.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 85 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Roberto Jonghi Lavarini
Venerdì, 29 Ottobre, 2010 - 15:26

XXVIII OTTOBRE 2010

Oltre un centinaio di patrioti, ieri sera a Milano, hanno festeggiato, come tradizione, l’anniversario della Marcia su Roma, alla cena organizzata dalla Associazione Nazionale Arditi d’Italia (ANAI).
Il Capitano Francesco Lauri ed il Caporale Leonardo Romano, Segretario del Reparto ANAI di Milano (intitolato all’Ardito Ampelio Spadoni, vice Comandante della Legione Autonoma Ettore Muti), dopo aver citato Josè Primo de Rivera (fondatore della Falange spagnola) hanno presentato il nuovo labaro della sezione, benedetto dal Cappellano Militare, Don Marco Melzi.
Il Cav. Pierpaolo Silvestri, Presidente Nazionale ANAI, ha ricordato la figura del Comandante Ardito Gianni Cordara di Milano che partecipò alla Marcia su Roma ed ha consegnato due medaglie commemorative del 90° anniversario di fondazione della gloriosa associazione combattentistica e patriottica, con relativi diplomi di benemerenza, a Don Melzi ed al Dott. Roberto Jonghi Lavarini. L’Ausiliaria ANAI, Marcandelli, ha declamato una bellissima quanto lunga poesia dedicata a Benito Mussolini.
Hanno portato il loro commosso saluto tre ex Combattenti della Repubblica Sociale Italiana: Ivan Bianchini (Marò del Battaglione Nuotatori Paracadutisti della Decima Flottiglia Mas del Comandante Principe Junio Valerio Borghese, con encomio solenne per azioni di guerra), Lino Menghini (Aviere Marconista della Regia Aeronautica poi aggregato come volontario “fallschirmjaeger”  alle truppe d’assalto germaniche) ed il vulcanico Sergio Spinelli (Volontario, a soli 14 anni, nelle Fiamme Bianche della RSI e figlio di Ardito della I Guerra Mondiale).
Erano presenti, fra gli altri: Dario Casorati (festeggiato per il suo 70° compleanno) ed il Conte Alessandro Romei Longhena in rappresentanza della Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, Sergio Pogliaghi (vice Presidente vicario della Associazione Combattenti della X° MAS), Romano Cramer di Albona (Segretario del Movimento Nazionale Istria-Fiume-Dalmazia), il Conte Prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca (presidente della associazione insegnanti AESPI), Lucia Parisi (vice Presidente della Associazione per la Formazione al Giornalismo), Francesco Filippo Marotta (del movimento Destrafuturo), Mario Mazzocchi Palmieri (del Comitato Destra per Milano), Rino “Banana” Demango (del comitato Destra per Rho), Leonardo Bianchi (della associazione Progetto Zero di Monza), gli operai metalmeccanici Fallara e Fiore, rappresentanti del sindacalismo nazionale (dirigenti UGL ex CISNAL)  e l’Avv. Gabriele Leccisi (figlio di Domenico, mitico deputato missino milanese) con una folta delegazione della Fiamma Tricolore.
Sono giunti i saluti ufficiali di Pasquale Cioffi (Presidente della Associazione Arma di Cavalleria, pluridecorato reduce di Russia), del Conte Fernando Crociani Baglioni (Presidente del Centro Studi Storici e Politici Internazionali Patria e Libertà) e del Prof. Alberto Mariantoni.
Da segnalare, in nome della continuità ideale e generazionale che, da sempre, contraddistingue questi raduni camerateschi, la presenza di due bambini di pochi mesi, rispettivamente figli di Leonardo Romano e del Conte Ezra Foscari Widmann Rezzonico.

Per un gruppo di irriducibili, la serata è continuata, nei bar del rosso quartiere Isola di Milano, sotto la guida del Dott. Marcello Cerati e l'ultimo bindisi (quello della staffa) alla Rivoluzione Fascista ed alla Marcia su Roma è stato chiamato dal "Barone Nero" questa mattina alle ore 2.00.

