.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 39 ospiti collegati

.: Eventi

« Marzo 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

.: Categorie

.: Ultimi 5 commenti


Nessun commento...

.: Il Blog di Emiliano Silvestri Cecinelli
Giovedì, 18 Maggio, 2006 - 18:44

ESCLUSI ILLEGALMENTE DAL PARLAMENTO OTTO SENATORI

ESCLUSI DAL PARLAMENTO OTTO SENATORI REGOLARMENTE VOTATI ED ELETTI DAL POPOLO ITALIANO.
 
 
La nuova legge elettorale prevede un premio di maggioranza a livello regionale.
 
Prevede anche una soglia di sbarramento del 3%; tale soglia di sbarramento però non é prevista nelle regioni dove nessuna coalizione abbia raggiunto il 55% dei voti validi.
Il Senatore Battisti della Margherita in Commissione Affari Costituzionali, osservò che la soglia andava reintrodotta.
Arrivati in aula il Senatore Mancino propose due emendamenti volti a reintrodurre la soglia di sbarramento anche nelle regioni dove nessuna coalizione avesse raggiunto il 55%, gli emendamenti furono respinti.
 
La maggioranza temeva che l’accoglimento degli emendamenti (e il conseguente ritorno alla Camera dei deputati) rendesse impossibile l’approvazione della legge prima della chiusura della legislatura.
 
Il Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato presentò quindi un testo scritto nel quale affermava che la soglia di sbarramento per ragioni “sistemiche” si doveva intendere comunque esistente.
 
In sede di proclamazione, é accaduto che l’interpretazione di un senatore di maggioranza, contraddetta dal voto d’aula, ha avuto valore di legge e ha escluso senatori regolarmente votati ed eletti dai cittadini dal Parlamento. 
 
Si tratta di una grave violazione della legalità costituzionale, bisogna tornare al rispetto della Costituzione e della stessa legge elettorale.

RSS feed