.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 51 ospiti collegati
.: Disabili: Moratti e Landi all'apertura di una nuova residenza in via Ugo Betti
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Martedì, 22 Febbraio, 2011 - 17:33
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

DISABILI. MORATTI E LANDI ALL’APERTURA DI  UNA NUOVA RESIDENZA IN VIA UGO BETTI

Milano, 22 febbraio 2011 – Domani, mercoledì 23 febbraio, alle ore 11, nella sala del Consiglio di Zona 8 in via Quarenghi  21, il Sindaco Letizia Moratti e l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna  interverranno  alla conferenza stampa di presentazione di “Casabetti”, un’abitazione per persone adulte disabili.
 
Parteciperanno Claudio Consolini,  presidente Consiglio di Zona 8;  don Riccardo Festa,  parroco della parrocchia Santi Martiri; don Roberto Davanzo, direttore della Caritas;  Stefano Granata, presidente di  Consorzio Sis; Michele Procopio, presidente Associazione Presente e Futuro e David Scagliotti, presidente di Cooperativa Azione Solidale.  
 
Seguirà la visita a Casabetti in via Ugo Betti, 62.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

Quartiere Gallaratese

Un luogo dove essere autonomi

Inaugurata Casabetti dal Sindaco Moratti e dall’assessore Landi di Chiavenna:“Un progetto concreto che risponde al bisogno di indipendenza dei giovani disabili”. La struttura è in grado di ospitare otto persone

Alcuni momenti dell'inaugurazione

Milano, 23 febbraio 2011 – “Rispondere al bisogno di autonomia delle persone con disabilità attraverso un progetto concreto, sostenendo sia chi è in difficoltà, aiutandolo a rendersi indipendente, sia le famiglie”. Così il Sindaco Letizia Moratti, insieme con l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna, è intervenuta all’inaugurazione di Casabetti, un’abitazione per giovani con disabilità nel quartiere Gallaratese.

Tra i presenti il presidente del Consiglio di Zona 8 Claudio Consolini, il parroco della parrocchia Santi Martiri Anauniesi Don Riccardo Festa, il direttore di Caritas Ambrosiana Don  Roberto Davanzo, il presidente del Consorzio SIS Stefano Granata, il presidente dell’associazione Presente Futuro Michele Procopio e il presidente della Cooperativa Azione Solidale David Scagliotti.

“Casabetti – ha proseguito il Sindaco – è sinonimo di una tradizione che conferma la nostra città ai vertici in materia di qualità dei servizi alla persona anche nei settori più difficili. Questa nuova struttura, infatti, è molto di più di una comunità alloggio, rappresenta la volontà dell’Amministrazione comunale di ascoltare i bisogni dei suoi cittadini e di dare risposte e soluzioni concrete, è un esempio della virtuosa collaborazione tra pubblico e privato sociale, di una generosità tutta milanese che non lascia solo nessuno”.

“Quello inaugurato oggi – ha dichiarato l’assessore Landi di Chiavenna - è un tassello importante e innovativo della rete di protezione e di inclusione sociale del Comune di Milano. Casabetti non è, infatti,  soltanto una comunità alloggio ma soprattutto una ricchezza per Milano. E’ indubbio che il sistema di accoglienza e di protezione che vediamo oggi all’opera assume una rilevanza particolare quando riguarda da vicino il benessere delle famiglie con figli disabili. Con questa iniziativa si risponde alla domanda che una persona con disabilità porta con sé ed esprime continuamente, con proprie modalità: una domanda di vita analoga a quella che ciascuno di noi si pone. Una domanda di riconoscimento della propria autonomia, di possibilità di esprimere le proprie potenzialità, di opportunità di vivere esperienze diversificate, di occasioni e contesti per costruire e mantenere legami ed affetti. Una domanda che corrisponde ai principi ispiratori di Casabetti, la cui convenzione di sostegno, che l’Assessorato alla Salute intende stipulare con la Cooperativa Azione Solidale, si va ad aggiungere alle 74 convenzioni già in atto per progetti residenziali diversificati e personalizzati che accolgono, oggi, 625 ospiti con disabilità”.

Il  progetto di Casabetti nasce dal desiderio di genitori e familiari di persone con disabilità, che vivono principalmente nel quartiere, aderenti all’Associazione Presente e Futuro, di creare una Casa dove le persone disabili possano sperimentare il loro essere adulti vivendo al di fuori della propria famiglia,  con un adeguato sostegno fisico, psicologico ed educativo.

La realtà disponibile a rendere concreto questo progetto è Azione Solidale, che da anni lavora sul tema del “dopo di noi…durante noi” con azioni di sperimentazione di vita autonoma e di sostegno alle famiglie.

L’associazione e la cooperativa, con il supporto del Consorzio SIS, hanno cominciato a pensare e progettare insieme una casa dove le persone con disabilità possano vivere in un contesto adeguato ed accogliente, con il sostegno di professionisti e di volontari, assicurando alle persone residenti qualità di vita e relazioni.

Il progetto si realizza grazie alla Parrocchia dei Santi Martiri Anauniesi, che ha deciso di destinare a nuova attività sociale ampi spazi parrocchiali in via Ugo Betti, 62 nel quartiere Gallaratese e all’interessamento di Caritas Ambrosiana. Così gli spazi parrocchiali sono diventati una casa dove otto persone con disabilità possono vivere in contesto adeguato e accogliente, rispondendo al diritto della persona con disabilità di vivere fuori dal contesto familiare, nel proprio territorio, dove ci sono i propri legami e le realtà conosciute e alla sua famiglia di affrontare con serenità il futuro dei propri figli più fragili.

Casabetti sorge tra l’altro all’interno di un progetto residenziale integrato. Nello stesso caseggiato  si trovano, infatti, anche l’abitazione del sacerdote ed una comunità per minori. La parrocchia, il quartiere ed i suoi abitanti costituiranno il contesto sociale all’interno del quale si realizzerà l’integrazione e l’inclusione di questa casa con l’esterno.


alcuni momenti dell'inaugurazione

Guarda il VIDEO!
Dove:
Sala del Consiglio di Zona 8 in via Quarenghi 21 - poi in via Ugo Betti, 62
Quando:
Mercoledì 23 Febbraio - 11:00