Venerdì, 22 Ottobre, 2010 - 09:51

La Bellezza: dote positiva e dono di Dio!

Ho entrambe le figlie che frequentano il Collegio San Carlo di Milano e, oggi, insieme, ad un gruppo di una decina di "papà sancarlini" abbiamo dato vita al "Maestra Ielana Fans Club". La nostra è volutamente una provocazione goliardica per rispondere alle polemiche riportate oggi su tutti i giornali. Ci teniamo a ribadire che lo storico Collegio San Carlo è una scuola laica e cristiana, serissima e severa, che seleziona la migliore classe dirigente milanese con metodi di insegnamento tradizionali ma anche di avanguardia, sopratutto nell'insegnamento delle lingue straniere e nell'utilizzo delle nuove tecnologie. Per la cultura classica la bellezza estetica è una ricchezza ed una forza, per noi cattolici anche un positivo dono di Dio. Confermiamo che la maestra Ileana Tacconelli, oltre ad essere una ragazza estremamanete bella, è una insegnate altrettanto brava, intelligente, preparata, seria, sobria, rigorosa, assolutamente all'altezza del difficile ruolo educativo che le è stato affidato. La dolcezza del suo sorriso e la sensualità delle sue forme, generose quanto naturali, sono qualità ulteriori, secondarie, quanto assolutamente positive ed apprezzate da tutti. Le signore che si sono lamentate per la presenza di Miss Abruzzo al San Carlo, sono delle poverette ipocrite e complessate.
:-)
Roberto Jonghi Lavarini

Martedì, 12 Ottobre, 2010 - 08:19

Rinnovamento-Partecipazione-Trasparenza-Meritocrazia

Finalmente sta per entrare in vigore il nuovo regolamento attuativo delle riforma dei servizi pubblici locali, purtroppo non retroattivo, che, insieme ai tagli previsti dalla legge finanziaria, dovrà rendere più responsabili e trasparenti le amministrazioni locali. Si tratta di una serie di provvedimenti, fortemente voluti dal Governo Berlusconi, in particolare dai Ministri Brunetta e Tremonti ma anche da alcuni autorevoli deputati del PDL come Massimo Corsaro, per risparmiare soldi, tagliare sprechi e porre un freno alla sistematica lottizzazione partitocratica delle società pubbliche e partecipate. Sostanzialmente viene codificata l’incompatibilità fra ruolo politico nelle istituzioni e ruolo gestionale ed economico negli enti e nei consigli di amministrazione. E’ un primo passo molto importante, oltre a quello del taglio proporzionale del numero degli eletti e dei loro stipendi, verso il rinnovamento della politica ma, da solo, non basta. Sono i partiti (tutti, nessuno escluso) che devono riformarsi secondo principi di partecipazione, trasparenza e meritocrazia.

Condivido quindi l’appello del Presidente Berlusconi a migliorare il mio-nostro partito, il Popolo della Libertà. Finita la lunga fase iniziale e transitoria, chiuso il doloroso quanto necessario capitolo della scissione finiana, il PDL deve organizzarsi bene, aprirsi a tutti gli Italiani di buona volontà, radicarsi sul territorio e nella società, riprendere cioè il progetto iniziale di un grande partito popolare di centro-destra a vocazione maggioritaria. Un partito "conservatore" nella sostanza (i valori della nostra tradizione e civiltà europea e cristiana) e "riformista" nella forma (presidenzialismo, federalismo, giustizia giusta, fisco equo, incentivi a famiglie ed imprese, grandi opere ed infrastrutture) che possa ambire veramente al consenso della maggioranza del nostro popolo.

Ma se il PDL vuole veramente ottenere questa “rivoluzione conservatrice”, deve incominciare subito a ripensare e riorganizzare se stesso ed a darsi un vero e proprio codice etico. La prima cosa necessaria è eliminare le incrostazioni di potere, il vergognoso cumulo di cariche e di mandati dei mestieranti della vecchia partitocrazia, creare partecipazione e ricambio generazionale, allargare la base del consenso, imporre un ricambio degli eletti, selezionare una nuova classe dirigente, veramente degna, capace e meritevole. Come ha detto giustamente Berlusconi, ripreso anche da Corsaro, dobbiamo mandare a casa i “fanniguttun” , i parassiti che vivono di politica e non per la Politica, coloro che non hanno mai lavorato seriamente in vita loro, che non conoscono i reali problemi delle famiglie e delle imprese italiane. Serve, quindi maggiore mobilità della classe dirigente, la Politica come servizio alle propria comunità, lasciando spazio a tutti, ognuno al suo posto ed ognuno al suo turno.

