.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 265 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Francesco Arena


Sabato, 20 Maggio, 2006 - 01:25

Spazio Libero per esprimere le vostre opinioni.

Questo spazio lo lascio libero e non vincolato ad alcun tema per consentire a voi tutti di esprimere liberamente opinioni, suggerimenti, lamentele, idee. 

Partecipare e far sentire la propria voce. 

 Francesco Arena




Sabato, 20 Maggio, 2006 - 00:55

tempo e manutenzione dei rapporti interpersonali e sociali

Il tema sul riutilizzo o riconquista del tempo nella città è strettamente legato al tema del riutilizzo delle risorse e degli spazi urbani.E' per certi versi tema sfuggente e forse troppo "politicizzato" nel senso peggiore del termine.

Io vorrei  buttarlo  giu' lì come tema di discussione, al fine però di passare dalla filosofia all'azione. Allo scopo di uscire da un ragionamento fazioso e "politicante" e passare a discussioni reali fatte da gente che come me e come Voi vive la città e sente la necessità di migliorarne la qualità della vita.

Per me riconquistare il tempo significa: avere a disposizione tempi fagocitati dalla città per ricostruire relazioni sociali e percorsi individuali di crescità.Cosa significa per voi riconquistare il tempo?

Vi segnalo un link di un progetto del ministero dell'ambiente ed aspetto vostre segnalazioni su altri progetti o su idee inerenti al tema.

http://www.cittasostenibili.minori.it/ 

Spero moltissimo che questo spazio sia attivo per molto tempo anche dopo le elezioni, sarebbe fantastico poter continuare a parlare e a confrontarci su questi argomenti e sarebbe ancora meglio riuscire a portare avanti un progetto anche piccolo che possa essere la prima pietra di un grande edificio. Io ci mettero tutto il mio impegno.

Francesco Arena 

Sabato, 20 Maggio, 2006 - 00:36

Parliamo degli spazi nella città.

Avete mai riflettuto su come la fame di case e e la crescita spaventosa di alcune grandi città  abbia negli ultimi 30 anni  modificato gli spazi della città e soprattutto glu usi ed i costumi dei quartieri e dei loro abintanti che nella città non solo producono ma soprattutto vivono. Storie di businnes che incrociano e  di di famiglie, di gruppi o di singoli. Le due realtà sembrano scontrarsi e spesso scambiarsi l'un l'latra il ruolo di vittime o carnefici. O affari o vita sociale. Questa visione di guerra fra esigenze diversa puo' essere superata, specie oggi che la riconversione economica di alcune aree lascia ampiispazi fisici per riconsitire alla società di appropiarsi degli spazi vitali al suo sviluppo.

Che pensate di questo tema? So che e' quesi pretenzioso parlare di questo per un candidato ad un cosiglio circoscrizionale, ma ciò che mi preme realmente e di avviare una discussione sul tema, mi preme grandemente di creare una coscienza sulle possibili soluzioni...fare politica e' anche questo: cominciamo a parlarne pian pianino qualcosa riusciremo a costruire insime.

Vi segnalo un link a mio avviso molto interessante, idee "audaci "su utilizzo e riutilizzo degli spazi urbani, in particolare vi invito a cliccare il progetto ian+sportcity, il settimo a partire dal fondo.

http://architettura.supereva.com/architetture/ 

Ed ancora un altro link abbastanza tecnico ma molto interessante per il progetto Metàpolis

http://www.iaacat.com/html/html/english/index.php 

Scrivete quache commento, raccontatemi di qualche esperienza significativa di cui siete a conoscenza,  magari segnalate anche qualche sito .

Servirà a me, a Voi, a noi tutti per crescere. 

Francesco Arena 

Sabato, 20 Maggio, 2006 - 00:06

Democrazia è innanzitutto partecipazione.

 Cari Amici, essendomi occupato in varie circostanze ed a vario titolo di Nuovi Modelli per le Pubbliche amministrazioni, ho di recente focalizzato la mia attenzione sui nuovi metodi di partecipazione alle scelte politiche.

Sapete che alcuni comuni della Nuova Zelanda  danno la possibilità ai cittadini di scegliere i servizi in quantita e qualità collegando la scelta all'imposizione fiscale? Facendo un esempio banale  si chiede alla gente vuoi una piscina olimpionica in più in quartiere a fronte di un aumento dell'ICI del 3%?

Che ne pensate di questo modello?In che modo e con che mezzi sareste disposti a partecipare alle scelte politiche? Il voto e fondamentale di certo, ma bisogna andare oltre!avreste interesse a questionari mensili su qualità dei servizi? A votazioni elettroniche? a mettermi in gioco in prima persona per sponsorizzare nuove iniziative?

Vi segnalo un link di un comune neozelandese molto interessante, un grande esempio di Democrazia Partecipativa web oriented

http://www.ccc.govt.nz/ 

Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni e misurare così il Vostro grado di interesse rispetto ad un modello di partecipazione che a mio avviso rappresenta un ineluttabile ma fortunato futuro.

Cordialmente

Francesco Arena 

 

RSS feed