.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 35 ospiti collegati

.: Eventi

« Novembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
.: CANDIDATURA COMUNALI 2006
Inserito da Giorgio Anelli il Lun, 08/05/2006 - 09:20
La mia lista:
Lista Ferrante
Simbolo lista:
CANDIDATURA COMUNALI 2006
Dove mi candido:
CONSIGLIO COMUNALE
Foto Candidato:
CANDIDATURA COMUNALI 2006
Io in breve:
Milano è la mia città. Qui sono nato il 17 gennaio 1938, qui sono cresciuto ed è qui che vivo con mia moglie Flavia, che ho sposato quarant'anni fa.
Amo gli animali, la letteratura americana e, nel tempo libero, pratico tennis e lo sci.
Cosa ho fatto finora nella vita:
Dopo essermi laureato in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano,sono stato assistente alla cattedra di Ricerca Operativa. Il mio ingresso nel mondo del lavoro è stato nel Gruppo Montedison, dove ho lavorato per circa vent'anni ricoprendo vari ruoli e mansioni, fino ad essere nominato Responsabile Finanziario Italia per i rapporti con imprese e fornitori.
Dal 1990 sono Amministratore Delegato per l'Italia di due industrie multinazionali estere ed Amministratore Unico di una Società italiana di Trading Industriale.
Sono inoltre membro del consiglio direttivo AIRU (Associazione Italiana Riscaldamento Urbano).
Vi spiego perchè mi candido:
Sono dunque un milanese come tanti altri, un manager e non un politico di professione. Nel mio passato e nel mio presente non c’è una tessera politica, ma solamente una costante attenzione per la mia città, che vedo degradata dall’immobilismo e dal malgoverno degli ultimi anni d’amministrazione comunale.
Credo in Bruno Ferrante, nel progetto di governo della Lista civica che porta il suo nome, e voglio mettere il mio cuore e la mia esperienza professionale a servizio di Milano, affinché il suo sviluppo sia, in primo luogo, sviluppo dei diritti, delle opportunità e della qualità di vita per i milanesi. Perché anche una metropoli può e deve essere a misura d’uomo.
 
 
Amo Milano,
voglio cambiarla.
Voglio per Milano MENO:
-        Inquinamento, mediante una politica energetica di lotta agli sprechi e di valorizzazione delle energie da fonti rinnovabili.
-        Traffico, grazie ad un servizio di trasporto pubblico efficace, in cui tram ed autobus, più nuovi e puntuali, viaggino su corsie preferenziali ed in cui l’uso della metropolitana e del passante ferroviario sia, per costi e velocità, il modo più conveniente per raggiungere la città da ogni zona.
-        Costi dei servizi pubblici, poiché ciò che serve a tutti deve essere accessibile indipendentemente dalle condizioni economiche dei cittadini.
-        Tasse comunali (ICI e TARSU): per le giovani coppie che acquistano casa niente ICI per il primo anno, e, in generale, niente tassa sui rifiuti e meno ICI sui box.
Voglio per Milano PIU':
-        Sicurezza, mediante il potenziamento della vigilanza sui mezzi pubblici, specialmente nelle ore serali e notturne, il miglioramento dell’illuminazione cittadina, la restituzione ai vigili urbani del loro ruolo storico di controllo e tutela dei cittadini.
-        Verde, poiché una città realmente verde è quella in cui ogni quartiere ha i suoi spazi verdi ed un parco giochi per i bambini.
-        Attenzione per gli anziani, potenziando i servizi sociali di assistenza domiciliare, aumentando l’offerta culturale a loro diretta  e riducendo i costi per ogni attività di svago (cinema, museo, teatro), creando nuovi centri di socializzazione.
-        Asili nido, per dare concretezza ai diritti alla maternità ed al lavoro delle lavoratrici milanesi.
" Vuoi segnalarmi cosa ti sta a cuore per Milano? Contattami attraverso il mio sito internet: www.anelliperferrante.it
oppure inviami una e-mail all'indirizzo:
giorgio.anelli@anelliperferrante.it "