Per questo faccio subito alcune proposte concrete che saranno presto tema di discussione, dibattito, approfondimento, confronto, analisi, elaborazione e sintesi politica con gli amici di Destra per Milano, Destrafuturo, Patria e Libertà, Circoli del Buon Governo ed Associazione Archè, con Marco Clemente, Stefano Di Martino (in alto, nella foto, con Berlusconi), Fabrizio Hennig ed Emanuele Villantieri.

1) No al cumulo delle cariche e dei mandati. Un rappresentante del PDL dovrebbe ricoprire e svolgere bene un solo ruolo alla volta e solo per due mandati. Questo dovrebbe valere per tutte le cariche elettive ed istituzionali (parlamentari e consiglieri), per tutti gli incarichi fiduciari e di governo (ministri, sottosegretari ed assessori) ed anche per le nomine di partito (coordinatori regionali, provinciali e comunali). Chi riceve nuovo incarico-promozione, dovrebbe dimettersi dal precedente e lasciare spazio al primo dei non eletti. I rappresentanti del PDL che percepiscono, ad ogni livello, stipendi e gettoni di presenza, dovrebbero avere l’obbligo di versarne il 25% al partito ed un altro 25% in beneficienza. Servono anche degli elenchi pubblici (disponibile e consultabile da tutti i cittadini anche online) degli eletti del PDL ma anche dei nominati negli enti e dei consulenti di ministeri ed assessorati (con loro titoli, dati anagrafici, emolumenti, presenze e riferimenti telefonici ed email) poter valutare i loro curricula ed il loro operato in nome e per conto del Popolo della Libertà.

2) Rinnovamento, nominale e generazionale, della classe dirigente italiana (la più vecchia d’Europa) imposto con dei precisi limiti anagrafici alle candidature per i rappresentanti del PDL: massimo 40 anni (per consiglieri di zona, comunali e provinciali), 50 anni (per presidenti di zona, assessori comunali e provinciali e consiglieri regionali), 60 anni (per sindaci, presidenti di provincia, assessori e presidenti regionali, deputati nazionali ed europei) e 70 anni (per senatori, sottosegretari e ministri). Selezione di candidati, nominati e dirigenti di partito, anche in base ad una attenta analisi dei loro reali curricula (di studio e professionali), alle loro dichiarazioni dei redditi ed ai loro certificati penali (chi è stato condannato, con sentenza definitiva in terzo ed ultimo grado di giudizio, per reati gravi e-o infamanti non può essere ricandidato e-o nominato in qualche ente o ruolo di partito). I Candidati Sindaci ed il 50% dei candidati del PDL (alla carica di consigliere e deputato) deve essere scelto attraverso lo strumento delle elezioni primarie (coinvolgendo non solo gli iscritti ma tutti i simpatizzanti).

