.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 67 ospiti collegati
.: Discussione: Giornata della Memoria - Moratti: "il ricavato dei Musei del Castello e del Risorgimento devoluto al Binario 21"

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 20 Gen 2011 - 15:57
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa della Presidenza della Provincia di Milano:

Memoriale della Shoah, via alla sottoscrizione popolare lanciata da Podestà
Tutti possono partecipare con donazioni sul conto aperto dalla Fondazione
Il presidente: «Contano più i 20 euro di uno studente della cifra offerta da me».
Jarach: «Podestà ha il merito di aver smosso le acque coinvolgendo i cittadini»

                     
Milano, 20 gennaio 2011 – Da oggi tutti i cittadini che lo desiderano sono stati messi nelle condizioni di poter contribuire alla realizzazione del Memoriale della Shoah attraverso offerte personali di entità commisurata alle singole disponibilità economiche. È partita, infatti, a Palazzo Isimbardi la sottoscrizione popolare a favore della Fondazione Memoriale della Shoah che il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, aveva, il 15 gennaio scorso, lanciato dalle colonne delle cronache milanesi. Al termine dell’incontro con il presidente Podestà svoltosi a partire dalle 11, il vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah e presidente della Comunità ebraica di Milano, Roberto Jarach, ha, infatti, ufficializzato l’apertura di un conto bancario (Iban IT03V0306901672100000000605) dedicato dalla Fondazione alla raccolta di aiuti garantiti da privati. L’iniziativa, che il presidente Podestà ha avviato puntando sulla coscienza civile e auspicando un coinvolgimento ampio di milanesi e no («Conteranno più i 20-30 euro donati da uno studente della cifra offerta oggi, a titolo personale, da me»), risulta mirata ad accelerare la trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà di un luogo della memoria presso gli spazi della Stazione Centrale lato via Ferrante Aporti. Proprio dal Binario 21, identificato dall’immaginario collettivo come il teatro dell’Olocausto consumato, tra il ’43 e il 45, sul nostro territorio dai regimi nazista e fascista furono, d’altra parte, inviati, a bordo di vagoni piombati, verso i campi di sterminio migliaia di ebrei e prigionieri politici. E proprio in quell’anticamera dell’orrore, al quale, quanti hanno vissuto o approfondito gli anni del genocidio ebraico, assimilano il Binario 21, la Fondazione Memoriale della Shoah sta realizzando un «percorso della memoria» costituito da due complessi. Il primo prevede l’esatta ricostruzione, attraverso il ripristino delle strutture ferroviarie e dei treni, dell’ambientazione nella quale vennero realmente perpetrate le deportazioni. Il secondo contempla l’edificazione della biblioteca tematica più completa d’Europa (40.000 volumi), di un auditorium da 200 posti, di sale congressi e di uffici. «L’antisemitismo è una malabestia che continua a risorgere sollecitandoci a tenere sempre viva la memoria dell’Olocausto – ha dichiarato il presidente Podestà -. È per tale motivo che, pure quest’anno, la Provincia di Milano ha organizzato il “Viaggio della memoria” ad Auschwitz, al quale, dal 28 gennaio al 1° febbraio, parteciperanno oltre 600 studenti delle Superiori. Ed è per la stessa ragione che dobbiamo realizzare il Memoriale della Shoah. Auspico, pertanto, che, indipendentemente dagli impegni finanziari assunti dagli Enti pubblici, tantissimi cittadini decidano di contribuire direttamente alla musealizzazione del Binario 21. Ritengo, infatti, di straordinario valore civile che ciascuno di noi si senta tanto impegnato nella costruzione di un muro contro l’antisemitismo da non esitare a portare il suo mattoncino. Saranno proprio le piccole cifre come quelle già assicurate, per esempio, dagli studenti del “Carlo Porta” e dagli allievi di altri istituti del territorio le architravi del Memoriale della Shoah. Ma, ovviamente, risulteranno ben accette pure le donazioni di imprese, banche e altri soggetti con consolidate disponibilità economiche. Anche dal sito Internet dell’Ente rivolgo a tutti i cittadini l’invito a partecipare insieme all’iniziativa».
«Ringrazio il presidente Podestà per aver impresso, già nei mesi scorsi, nuovo impulso al progetto della sottoscrizione popolare – ha argomentato il presidente Jarach -. Do, insomma, atto al presidente Podestà di aver smosso le acque attivando una gara di solidarietà nella quale già si sono distinte alcune scuole. L’investimento complessivo necessario ammonta a nove milioni di euro. Gli Enti pubblici, com’è noto, ne hanno assicurato tre. I lavori, con l’intero ammontare a disposizione, potrebbero essere completati in 12-14 mesi».

Ufficio Stampa Presidenza
tel. 02/77406655
ufficiostampa@provincia.milano.it
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 19 Gen 2011 - 22:53
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]