.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 34 ospiti collegati
.: Discussione: Strada alla bici in corso Buenos Aires: la petizione di Ciclobby!

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Eugenio Galli

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Eugenio Galli il 9 Dic 2010 - 08:44
accedi per inviare commenti
Abbiamo ancora tanta strada da percorrere

Segnaliamo, per chi non lo avesse letto, un articolo molto stimolante di Paolo Rumiz, giornalista e scrittore, pubblicato su la Repubblica di martedì 7 dicembre sulle pagine nazionali, all’indomani dell’ennesima tragedia sulle strade avvenuta in Calabria, con un gruppo di ciclisti falciati da un’automobilista che li ha investiti frontalmente durante un sorpasso sulla corsia opposta.

 

Rumiz è, come lui stesso si definisce, un «viaggiatore con la bicicletta»: viaggia ed osserva. E racconta con straordinaria efficacia “L’Italia che pedala pericolosamente”.

 

Inutile invidiare il resto degli Stati europei, con una mobilità ciclistica spesso a due cifre, se non riusciamo a uscire dalla sudditanza culturale nei confronti dell’auto, che nullifica i diritti di tutti gli altri utenti delle strade.

 

La politica è indubbiamente indietro, su questi temi. Sia a livello nazionale che locale. Ma occorre che i cittadini facciano sentire la loro voce, dimostrando anche con le scelte quotidiane che il cambiamento è possibile.

 

Fiab CICLOBBY Milano

In risposta al messaggio di Eugenio Galli inserito il 4 Giu 2010 - 10:30
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]