Roberto Jonghi Lavarini
Milano, 11 ottobre 2010

Lunedì, 4 Ottobre, 2010 - 08:54

Successo di DESTRAFUTURO alla Festa Nazionale del PDL di Milano

Forte presenza del movimento DESTRAFUTURO alla Festa Nazionale del Popolo della Libertà che si è tenuta al Castello Sforzesco di Milano. I Militanti del movimento hanno distribuito migliaia di volantini e di adesivi. Il coordinatore Ing. Michele Puccinelli ed il comandante Antonio De Simone, hanno consegnato ufficialmente il nuovo documento politico di DESTRAFUTURO al Ministro Ignazio La Russa ed al Capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri. Esponenti di DESTRAFUTURO hanno incontrato anche gli altri due coordinatori nazionali del PDL, Fabrizio Cicchitto e Denis Verdini, il Presidente della Regione Calabria, Beppe Scopelliti ed il coordinatore della Regione Campania, Nicola Cosentino. Roberto Jonghi Lavarini, intervistato da alcuni giornalisti, fra i quali quelli del TG5, ha confermato l'attiva presenza, politica e culturale, della destra nel PDL ed il diritto-dovere del Governo Berlusconi di attuare il programma di riforme, votato dalla maggioranza degli Italiani. DESTRAFUTURO ha nell'On. Massimo Corsaro (deputato e vice coordinatore del PDL in Lombardia), nel Sen. Alfredo Mantica (Sottosegretario agli Esteri) ed in Stefano Di Martino (vice Presidente del Consiglio Comunale di Milano) i propri sicuri riferimenti politici ma Roberto Jonghi Lavarini, incontrandosi con Marco Clemente (dell'Associazione Archè di Angelo Gianmario, Consigliere Regionale della Lombardia con Delega a Milano Città Metropolitana), Fulvio Moneta Caglio (Presidente del Circolo Carlo Magno, aristocratico esponente della destra cattolica) ed Emanuele Villantieri (Portavoce dei Circoli del Buon Governo del Sen. Marcello Dell'Utri) ha confermato un'azione poltica trasversale per organizzare, rinnovare, rafforzare e radicare il PDL, sul terriotrio e nella società, secondo i fondamentali criteri di partecipazione, trasparenza e meritocrazia.

Giovedì, 30 Settembre, 2010 - 11:52

XXVIII OTTOBRE 2010

XXVIII OTTOBRE 2010
Anniversario della Marcia su Roma

 
 025. Marcia su Roma
Giovedì 28 ottobre – ore 20.30
Tradizionale cena dei Camerati milanesi
Saluto degli ex Combattenti della
Repubblica Sociale Italiana
Canti, brindisi, lotteria tematica
(quota di partecipazione 35,00 €)
Prenotazione obbligatoria!
http://digilander.libero.it/essequamvideri/graficarticoli/fasci.jpg

Domenica  31 ottobre – in giornata
Pellegrinaggio, in pullman, a Predappio
Visita alla casa ed alla tomba di Benito Mussolini
S.Messa per i Martiri della Rivoluzione Fascista
Pranzo in tipica osteria romagnola
(quota di partecipazione 70,00 €)

Prenotazione obbligatoria e pagamento anticipato.
Associazione Nazionale Arditi d’Italia (ANAI)
333.9754231 – arditi.anai@libero.it

 

Lunedì, 27 Settembre, 2010 - 09:22

"Destra per Milano" sulla violenza rossa al Liceo Manzoni

Milano, 27 settembre 2010
Esprimiamo la nostra piena solidarietà ai giovani militanti della Lega Nord e di Forza Nuova, vigliaccamente aggrediti da facinorosi della estrema sinistra comunista, in due distinte occasioni, nei pressi del Liceo Manzoni di Milano. E’ evidente che i compagni, dato il loro totale fallimento politico ed esistenziale, non abbiano più nulla da fare e da dire, e quindi usino sistematicamente la menzogna e la violenza per impedire agli altri di esprimere, liberamente e pacificamente, le proprie idee.
E’ noto a tutti come la fucina di tanto odio e tensione sociale siano le tante (troppe) case abusivamente occupate da gruppuscoli della estrema sinistra, come ad esempio, il Cantiere ed il Torchiera, ed i loro siti e blog di riferimento. Noi non chiediamo chissà quali provvedimenti speciali ma, molto più semplicemente, pretendiamo, da italiani e da milanesi, che la legge sia uguale per tutti e che da tutti venga ugualmente rispettata, senza che in città ci siano pericolose “zone franche” come i “campi nomadi” ed i cosiddetti “centri sociali”, dove girano impunemente droga ed armi e dove, come già dimostrato dalla magistratura, vengono allevati nuovi terroristi, anarchici insurrezionalisti e brigatisti rossi.
Questo faremo presente, domani, martedì sera, direttamente al Ministro degli Interni, On. Roberto Maroni, che interverrà alla Festa Nazionale del Popolo della Libertà che si sta tenendo al Castello Sforzesco di Milano. Di più, associandoci alla richiesta dell’On. Mario Borghezio, chiederemo personalmente al Signor Ministro di verificare attentamente l’operato del Questore di Milano, Vincenzo Indolfi, che, in più occasioni, non si è dimostrato all’altezza della situazione, permettendo, di fatto, soprusi e violenze.
Siamo stanchi di subire “ingiustizie ed aggressioni” e, in questo senso, riteniamo veramente avvilente che il centro-destra (PDL-LEGA) al governo (di nazione, regione, provincia e comune), non abbia ancora dato quel chiaro e forte segnale di discontinuità, cambiamento e legalità che tutti i suoi elettori si aspettano.
Comitato Destra per Milano
LiberaMente nel Popolo della Libertà

