.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 59 ospiti collegati
.: Discussione: Riqualificazione di viale Pisa e piazzale Siena

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Andrea Giorcelli

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Andrea Giorcelli il 23 Gen 2011 - 17:13
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva
Le strade alberate,  presenti soprattutto nelle zone semi-centrali della città, sono invase dalle auto parcheggiate negli spazi tra un albero e l’altro sui terrapieni rialzati, inerbiti fino ai primi anni '70 (tali spazi sono purtuttavia inclusi nel calcolo delle superfici di verde esistente a Milano). Le tante piantumazioni stradali, realizzate o integrate negli ultimi anni, sono continuamente danneggiate dal parcheggio selvaggio: scortecciamento dei tronchi con lesioni profonde nel tessuto e conseguenti carie e attacchi fungini, schiacciamento delle radici e del terreno che non assorbono piú l’acqua e soffocano, perdite di olio che inquinano il suolo...
Teniamo presente che il Regolamento di Polizia urbana (art. 74) e il Regolamento d'uso del verde (art. 14) vietano il parcheggio nelle aree verdi, in cui sono ricompresi (art. 1 comma c) anche gli spazi stradali alberati, in carico per la manutenzione al Settore tecnico Arredo urbano e Verde, i quali se non sembrano piú verde per la totale mancanza d'erba è proprio per l'abituale parcheggio di autoveicoli.
Viale Pisa e piazzale Siena fanno parte di un asse viabilistico di semicirconvallazione esterna che negli ultimi anni ha visto riqualificate con opere di verde e di risistemazione della sosta in superficie molte delle altre strade che lo compongono (via Gavirate, viale Mar Jonio, viale Aretusa, via B. d'Alviano, via Bellini e viale Famagosta).
Invece viale Pisa è continuamente aggredito dalla sosta irregolare d'automobili e furgoni sia sul verde sia sui marciapiedi, ostacolando la circolazione e l'attraversamento dei pedoni e la visibilità per i conducenti.
Allego quindi la risposta alla delibera del C.d.Z. in merito all'oggetto e il progetto che è stato predisposto dagli uffici tecnici.
Il progetto è per ora buona notizia: per i risultati attendiamo che sia messo in atto, come promesso.

Andrea Giorcelli
Consigliere della zona 7 (capogruppo Verdi)