno una valenza storica molto più forte di quella tramandata dai libri.
Chi di noi non è rimasto affascinato da una vecchia foto in bianco e nero; confrontata con lo stesso luogo dopo 60 anni porta inevitabilmente a visualizzare le “differenze”, la trasformazione, molte volte legata a modifiche del territorio in funzione della destinazione d’uso, basti pensare alla creazione di nuove rogge usate per l’irrigazione delle risaie o alla costruzione di una cascina.
Questo approccio alla storia del luogo è quello che più ci appartiene, l’approccio anedottico nel termine più esteso, che si attiene a episodi marginali, ma ricchi di informazioni inedite che si intersecano a quelle di carattere prettamente storico.
L’idea è quella di descrivere i luoghi e il territorio a partire dalle testimonianze degli uomini che lo hanno abitato e lo abitano, dalle vicende che si sono svolte, dalle case che si sono via via costruite. Raccontare i luoghi con queste modalità è diventato sempre più difficile perché la catena generazionale, la memoria e la tradizione orale si sono interrotte.
Il progetto prenderà forma e si svilupperà a secondo del materiale e dei contributi che, sotto ogni forma (foto, cartoline,video, racconti), gli abitanti dei 61 Comuni del Parco inseriranno all’interno del sito concepito come un mosaico costituito da una moltitudine di tessere collegate tra loro, aneddoti, storie, collocate in un dinamico spazio temporale che si aggiornerà negli anni.
Così la storia di una cascina si intreccerà con una foto di un matrimonio, che porterà al racconto di una festa che rimanderà a una “leggenda”.
L’appoggio logistico e la raccolta delle testimonianze sarà mediato anche dai soggetti che operano sul territorio:la Provincia, il Comune, le Associazioni, i centri di aggregazione, le Biblioteche e le Parrocchie. Ma soprattutto le “memorie storiche” del luogo.

Costruisci con noi il MuVi del Parco Agricolo sud Milano

Puoi contribuire inviando foto, “d’epoca” e attuali, racconti, aneddoti che riguardano i 61 comuni del Parco.

Le foto ed eventuali documenti devono essere in formato jpg con il lato più lungo di 1000 pixel a 72 dpi ; se hai vecchie foto in bianco e nero e hai la possibilità di scansionarle puoi inviarcele via mail, altrimenti possiamo provvedere noi alla scansione.

Le testimonianze devono essere trascritte in un file word e contenere, qualora fosse possibile, luogo, fonte, nome e cognome dell’intervistato.

L’idea è quella di descrivere i luoghi e il territorio a partire dalle testimonianze degli uomini che lo hanno abitato e lo abitano, dalle vicende che si sono svolte, dalle case che si sono via via costruite. Raccontare i luoghi con queste modalità è diventato sempre più difficile perché la catena generazionale, la memoria e la tradizione orale si sono interrotte.

Il progetto prenderà forma e si svilupperà a secondo del materiale e dei contributi che, sotto ogni forma (foto, cartoline,video, racconti), gli abitanti dei 61 Comuni del Parco inseriranno all’interno del sito concepito come un mosaico costituito da una moltitudine di tessere collegate tra loro, aneddoti, storie, collocate in un dinamico spazio temporale che si aggiornerà negli anni.
Così la storia di una cascina si intreccerà con una foto di un matrimonio, che porterà al racconto di una festa che rimanderà a una “leggenda”.

Questo sito conterrà la testimonianza di ogni visitatore che vorrà dare il proprio contributo, il nostro compito sarà solo quello di ordinare e dare un filo logico alle sezioni (quelle iniziali potrebbero essere l’acqua, la terra, le cascine, le persone, il tempo libero, gli attrezzi, i luoghi) mano a mano che si amplieranno, grazie anche al vostro contributo.

Partecipa alla discussione "Museo Virtual del Parco Agricolo Sud Milano" nel "Forum permanente sulla Città"...
Dove:
on line
Quando:
Da Domenica 22 Maggio - 23:00 a Sabato 31 Dicembre - 22:59
Chi organizza:
Obiettivamente.org
Contatti:
parcosudmilano@obiettivamente.org
Sito web:
www.parcoagricolosudmilano.it