Mercoledì, 22 Settembre, 2010 - 08:23

Festa Nazionale del PDL a Milano

Programma ufficiale della Festa Nazionale del Popolo della Libertà che si terrà al Castello Sforzesco di Milano:

http://destrapermilano.blogspot.com/2010/09/programma-festa-naz-pdl-milano.html

Martedì, 14 Settembre, 2010 - 09:41

Grande successo politico di Destrafuturo a Milano

Grande successo del movimento Destrafuturo per la riuscita riunione politica organizzata, ieri sera a Milano, alla quale hanno partecipato un centinaio fra dirigenti, amministratori locali e storici militanti della destra italiana (MSI ed AN) che ora si riconoscono nel Popolo della Libertà.
L’On. Massimo Corsaro, deputato e vice coordinatore regionale del PDL in Lombardia, ha fatto il punto sulla complessa situazione politica nazionale, confermando la ferma volontà del Governo Berlusconi di andare avanti fino a fine legislatura, realizzando il programma di riforme e tutti gli impegni presi con gli elettori in materia di federalismo fiscale e decentramento amministrativo, riforma del fisco e della giustizia, sostegno alle famiglie ed alle imprese, sicurezza dei cittadini e blocco della immigrazione clandestina. Corsaro ha anche aggiunto di non temere e di tenersi comunque pronti ad elezioni politiche anticipate, in caso di ulteriori trabocchetti degli scissionisti finiani. Infine l’autorevole rappresentante lombardo del PDL ha dichiarato che oggi la destra italiana (senza Fini) può finalmente ritornare a parlare chiaro ai propri elettori di valori, coerenza e tradizione.
Stefano Di Martino, vice Presidente del Consiglio Comunale di Milano e rappresentante della destra a Palazzo Marino da tre legislature, ricordando i numerosi risultati positivi ottenuti dalla amministrazione di centro-destra, ha anticipato ed assicurato che Letizia Moratti sarà ufficialmente confermata candidato Sindaco, domenica 3 ottobre, in Piazza Duomo, da Silvio Berlusconi. Di Martino ha invitato la destra del PDL ad incidere maggiormente sul programma di governo della città metropolitana ma anche sulla selezione della classe dirigente (candidati, nomine e consulenze) con proposte precise e concrete.
Altro graditissimo ospite della serata ed unico esponente del PDL non proveniente da AN, è stato Emanuele Villantieri, portavoce milanese dei Circoli del Buon Governo che, dopo aver portato il saluto del Senatore Marcello Dell’Utri, ha confermato la piena disponbilità dei circoli di Via Marina (Via Senato a Milano) a collaborare su iniziative politiche, culturali e formative atte a rafforzare ed a radicare il PDL nella società e sul territorio.
L’Ing. Michele Puccinelli, padrone di casa e coordinatore della serata, ha ricordato la coerente storia politica di Destrafuturo e le numerose iniziative a tutela dello storico patrimonio valoriale, culturale, politico ed anche economico ed immobiliare della destra italiana. A questo proposito Puccinelli senior ha confermato l’azione legale collettiva (class action) nei confronti della Fondazione AN e la stesura di un nuovo documento politico da distribuire, in forma di volantino, alla imminente Festa Nazionale del PDL che si terrà al Castello Sforzesco di Milano dal 23 settembre al 3 ottobre.
Tutti i presenti hanno ribadito la propria fedeltà ai valori fondanti ed al programma del PDL chiedendo che il partito si organizzi sul territorio in base a tre semplici e chiari principi: partecipazione, trasparenza e meritocrazia.

