.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 122 ospiti collegati
.: Anniversario dell Repubblica: Podestà alla cerimonia dell'Alzabandiera e al ricevimento in Prefettura
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Martedì, 1 Giugno, 2010 - 14:18
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa della Presidenza della Provincia di Milano:

Anniversario della Repubblica: Podestà alla cerimonia dell’Alzabandiera e al ricevimento in Prefettura

Il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, in occasione 64°Anniversario della proclamazione della Repubblica parteciperà, domani (2 Giugno), all’Alzabandiera (ore 12) in Piazza del Duomo promosso dal Presidio militare interforze di Milano.
Nel pomeriggio, il presidente Podestà prenderà parte, invece, al tradizionale ricevimento che si terrà alle 19 a Palazzo Diotti, sede della Prefettura milanese.

Milano, 1° giugno 2010
Ufficio Stampa Presidenza
(Tel. 02/77406655)

P.S.

Dall'Ufficio Stampa della Presidenza della Provincia di Milano:

Festa della Repubblica, Podestà: «Il federalismo rafforza l’unità d’Italia»
 
In occasione del 64°Anniversario dall’istituzione della Repubblica, il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà ha partecipato oggi in piazza del Duomo all’Alzabandiera promosso dal Presidio militare interforze di Milano.
«Il 2 Giugno rappresenta la festa di tutti gli italiani che, uniti da valori identitari condivisi e nel rispetto delle diverse opinioni, riaffermano il proprio senso di appartenenza alla Patria – ha dichiarato il presidente Podestà al termine della cerimonia -. Il federalismo, a mio avviso, rafforza le radici del nostro Paese. Questa forma di governo, già scelta da molte Nazioni europee ha, secondo me, portato allo sviluppo di quella sussidiarietà indispensabile per promuovere la coesione dei popoli nel segno della cultura, della storia e della tradizione. Adesso in Italia ci accingiamo a dare una veste federale alle nostre Istituzioni con l’obiettivo di meglio affrontare e gestire le molteplici realtà di un Paese ricco di peculiarità come il nostro. Sbagliano quanti sostengono che siano in contraddizione il senso della Patria, da avvertire non solo il 2 Giugno, e il federalismo».
A partire dalle 19 di oggi, il presidente Podestà parteciperà al ricevimento che si terrà a Palazzo Diotti, sede della Prefettura milanese.
 
Milano, 2 giugno 2010
Ufficio Stampa Presidenza
(tel. 02/77406655)

P.P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

64° Anniversario

Festa Repubblica per recuperare i valori del Paese

Tradizionale parata e alzabandiera in piazza Duomo. De Corato: "Fieri della nostra democrazia guardiamo al futuro". L'invito ai giovani a leggere la Costituzione

Milano, 2 giugno 2010
–  Una festa per recuperare un patrimonio di tradizioni e valori forti e comuni, per guardare con fiducia a un futuro di apertura e modernità: sono questi i temi più importanti toccati oggi dal vice Sindaco di Milano, Riccardo De Corato, nel corso della cerimonia, in piazza Duomo per le celebrazioni del 2 giugno.

"Il 64° anniversario della nascita della Repubblica, così come i 150 anni dell'unità d'Italia, sono momenti importanti per recuperare il patrimonio di valori del nostro Paese – ha dichiarato il vice Sindaco in rappresentanza dell'Amministrazione - E per renderci fieri di essere italiani. Dell'Italia che in passato ha saputo lottare per conquistare i valori di democrazia e libertà. E dell'Italia che, forte delle proprie tradizioni, ha saputo guardare al futuro, diventando un Paese moderno, aperto all'Europa e al mondo. Questo deve essere lo spirito con cui vivere la Festa".

Con l’Inno nazionale di Mameli, suonato dalla Fanfara dell'Aeronautica Militare si è svolto stamani, in fondo a piazza Duomo, il tradizionale  “alzabandiera”. La cerimonia, organizzata dal Presidio militare interforze di Milano, ha visto sfilare tra gli alti, Esercito, Aeronautica, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Carabinieri e Polizia di Stato.
Presenti, oltre al vice sindaco Riccardo De Corato, il Presidente della provincia Guido Podestà e l'assessore regionale al Commercio Stefano Maullu.

"Piegare il 2 giugno a una lettura a proprio uso e consumo della Costituzione – ha sottolineato nel suo intervento De Corato – è sbagliato. Di qui l'invito rivolto ai giovani a rileggerla. Perché la Carta viene spesso sbandierata da chi se ne tiene a debita distanza. Che si riempie la bocca di solenni principi, diritti, libertà, giustizia, salvo poi essere i primi a violare gli articoli fondamentali”.

Dove:
Piazza del Duomo
Quando:
Mercoledì 2 Giugno - 11:00