.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 48 ospiti collegati
.: Chi li ha visti
Segnalato da:
Armando Barone - Martedì, 15 Febbraio, 2011 - 16:50
Di cosa si tratta:

CHI LI HA VISTI

Rassegna cinematografica dedicata al cinema d’autore italiano

4 appuntamenti con il cinema di qualità alla Casa della Cultura

Dal 17 febbraio al 10 marzo 2011

 

MILANO – Si apre il 17 febbraio alle 20 e 30 alla Casa della Cultura la rassegna cinematografica Chi li ha visti, 4 incontri  dedicati al cinema d’autore italiano a cura di Gaia Formenti, Alberto Sansone e Stefano Belli, ex studenti della Scuola Civica di Cinema alla Casa della Cultura di Milano. Quattro incontri per ridare vita a film di qualità prodotti nel nostro paese che hanno avuto una breve permanenza in sala e che meritano di incontrare di nuovo il pubblico. Questi film spesso frutto di coraggiose scommesse di piccole case di produzione raccontano la sperimentazione e le ispirazioni narrative del nuovo cinema italiano. La rassegna “Chi li ha visti” nasce dalla convinzione che ci sia una forte domanda di cinema italiano di qualità e che in mancanza di un'adeguata distribuzione il pubblico meriti di avere accesso a queste opere. Ogni sera l'autore del film accompagnato da un'altra figura chiave (produttore/sceneggiatore/montatore) saranno presenti in sala a fine proiezione per incontrare un gruppo di giovani filmmaker che condurranno il dibattito aperto al pubblico sugli aspetti peculiari di ogni film.

 

Giovedì 17 febbraio 2011

ore 20.30

EVA E ADAMO

di Vittorio Moroni

documentario 2009

durata 77’

ospiti:

Vittorio Moroni, regista 

Marco Piccaredda, riprese e montaggio

Film documentario che mette tre donne a confronto, Erika, Deborah e Veronica. Tre donne molto diverse tra loro, distanti per età, estrazione sociale, cultura, lavoro e aspirazioni. Per ciascuna, in modi diversi, vivere la relazione amorosa significa affrontare una sfida: con se stesse, i propri bisogni, la propria idea di libertà, i giudizi sociali.

 

Vittorio Moroni, regista e sceneggiatore italiano, ha diretto tre lungometraggi tra i quali Tu devi essere il lupo che ha ricevuto la nomination al David di Donatello come miglior regista esordiente. Nel 2006 ha girato il documentario Le ferie di Licu che è stato premiato in diversi paesi europei e ha ricevuto la nomination ai Nastri d’Argento 2007.

Marco Piccaredda, diplomato presso la Civica Scuola di Cinema di Milano, lavora come operatore e montatore in diverse case di produzione televisive. Nel 2003 ha iniziato a lavorare con Vittorio Moroni come assistente per  il film Tu devi essere il lupo.

 

Giovedì 24 febbraio 2011

Ore 20.30

MAR NERO

di Federico Bondi

Fiction 2008

durata 95'

ospiti:

Federico Bondi, regista

Francesco Pamphili, produttore

 

Toccante ritratto tutto al femminile ambientato tra le colline toscane, il film è il primo lungometraggio di Federco Bondi, premiato con due riconoscimenti al Festival di Locarno 2008, tra cui un Pardo d’oro come migliore attrice alla protagonista Ilaria Occhini.

 

Federico Bondi è autore e regista di cortometraggi e documentari oltre che di videoclip. Lavora come operatore alla Mediateca regionale toscana e per alcune società di servizi televisivi che operano per reti Rai e Mediaset. Tra i suoi lavori, i road- movie Soste USA e Soste Japan e il documentario biografico L’uomo planetario-l’utopia di Ernesto Balducci.

Francesco Pamphili, produttore cinematografico ha lavorato alla produzione di numerosi film tra i quali Metafisica per le scimmie, Come l’ombra e Scrivilo sui muri.

