.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 121 ospiti collegati

.: Eventi

« Novembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

.: Candidati

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Roberto Innocenti
Giovedì, 25 Maggio, 2006 - 15:07

Oggi stiamo ripiantando gli alberi nei Giardinetti di Via Bazzini

Ciao!

Dalle ore 14 siamo ai giardini di via Bazzini, che stiamo
ripiantumando con i Verdi e i membri del comitato per i
giardinetti di via Bazzini.

Infatti in questi giardinetti hanno tolto tutte le piante
per fare posta ai box, infatti questo piccolo spazio verde
per i bimbi, uno dei pochi vicino a via Bazzini, è
diventanto un grande business per i costruttori di box...

Chiediamo aiuto a chi può venire...

Ai giardinetti c'è Alberto Pero tel 339/5489337

grazie

Roberto

Giovedì, 13 Aprile, 2006 - 23:55

LA PRIVATIZZAZIONE DEI DIRITTI DEI BAMBINI

Ai primi di gennaio c'è stato lo scandaloso episodio di violenza sui bimbi del Nido di Via Cesalpino dato in gestione dal Comune di Milano alle cooperative dove i bimbi sono stati picchiati e seviziati da educatrici delle cooperative che nulla avevano di professionale.

[...]Le due maestre, 29 e 24 anni, rispettivamente educatrice e coordinatrice per la Cooperativa «Nuova assistenza», nei giorni scorsi sono state colpite da un provvedimento cautelare di divieto di dimora nel nido stesso per evitare, come scrive il gip nell’ordinanza, che continuassero a «minacciare i bambini» e «usare violenza». Del resto, nota ancora il giudice, a nulla erano servite le lamentele di una loro collega educatrice che le aveva rimproverate proprio per i loro metodi. Comportamenti che, sostiene l’accusa rappresentata dal pm Marco Ghezzi, sono stati immortalati dalla videocamera del telefonino cellulare della bidella che poi si è presentata alla polizia per denunciare le maestre. [...] (fonte Corriere della Sera, del 17/01/2006)

[...]“ Una partita di mozzarelle avariate fornite da una società di ristorazione che fornisce le scuole della Zona 3 hanno allertato educatrici e genitori. Mozzarelle con sapore sgradevole e colore in alcune scuole sono state consumate dai bimbi, alcuni dei quali hanno poi lamentato nel pomeriggio attacchi di vomito e diarrea.”[...]

( fonte http://www.rdbcub.it/rassegna_stampa11200106.htm 19 gennaio 2006 - Comunicato RdB CUB P.I. - Comune di Milano)

[...]l'assessore all'Educazione del Comune di Milano Bruno Simini, in consiglio comunale, si è espresso proprio in questi termini: "Nella società c'è violenza, la violenza si manifesta in ogni luogo e può essere che questa emerga anche negli asili".

Come genitori siamo sgomenti. Da mesi l'assessore ribatte alle denunce e alle perplessità sulla gestione dei micronidi con rassicurazioni che si sono dimostrate palesemente inattendibili.

La cooperativa La Nuova Assistenza ha dichiarato alla stampa: "Su quanto successo cadiamo dal pero".[...] ( fonte

http://www.chiedoasilo.it )

 

IO CREDO che gli asili nidi devono rimanere pubblici e che il personale deve essere qualificato.

L'educazione, specialmente quella dei più piccoli. è una PRIORITA' per la società, e non un PROFITTO per alcuni imprenditori e un COSTO per il Comune o lo Stato!

 

 

Giovedì, 13 Aprile, 2006 - 00:37

STOP ALLE RUSPE IN VIA BAZZINI

Da 2 anni la popolazione è attiva in difesa degli spazi verdi di Zona 3 , in particolare P.zza Aspromonte, via Bazzini, P.zza Gobetti.
Ecco un articolo che pubblicava sul giornale di zona di cui sono un fondatore dal 1993 già nel 2004 cosa stava avvenendo...

Ecco di seguito il messaggio di aiuto che hanno mandato:
"In via Bazzini (MM2 Piola) il comune ha mandato le ruspe per sventrare il giardinetto e tagliare magnifici alberi, per ricavare 5 piani sotterranei di posti auto. Due piani sono già assegnati al cosiddetto Elefante, cioè all'ospedale S.Rita, che la speculazione edilizia sta facendo crescere a dismisura nelle vie circostanti, senza occuparsi per tempo dell'esistenza dei servizi necessari per consentire una crescita a dismisura della vecchia clinica. I box sono quindi una tardiva rincorsa della speculazione per consentire il funzionamento dell'ospedale ingigantito, e per soddisfare un'altro "corno" della medesima speculazione, che sta scavando trincee in tutta Milano, provocando il sorgere spontaneo di gruppi di opposizione di cittadini.

Anche oggi a partire dalle ore 7 presidiamo il cantiere, per evitare che le ruspe possano lavorare. Il nostro scopo è di costringere il comune a rivedere i piani di lavoro, che insidiano la stabilità delle case circostanti, e verificare che le ditte subsubsubappaltatrici siano in regola.
Venite a darci una mano. Abbiamo bisogno di presenze e di darci il cambio (la notte non sembra necessaria)"

Credo che questa amminsitrazione ha cementificato milano, riducendo i pochi spazi verdi in cantieri... 

INVITO TUTTI GLI ABITANTI DI ZONA 3 ad lottare per questo spazio!

 grazie

RSS feed