.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 24 ospiti collegati
.: Discussione: Sara contro Nicole: i giovani del Pdl raccolgono firme per dimissioni Minetti

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alessandro De Chirico

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alessandro De Chirico il 22 Gen 2011 - 18:25
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Le dichiarazioni di Sara Giudice, figlia del consigliere comunale PDL Enzo Giudice, non nuova a critiche contro il partito di cui sono militante, non mi sorprendono affatto. Non molti mesi fa la stessa Giudice fu ospite in televisione ad “Anno zero” per cercare un po’ di visibilità come opinionista in trasmissioni di estrema sinistra. Trasmissioni, ricordo, pregiudizialmente contro Silvio Berlusconi, pagate con i soldi dei contribuenti. Inoltre, queste figure sono le stesse che ammiccano a “Futuro e Libertà”, ma poi non hanno il coraggio di dare le dimissioni, per esempio, dal consiglio di zona dove sono state elette come «amministratori» del PDL. Persone che nella zona in cui dovrebbero fare politica si vedono solo quando lo stesso Premier, che criticano, si reca al seggio elettorale per stringergli la mano…
Leggo in una sua dichiarazione che i giovani del PDL vogliono le immediate dimissioni di Nicole Minetti dal Consiglio regionale lombardo. Ricordo a Sara Giudice che esistono tre gradi di giudizio e che se si vuole essere garantisti si deve mantenere la stessa condotta fino in fondo e non a momenti alterni a seconda dell’accusato. Inoltre, nell’articolo si accenna a un gruppo creato su facebook con la bellezza di 5 (cinque!) membri e di un sito ad hoc con 63 fermitari (di cui uno è il compagno Massimo Gatti): numero molto rappresentativo del seguito della giovane, altro che migliaia di firme! Essendo militante attivo da tempo, non mi pare di aver mai visto a una sola riunione la signorina Sara, ma anzi: ricordo bene di averla intravista mesi orsono in un servizio televisivo al Teatro Derby di Milano presente a un comizio di Gianfranco Fini. Tenere il piede in due scarpe mi pare un segno di profonda incoerenza e di scarsa sicurezza nei propri mezzi, d'altronde è la stessa persona che nel periodo delle passate regionali parlava di candidarsi tra le fila de "La destra" per dimostrare il proprio valore. Persona che sputa nel piatto dove mangia e che già in passato ha avuto modo di insultare il Premier per la spazzatura non dimostrata gettata sulla sua condotta nella sfera privata. Sara Giudice rappresenta solo sé stessa!

Alessandro De Chirico
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 21 Gen 2011 - 16:18
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]