.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 74 ospiti collegati
.: Moratti, Moioli e Landi all'inaugurazione degli Ambulatori Opera San Francesco per i poveri
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Mercoledì, 9 Giugno, 2010 - 11:13
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

MORATTI, MOIOLI E LANDI ALL’INAUGURAZIONE DEGLI AMBULATORI OPERA SAN FRANCESCO

Milano, 9 giugno 2010 – Domani, giovedì 10 giugno, alle ore 11.00, al Teatro Rosetum, via Pisanello 1, il Sindaco Letizia Moratti e gli Assessori alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali Mariolina Moioli e alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna interverranno alla conferenza inaugurale degli Ambulatori Opera San Francesco per i poveri

Interverranno P. Alessandro Ferrari, Ministro provinciale dei Frati Minori Cappuccini di Lombardia, Luigi Macchi, direzione generale Sanità della Regione Lombardia, Giangiacomo Schiavi, vice direttore del Corriere della Sera, Marco Grumo, gruppo Altis, P. Maurizio Annoni, direttore dell’ Opera San Francesco per i poveri e Riccardo Bonacina, direttore editoriale di Vita Magazine. 

A seguire è prevista la visita al nuovo Poliambulatorio in via Antonello da Messina 4.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

OPERA SAN FRANCESCO, IL SINDACO ALLA PRESENTAZIONE DEL NUOVO POLIAMBULATORIO.
MORATTI: “PRESIDIO DI SOLIDARIETÀ, ASSISTENZA E PREVENZIONE”

Milano, 10 giugno 2010 – “Assistenza, prevenzione e solidarietà: un impegno che  descrive il lavoro quotidiano dell’Opera San Francesco, un impegno che pone  sempre al centro la persona con i suoi bisogni, la sua storia, la sua identità.  Un  metodo  che  guarda sempre alla tutela e alla valorizzazione della  dignità dell’uomo”. Così il Sindaco Letizia Moratti è intervenuta al teatro Rosetum, alla presentazione del nuovo Poliambulatorio dell’Opera San Francesco,  che  avrà  sede in via Antonello da Messina, civico 4, ospitato dal convento dei Frati Cappuccini di piazzale Velasquez.

Presenti  gli assessori alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali Mariolina Moioli  e  alla  Salute  Giampaolo Landi di Chiavenna. Tra gli altri sono
intervenuti anche Maurizio Annoni, direttore dell’Opera San Francesco per i poveri;   Alessandro Ferrari,  ministro provinciale  dei  Frati  Minori
Cappuccini della Lombardia e Luigi Macchi, direzione generale Sanità della Regione Lombardia.

“Il nuovo Poliambulatorio – ha proseguito il Sindaco – rappresenta un nuovo presidio di solidarietà, che contribuirà a rafforzare quella collaborazione virtuosa  tra  Comune  di  Milano  e  Opera  San Francesco, che rappresenta l’anima  più  vera e profonda della città. Una propensione alla solidarietà testimoniata  dal  lavoro  di oltre 500 volontari e dal contributo di tanti benefattori,   aziende  e  privati  cittadini,  che  sostengono  il  lavoro dell’Opera  al  servizio  dei più deboli”. Un lavoro prezioso che il Comune sostiene con un contributo continuativo di 35mila euro.

La  moderna  struttura,  in linea con quanto svolto negli spazi di via Nino Bixio,  consentirà  di  continuare  a  curare  coloro  che  non riescono ad accedere   al  Servizio  Sanitario  Nazionale.  Il  nuovo  Poliambulatorio, infatti,  ospiterà  8  ambulatori  medici,  tre  ambulatori dentistici, una farmacia  interna  e  potrà  contare  sull’intervento  di  124  medici,  10 operatori,  6  infermieri, 3 farmacisti tutti volontari, oltre al personale dipendente.

“L’inaugurazione  del  nuovo  poliambulatorio  –  ha commentato l’assessore Mariolina Moioli -  rappresenta un traguardo per la città di Milano in tema di  solidarietà e cura del prossimo. Con il sostegno del Comune l’Opera San Francesco potrà fornire un servizio fondamentale di cure a un numero sempre maggiore  di persone. Questo progetto dimostra la vitalità dello spirito di solidarietà  e  collaborazione  che  contraddistingue da sempre la città di Milano”.

“Se  si  pensa  che  a  Milano  il  17%  delle  madri separate ricorre alle associazioni  di  volontariato  per  i  beni  di prima necessità - dichiara l’assessore alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna - e  che i nuovi poveri sono 50mila, si comprende immediatamente l’importanza dell’assistenza sanitaria fornita dall’Opera San Francesco. Le cure mediche possono  essere un lusso ed occuparsi della propria salute diventa l’ultima tra  le  tante preoccupazioni di una esistenza quotidiana all’insegna della sopravvivenza.  Milano  è una grande città, operosa, che vanta straordinari livelli  di  eccellenza,  ma  non  possiamo  dimenticare  che  la  crisi ha determinato nuove sacche di povertà, che è un dovere istituzionale e civile intercettare.  L’Opera  di  San  Francesco  si  dedica con nobiltà a questo compito e lo fa in modo intelligente e capillare, ad esempio con i progetti di  prevenzione, come quello attivato nel 2008 dall’assessorato alla Salute che denominato “Immigrazione Sana”,  ha  costituito  un  osservatorio privilegiato  per  la  raccolta  e  il monitoraggio dei dati sanitari della popolazione straniera a Milano”.
Dove:
Teatro Rosetum, via Pisanello 1
Quando:
Giovedì 10 Giugno - 10:00