.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 19 ospiti collegati

.: Eventi

« Gennaio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Venerdì, 22 Aprile, 2011 - 01:14

Jacopo, carissimo amico candidato per me, che sono candidato al Consiglio di Zona 4

Stasera sono stato a un'iniziativa presso la Fondazione Corrente tenuta da Jacopo Muzio, candidato di Milano Civica per Pisapia per il Consiglio Comunale. Lo spazio è notevole: mi è venuto in mente un centro di aggregazione culturale pieno di memoria, ricco di un passato glorioso, che ha visto Ernesto Treccani protagonista di una città, di uno spazio dell'arte che vive nella collettività. Ma mi è venuto in mente anche come tale realtà offra un luogo di aggregazione da potenziare e su cui investire come prossima, si spera alternativa, gestione della città, della cultura nella città. La cultura è un tema a cuore al candidato amico Jacopo: un tema su cui mi trovo fortemente in sintonia. Credo occorra un'altra idea di città partendo da un'altra prospettiva che dia fondamento a una metropoli che sia basata e fondata su uno sviluppo socio urbanistico armonico in un equilibrio tra pubblico e privato e non in un sopravvento del secondo rispetto al primo. Jacopo ha sottolineato la valenza dei centir di promozione culturale, intensificando le strutture oggi esistenti e garantendo una redistribuzione degli sponsor privati per elargire fondi e finanziamenti per attività di qualità promosse da enti e associazioni, fondazioni che propongono idee e inizaitive. Jacopo considera cultura, rispetto della morofologia e dei rapporti sociali che si disegnano sul territorio urbanistico e sviluppo umanocentrico della città presupposti essenziali per un futuro di un0area metropolitana che vada oltre alle dimensioni attuali dei confini daziali. Pensa a una mobilità sostenibile. Pensa a una città dove non ci siano esternalizzazioni verso società come Milano Sport spa che oggi gestiscono i CAM e altri settori della cultura aggregativa senza averne la specifica competenza. Pensa alla partecipazione, denunciando come tale PGT, che è esclusivo ed escludente, sia stato approvato eludendo i pareri e le opinioni della cittadinanza. Illegittima approvazione oserei aggiungere.

Jacopo, nell'ultimo incontro amichevole e conviviale, la terza riunione della tagliatella suole definirla, ha recepito alcuni punti che sono scaturiti da un vivace confronto attivo avutosi coi presenti. Dalle mie proposte ho letto trasparire alcuni punti integrativi ai già esaustivi punti che ha posto nel suo programma, sintetico ma puntuale, non enucleazioni vuote e corpose di programmi troppo lunghi, e che io ho recepito perfettamente nelle mie proposte come candidato consigliere per la zona nella Lista Civica Milly Moratti per Pisapia, essendoci una forte sintonia con Jacopo, come persona, come figura politica, come connessione e incrocio di esperienze e di valori.

Riprendo le sue riflessioni scaturite da un nostro confronto su cui impostare un'azione congiunta che veda programmaticamente un'idea altra della città, in totale congiunzione con il programma del centrosinistra, nato dall'Officina per Pisapia. Partecipare è anche parlare di città metropolitana.

Legato al tema dell’area metropolitana milanese è il potenziamento dei consigli di zona, che devono finalmente diventare delle Municipalità, potenziando il Regolamento Lucchini del 1997 e prevedendo una autonomia nella gestione del bilancio (attualmente non ancora approvato dal Comune) nelle zone.

Nelle zone occorre rivedere ad esempio il sistema delle biblioteche di quartiere: uniformare gli orari di apertura, eliminare la gestione esterna delle strutture, assumere con contratto i bibliotecari precari, intendere la biblioteca come uno spazio di studio pubblico, aperto anche di sera a studenti con propri libri di testo.

Riguardo spazi comunali quali i centri di aggregazione multifunzionale (ex cts), sempre più marginalizzati e dati in gestione esterna a Milano Sport – che nulla ha a che vedere con quel settore – occorre ritrovare la continuità di una gestione sociale degli spazi, valorizzando le professionalità degli operatori sociali.

Altro tema, legato alla zona quattro, è la ristrutturazione e riapertura della Cascina Monluè e la ristrutturazione della Cascina Cuccagna per eventi e circoli Arci, ad esempio utilizzando i fondi di Expo 2015 per le cascine urbane.

Sul tema della tolleranza e dell’omofobia occorre preparare i vigili urbani ad affrontare episodi sempre più frequenti di intolleranza, potenziare la commissione per le pari opportunità, incentivare l’educazione sessuale nelle scuole comunali, aprire degli sportelli di consulenza, attivare un registro comunale delle convivenze affettive.

 

Una forte sintonia ci accomuna ... per questo penso che Jacopo sia una persona giusta per questo momento di riscoperta di una città che vuole uscire da un tunnel buio e tetro di 20 anni di governo della destra per un riscatto civile, morale, etico e sociale, culturale e politico della metropoli.

 

Alessandro Rizzo

Candidato al Consiglio di Zona 4 di Milano

Lista Civica Milly Moratti per Pisapia