.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 82 ospiti collegati
.: Beni confiscati: il Sindaco Moratti e l'Assessore Moioli alla Factory "Frequenze A Impulsi"
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Martedì, 29 Giugno, 2010 - 11:46
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

BENI CONFISCATI.  DOMANI  IL  SINDACO  MORATTI  E  L’ASSESSORE MOIOLI ALLA FACTORY “FREQUENZE A IMPULSI”

Milano,  29  giugno  2010 – Domani, mercoledì 30 giugno, alle ore 15.30, in via Jean Jaures 7/9 (MM1 Turro), il Sindaco Letizia Moratti e l’assessore alla  Famiglia,  Scuola  e  Politiche  Sociali Mariolina Moioli visiteranno l’immobile  confiscato  alla mafia e riconvertito in spazio polivalente per ragazzi (Factory “Frequenze A Impulsi”) dall’Associazione Archè Onlus.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

IMMOBILI  SOTTRATTI AL CRIMINE. MORATTI E MOIOLI IN VIA JEAN JAURÈS: “UN PROGETTO SPECIALE DOVE I GIOVANI SONO I VERI PROTAGONISTI”


Milano, 30 giugno 2010 – “A Milano l’utilizzo dei beni confiscati alla mafia a fini sociali e per il beneficio della collettività è diventata una realtà consolidata. Questo spazio è un esempio significativo che conferma Milano impegnata in prima linea nella lotta alla mafia e alla criminalità organizzata e al fianco delle cooperative, come  l’associazione Archè, e delle imprese che lavorano sulle terre confiscate. Grazie all’accordo siglato nel 2008 con Governo, Prefettura e Agenzia del Demanio, si sono velocizzati i tempi burocratici in modo che si rendano subito disponibili gli immobili confiscati presi in carica dal Comune”. Lo ha detto, oggi pomeriggio, il Sindaco Letizia Moratti, durante la visita, effettuata insieme con l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali Mariolina Moioli, allo spazio confiscato alla criminalità organizzata, in via Jean Jaurès, (ex night-club “Pink Rabbit”). L’immobile è stato assegnato dal Comune di Milano all’associazione Archè Onlus e riconvertito in un’area polivalente per ragazzi.

“Ad oggi – ha spiegato il Sindaco Moratti - 83 immobili sono già stati assegnati e destinati a progetti con finalità sociali e istituzionali, come il sostegno ai padri separati, il reinserimento di madri in difficoltà, l’emergenza abitativa e occupazionale, l’aiuto ai  nuovi poveri e ai soggetti fragili”.

Il progetto di via Jean Jaurès, rinominato Factory “Frequenze A Impulsi”, prevede lo svolgimento di attività musicali (laboratori per l’apprendimento dei software, studi di registrazione, musica d’insieme) e una radio v ia web attiva due pomeriggi la settimana.
“E’  un progetto speciale – ha sottolineato il Sindaco - dove i giovani sono i veri protagonisti”

“Si tratta di un’iniziativa il cui significato è di grande importanza per tutta la città – ha detto l’assessore Moioli –. In questo spazio, infatti, i valori di convivenza civile e di lotta alla mafia si uniscono a quelli di solidarietà e aiuto reciproco, grazie all’impegno quotidiano dei volontari e dell’associazione Archè”. 

“Ancora una volta – ha concluso Mariolina Moioli – la nostra città ha dato prova di possedere un grande spirito solidale. Grazie alla collaborazione tra istituzioni e associazioni siamo riusciti a dare una risposta concreta ai bisogni dei ragazzi di questo quartiere, proprio partendo dalle esigenze del territorio”.
L’associazione Archè opera da oltre vent’anni nel campo dell’Aids pediatrico, del disagio, dell’emarginazione, della prevenzione, della malattia e della sofferenza minorile. Dal 2000 ha dato avvio a una serie di progetti per adolescenti legati alla musica e alla creatività, attraverso percorsi di animazione sociale e prevenzione.

L’accordo siglato due anni fa sulla destinazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata di alcuni immobili situati in città prevede che il Comune di Milano gestisca le strutture direttamente o attraverso enti del terzo settore, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali e altri soggetti, per un periodo che viene stabilito a seconda della natura del progetto. Gli immobili sequestrati sono di varia natura e dimensioni, per un patrimonio di circa 8 milioni e 300 mila euro e comprendono appartamenti, ville, box, negozi, magazzini, locali di deposito e commerciali e terreni agricoli.
Dove:
via Jean Jaures 7/9 (MM1 Turro)
Quando:
Mercoledì 30 Giugno - 14:30