.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 75 ospiti collegati
.: Discussione: Taglio d'alberi nel parco dell'ospedale San Carlo

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Andrea Giorcelli

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Andrea Giorcelli il 7 Gen 2011 - 19:55
accedi per inviare commenti
La vicenda dell'eliporto (che ora scopriamo costare 12.000 € al mese) di cui avevamo già avuto modo di parlare in merito alla conseguente eliminazione di circa un'ottantina di alberi nel parco dell'ospedale, avvenuto nel pieno del periodo delle ferie estive, tra fine luglio e prima metà d'agosto dell'anno passato, e di cui abbiamo saputo solo dopo aver visto che tutti gli alberi interessati erano stati già tagliati, provocò diverse lamentele di cittadini, visitatori e dipendenti dell'ospedale, tutti ignari del progetto (allego l'articolo uscito in agosto).

Queste le conclusioni delle mie ricerche:

- in merito alla decisione di creare la superficie di elisoccorso fu indetta una conferenza dei servizi, presso Palazzo Marino, in data 10/12/2009, a cui parteciparono, oltre ai tecnici e ai responsabili di vertice referenti delle strutture coinvolte nel progetto, anche esponenti politici di livello apicale, ad es. l'Assessore Landi di Chiavenna per il Comune, l'Assessore La Russa per la Regione Lombardia, mentre per il Consiglio della Zona 7 era presente la Vicepresidente;

- l'intervento di asportazione delle alberature è stato determinato dalla necessità di ottemperare alle normative sulla sicurezza del volo relative ad adeguati "coni di volo" per il decollo e atterraggio degli elicotteri;

- nella relazione tecnico-agronomica, datata ottobre 2009, a firma della dott.ssa Roberta Lutman, molto dettagliata, si elencano le alberature presenti, solo un paio delle quali colpite dal tarlo asiatico, interessate o meno dagli interventi connessi alla realizzazione della superficie di elisoccorso e vengono indicati i casi in cui viene ipotizzato il ricorso alla procedura di trapianto e quelli in cui viene indicata l'opportunità e/o necessità di abbattimento con la previsione di loro sostituzione con nuove piantumazioni in altre aree del nosocomio, nonché, per alcune all'esterno, nel verde pubblico, la pesante riduzione della chioma in altezza;

- presso il Settore Zona 7 furono quindi presentate due DIA protocollate con P.G. n.° 205276/2010 del 15/03/2010 e P.G. n.° 632679/2010 del 05/08/2010.


Non si conosce tuttora la motivazione per cui il Consiglio di Zona tutto (competente per territorio), vista l'importanza dell'argomento affrontato, non sia stato informato per tempo (preciso che non mi riferisco alle due DIA, che non prevedono il nostro parere).



Andrea Giorcelli
Consigliere della zona 7 (capogruppo Verdi)
In risposta al messaggio di Andrea Giorcelli inserito il 2 Ago 2010 - 01:01
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]