.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 144 ospiti collegati
.: Discussione: Cancellare il TRAM a Milano? Progetto antistorico contro il buon senso.

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Luca Geoni

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Luca Geoni il 4 Giu 2010 - 13:55
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Le rotaie bagnate sono "un problema" anche per le auto allora. Però penso lo siano molto meno delle buche e delle strisce pedonali da "patinoir" e infatti alle autoscuole un tempo raccomandavano di marciare a cavallo dei binari, non sopra. Se poi uno viaggia con la testa nelle nuvole, anche i muri sono pericolosi. Infatti, sembra che nel mondo la pericolosità dei binari sia considerata un male trascurabile, rispetto ai vantaggi del mezzo interamente considerato.

Sirio (7100) e Sirietto (7500 e 7600) sono la stessa cosa, essendo Sirio una piattaforma modulare da due a 7 casse, che ha successo anche all'estero: dunque, la lunghezza non c'entra.  Se lo stridìo è in rettilineo, c'è qualcosa che non va (ruota spiattellata per frenata o altro: un'anomalia); le sospensioni moderne hanno ridotto tantissimo il rumore sugli scambi/incroci; mentre in curva....
 
ti svelo  che le curve milanesi non hanno i raccordi, ossia porzioni di binario che curvano con un raggio di curvatura più ampio di quello della curva e che invece ci sono altrove, specie nelle reti moderne.  Questi accorgimenti riducono in generale il rumore, perchè la curva è meno secca, quindi migliorano anche il comfort di marcia. Data la struttura dei carrelli dei nuovi tram a pianale ribassato,  paragonabile a quella delle "Edison" dei primi del '900, oggi si sente di più l'entrata e l'uscita in curva (rispetto ad un tram a carrelli non ribassato), anche a causa dell'assenza dei raccordi.

Comunque, chi come me vive da sempre a Milano, sa che i fischi dei tram dipendono anche dal clima, così come le scivolate in frenata causa fogliame/nebbia si verificano di più in autunno. Non per nulla i mezzi moderni hanno sistemi antislittamento (getti di sabbia).

Da altra discussione ho notato che in Porpora starebbero per rifare i binari: speriamo che preluda al ritorno del 33Alto e che applichino i raccordi alle curve.


IN TRAM WE TRUST
In risposta al messaggio di Claudio Edossi inserito il 3 Giu 2010 - 14:44
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]