.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 42 ospiti collegati

.: Eventi

« Luglio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

.: Categorie

.: Ultimi 5 commenti


Nessun commento...

.: Il Blog di Ernesto Dedò


Sabato, 15 Aprile, 2006 - 19:28

Integrazione etnica

Per promuovere una maggior integrazione degli emigrati con la popolazione si propone, oltre che l'organizzazione di corsi di lingua italiana per gli emigrati, anche corsi di "cultura" che non si limitino allo studio di date storiche significative, ma che riguardino in generale le abitutidini, le tradizioni ed il modo di vivere nella nostra città.
Viceversa sarebbe anche utile uno scambio culturale: proponiamo anche  che la popolazione venga a conoscenza di quali sono le abitudini e le tradizioni delle varie culture portate qui da queste persone.

Sabato, 15 Aprile, 2006 - 19:23

Anziani e partecipazione

Credo che gli anziani non abbiano soltanto bisogno di circoli ricreativi in cui giocare a "scala 40" o in cui ballare, quanto piuttosto di sentirsi ancora utili alla società. Credo anche che sia importante che i giovani conoscano il passato attraverso l'esperienza dei meno giovani.

 "Ai miei tempi..." è una frase che spesso irrita il giovane, il quale si sente privato della possibilità di fare le sue esperienze. Tuttavia, quando il racconto è di una esperienza più che un confronto tra due realtà inevitabilmente diverse, allora l'interesse aumenta. Sono convinto che il racconto di esperienze vissute in prima persona sia estremamente utile per i ragazzi.

Proveremo ad anche organizzare corsi per anziani, ad organizzare incontri tra ragazzi (per esempio delle scuole del quartiere, ma non solo) ed anziani che hanno qualcosa da raccontare sulla loro esperienza della Resistenza, di come si viveva a Milano nell'immediato dopoguerra, di quali erano i divertimenti dei giovani di allora, di come era la scuola, come erano le case ecc.

 

Mercoledì, 12 Aprile, 2006 - 16:19

Città studi, a misura degli studenti?

In Zona 3 sono collocate quasi tutte le Facoltà tecnico-scientifiche di Milano. La popolazione studentesca è parecchia.  

Mancano però le infrastrutture: gli spazi verdi sono indecenti, gli alloggi sono cari, ma scarseggiano anche bar, pizzerie e, genericamente, locali in cui passare una serata.

Mi piacerebbe avere pareri di studenti che frequentano città studi, sia perchè ci abitano, sia perchè ci passano buona parte della giornata, quali sono i loro disagi e quali le loro aspettative ed esigenze.

 




RSS feed