.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 90 ospiti collegati

.: Eventi

« Settembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Stefano Pillitteri
Domenica, 30 Aprile, 2006 - 17:41

intolleranza

E' significativo di un certo modo di intendere la democrazia quanto é avvenuto nella manifestazione dello scorso 25 aprile.
Io vi ho partecipato personalmente e sono, dunque, testimone oculare dell'intolleranza che ha avuto ad oggetto non solo Letizia Moratti ma anche tutti gli esponenti di Forza Italia che seguivano il gonfalone di Milano.
Tra cui , per l'appunto, il sottoscritto.
I fischi, ovviamente, ci possono sempre stare.
Anche se sono poco consoni con quella che dovrebbe essere (come, a parole, sostenevano anche gli esponenti del centrosinistra) "una festa di tutti".
Quello che resta inaccettabile sono insulti, sputi e altre inciviltà del genere in cui si é diffusa gran parte (e sottolieno gran parte, tutt'altro che esigua minoranza) della folla "targata" che partecipava al corteo.
Nessuno di noi si sognerebbe mai di insultare e sputazzare chi la pensa diversamente.
Questo, a prescindere dalle opinioni politiche, divide profondamente noi da loro.
Purtroppo, mi sento di aggiungere.
Oggi abbiamo un candidato sindaco che si scopre, improvvisamente, proletario e si permette di indicare chi può partecipare alla manifestazione del 1° maggio e chi no. Cosa ne pensate?
Giovedì, 13 Aprile, 2006 - 09:36

elezioni politiche 2006

personalmente ritengo che il risultato di forza italia e di tutta la c.d.l. alle elezioni politiche  costituisca un'innegabile e clamorosa vittoria politica. In un solo colpo é stata spazzata via tutta la mistica (alquanto mistificatoria) di un'italia che chiedeva a gran voce il cambiamento incarnato in Romano Prodi. E con lei quella del "partito di plastica". Per mesi, e non senza arroganza, si é celebrato, a sinistra, il rito della propria inevitabile e palingenetica vittoria. E invece solo una percentuale dello zero virgola zero divide i due schieramenti, Forza Italia rimane il primo partito e DS e Margherita incassano una sonora sconfitta.     

RSS feed