.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 67 ospiti collegati
.: Aggiungi un commento
Sabato, 6 Gennaio, 2007 - 21:48

una lettera per riformare il regolamento edilizio

E' una lettera semplice ma diretta, puntuale, rigorosa nelle linee di progetto. E' la lettera del Presidente dell'associazione Officina dell'Ambiente inviata alla sindaca di Milano Letizia Moratti e che ha come intenzione quella di sollevare proposte che diano concretezza e applicazione al risparmio energetico, alla tutela delle risorse energetiche, allo sviluppo di sistemi di riscaldamento basati su fonti rinnovabili e naturali, sostenibili, al riaprmio generale di risorse, all'utilizzo di criteri di compatibilità nella costruzione ed edificazione di nuovi edifici, soprattutto diminuendo le emissioni che provengono dalle strutture, inquinanti l'atmosfera, l'aria.

Forse biusogna ascoltare per comprendere che altre vie devono e possono essere esperite per rendere questa città veramente nostra, veramente abitabile, vivibile, sostenibile, salubre, ecologica, umana.

Alessandro Rizzo
Capogruppo Lista uniti con Dario Fo per Milano
Consiglio di Zona 4 Milano

Al sig. Sindaco della città di Milano Letizia Moratti.

Egregio Sig. Sindaco

la Associazione Officina dell'Ambiente, attraverso la propria rivista on line ha dato un
contributo di idee e di proposte alla recente campagna elettorale per la città di Milano.

Noi abbiamo sostenuto con convinzione la candidatura del Suo antagonista ed ora a
risultato acquisito riteniamo importante sottoporre anche a Lei, Sig. Sindaco, alcune
delle proposte che da tanti mesi sono oggetto di approfondimenti e di contributi ospitati
nel nostro giornale, in tema di energia, nei suoi aspetti di uso razionale, efficienza e
risparmio energetico soprattutto sul lato della domanda.

Le principali proposte che portiamo alla Sua attenzione sono le seguenti:

1. Adottare un regolamento edilizio che faciliti e promuova
¨ l’efficienza energetica degli edifici e degli impianti;
¨ l’installazione di impianti basati sull’utilizzo di fonti energetiche
rinnovabili quali pannelli solari, impianti fotovoltaici, componenti
bioclimatiche,ecc.;
¨ l’utilizzo di accorgimenti costruttivi ad alta sostenibilità ambientale
riguardo a orientamento, isolamento termico ed acustico, illuminazione e
ventilazione naturale, recupero acque piovane;
2. Diffondere e favorire la certificazione energetica degli edifici.
3. Investire sul teleriscaldamento.
4. Creare centri per l’informazione e la consulenza finalizzata al
risparmio energetico.

Siamo a disposizione per qualsiasi ulteriore contributo si rendesse necessario
e seguiremo sempre con attenzione e passione tutti gli aspetti ambientali che
riguardano la nostra Città.

Buon lavoro a Lei , alla Giunta ed al Consiglio.

Milano 30 giugno 2006

Sergio Saladini - Presidente Associazione Officina dell'Ambiente

Rispondi

La discussione è chiusa: non puoi inviare nuovi commenti.