 

Giovedì 3 marzo 2011

Ore 20.30

POESIA CHE MI GUARDI

di Marina Spada

documentario 2009

durata 50'

ospiti:

Marina Spada, regista-

Renata Tardani, produttore

 

Attraverso il racconto della poetessa Antonia Pozzi, suicidatasi a soli 26 anni, Poesia che mi guardi analizza il ruolo dell’artista e, in particolare, del poeta all’interno della società di allora e di oggi, tracciando paralleli tra l'isolamento culturale di cui era stata vittima la Pozzi e l'efficacia comunicativa ribelle e pandemica degli H5N1, un trio di ragazzi che, di notte, fa poesia di strada diffondendo i propri versi sui muri della città. Il film è stato presentato in anteprima alla 66esima Mostra del Cinema di Venezia 2009.

 

Marina Spada, diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica del Piccolo Teatro a Milano, ha lavorato per la pubblicità, per la televisione e ha diretto numerosi documentari e videoritratti. Dal ‘93 alterna il lavoro di docente presso la Scuola di Cinema di Milano con l’attività di regista e di produttore esecutivo (tra gli altri di Mar Nero di Federico Bondi, presentato in Concorso ufficiale al Festival di Locarno 2008). Dopo Forza Cani, il suo primo lungometraggio, ha girato Come l’Ombra. Selezionato alle Giornate degli Autori al  Festival di Venezia 2006, ha poi partecipato ai maggiori festival internazionali, vincendo numerosi premi.

Renata Tardani, regista e produttrice milanese, è da tempo impegnata nella realizzazione di opere attraversate da un forte impegno sociale tra cui il documentario Fiori che rinascono. È tra le fondatrici della casa di produzione Miro Film.

 

Giovedì 10 marzo 2011

Ore 20.30

IL LATO SBAGLIATO DEL PONTE

di Giorgio Carella e Paolo Cognetti

documentario 2006

durata 60’

ospiti:

Giorgio Carella, regista

Paolo Cognetti, sceneggiatore

 

Shelley Jackson, Jonathan Lethem, Rick Moody, Colson Whitehead. Quattro scrittori che vivono e lavorano a Brooklyn raccontano le loro vite, il loro lavoro e la loro città: New York. Quattro scrittori capaci di creare un melting pot di generi letterari nello stesso modo in cui la loro città mischia popoli e culture. Lontano da Manhattan e dalla cultura dominante, nella periferia dell’impero, sul lato sbagliato del ponte.

 

Giorgio Carella si è diplomato alla Civica scuola di cinema di Milano. Ha diretto alcuni documentari (Vietato scappare, Isbam, Box, La notte del Leone, Il lato sbagliato del ponte) e cortometraggi (Cameracar, Ovest, Dialogo fra un allenatore e il suo secondo e Just In God.). Ha realizzato la fotografia di molti lavori fra cui  Come l'Ombra di Marina Spada insieme a Sabina Bologna.

Paolo Cognetti, scrittore italiano, ha esordito nel 2004 all’interno dell’antologia La qualità dell’aria curata per Minumun Fax da Nicola Lagioia e Christian Raimo. È  autore di documentari e inchieste sulla giovane letteratura statunitense e ha fondato con Giorgio Carella una casa di produzione indipendente la Cameracar.

 

Ingresso euro 5.00

Ingresso libero per i soci 2010-2011

 

INFO

Casa della Cultura, Via Borgogna 3, Milano.

Tel. 02.795567

Dove:
Casa della Cultura, Via Borgogna 3, Milano
Quando:
Da Giovedì 17 Febbraio - 20:30 a Giovedì 10 Marzo - 20:30
Chi organizza:
Gaia Formenti, Alberto Sansone e Stefano Belli e Casa della Cultura
Contatti:
Giulia Francioni - Echo Arte e Comunicazione, Via Vittadini 7, Pavia- e mail giulia.francioni@echo.pv.it