.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 133 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
.: Alessandro La Spada, un ambientalista per la zona 6
Inserito da Alessandro La Spada il Dom, 07/05/2006 - 16:43
La mia lista:
Verdi per Milano
Simbolo lista:
Alessandro La Spada, un ambientalista per la zona 6
Dove mi candido:
Consiglio di zona 6
Foto Candidato:
Alessandro La Spada, un ambientalista per la zona 6
Io in breve:

Milanese, trent'anni, sono da sempre appassionato ai temi dell'ambiente, per migliorare la qualità della vita, e dell'innovazione.

Dopo gli studi di Economia ho trasformato la conoscenza del computer in un lavoro, e oggi coordino le attività su Internet di una casa editrice. Ho iscritto al WWF tutta la famiglia, comprese mia moglie e mia figlia di un anno e mezzo, augurandomi che Gaia cresca pensandola, almeno su queste cose, come il papà.

Collaboro ad attività culturali e sportive per favorire il recupero della periferia, dove serenamente abito.

Cosa ho fatto finora nella vita:

Sono laureato in Economia della Amministrazioni Pubbliche, un percorso di studi volto a formare persone con solide basi di economia e diritto con particolare attenzione alla gestione delle imprese pubbliche e delle istituzioni. Il settore pubblico mi ha sempre attirato, e penso di poter contribuire in modo positivo al suo miglioramento.

Sono un giornalista pubblicista, iscritto all'albo della Lombardia, e da circa dieci anni mi occupo professionalmente di informatica, la mia passione sin da bambino, e di Internet. Saper usare il computer e saper scrivere in un italiano decente mi hanno portato nel settore editoriale: oggi lavoro nella filiale italiana di un editore internazionale, dove mi occupo in generale delle attività su Internet.

Nel tempo libero ho sempre fatto sport, oggi purtroppo meno, e attività sociale. Sono attivo nel comitato di quartiere, che cerca di aiutare le persone con i loro problemi quotidiani, mentre in passato ho fondato un'associazione culturale e ho organizzato manifestazioni sportive per animare la vita della periferia e coinvolgere i giovani.

Vi spiego perchè mi candido:
Chi abita in zona 6 sa che questo territorio, delimitato dai due principali Navigli milanesi, ha una vocazione residenziale, agricola e commerciale. Rispetto ad altre zone di Milano abbiamo più verde, locali alla moda e pittoresche attività artigianali. Ma abbiamo anche meno aziende, per cui ognuno di noi si sposta anche molto per andare al lavoro.

La mia idea è che il Consiglio di zona, l'istituzione politica più vicina ai cittadini, debba lavorare per favorire la qualità della vita, enfatizzando gli aspetti positivi dell'area dei Navigli, e favorire l'insediamento di imprese a ridotto impatto ambientale, come quelle del terziario. Se più persone possono lavorare vicino a casa in occupazioni compatibili con l'ambiente, avremo meno milanesi in movimento, meno traffico, meno inquinamento e meno stress.

Questi, in estrema sintesi, sono due concetti a mio avviso essenziali affinché l'operato del Consiglio di zona sia utile agli abitanti. Se sarò eletto mi impegnerò per realizzarli. Sarò sempre contattabile, per conoscere lo stato dei lavori e segnalarmi nuove questioni, in Consiglio, via e-mail o tramite il sito Verdi Navigli, in cui potremo discutere l'attività svolta e i risultati.