Alla serata erano presenti: Carlo Brignolo Gorla (portavoce di Destrafuturo), Giovanni Grigillo (già consigliere comunale), Roberto Jonghi Lavarini (già presidente di circoscrizione), Dario Macchi (giornalista e presidente della gloriosa Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia di Milano), il Prof. Giuseppe Manzoni di Chiosca, la Contessa Elena Manzoni di Chiosca (mamma di Pippa Bacca), Francesco Marotta e Mario Mazzocchi (di Destra per Milano), Fulvio Moneta Caglio (presidente del Circolo Carlo Magno), Francesco Sciscio, Massimiliano Prati , Guido Puccinelli (venuto appositamente da Londra per partecipare alla riunione) ed Enrico Verga (di Como).
Impossibilitati ad intervenire, hanno mandato il proprio saluto: il Ministro della Difesa, Onorevole Ignazio La Russa; il Sottosegretario agli Esteri, Senatore Alfredo Mantica; il Comandante Antonio De Simone (presidente del Circolo Gabriele D’Annunzio) ed il Conte Fernando Crociani Baglioni (presidente del Centro Studi Patria e Libertà di Roma) acclamato rappresentante di Destrafuturo per il centro Italia.

Giovedì, 9 Settembre, 2010 - 09:37

"La nostra Destra nel Popolo della Libertà"

DESTRAFUTURO: “La nostra Destra nel Popolo della Libertà”
 
 
 LUNEDI 13 SETTEMBRE – ORE 21.00
Presso la sede del Circolo Arti e Mestieri
VIA STRAMBIO 9 a MILANO
(Zona Città Studi – Citofono SICIEMME)
Facciamo Politica: incontro-dibattito
aperto ad iscritti e simpatizzanti del PDL
 
 
1)    Analisi  della situazione nazionale (Governo, PDL e coalizione), dopo la “scissione finiana” e la prospettiva di elezioni politiche anticipate. Nostro sostegno alla petizione popolare, promossa da Libero Quotidiano e da Il Giornale, per chiedere le dimissioni di Fini dalla Presidenza della Camera dei Deputati.
 
2)    Analisi della situazione politica locale, in vista delle elezioni 2011 per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio Comunale di Milano. Nostre proposte sul programma di governo della città metropolitana e sostegno-proposta di nostri candidati in comune e nei nove consigli circoscrizionali di Milano.
 
3)    Nostra presenza organizzata (con redazione e distribuzione di un nuovo documento politico aggiornato, interventi di nostri rappresentanti nei dibattiti e banchetto-stand culturale e librario) alla Festa Nazionale del Popolo della Libertà al Castello Sforzesco di Milano (dal 23 settembre al 3 ottobre 2010).
 
4)    Riorganizzazione di DESTRAFUTURO e rilancio della presenza culturale e politica nel PDL, anche in collaborazione con altri gruppi (Circolo Gabriele D'Annunzio, Comitato Destra per Milano, Centro Studi Patria e Libertà, Circolo Carlo Magno e Circoli del Buon Governo del Sen. Marcello Dell'Utri).
 
5)    Iniziative e "class action" (azioni legali collettive) in difesa del patrimonio ideale, culturale, economico ed immobiliare del MSI, ora gestito dalla Fondazione AN. Riacquisto della casa della Contessa Anna Maria Colleoni a Montecarlo. Nuovo utilizzo della storica sede missina di Via Mancini a Milano.
 

 Interverranno:

 
On. Massimo Corsaro
(Deputato e vice Coordinatore del PDL in Lombardia)
 
I promotori di Destrafuturo (Antonio De Simone, il portavoce Carlo Brignolo Gorla, Roberto Jonghi Lavarini, Francesco Filippo Marotta, Flavio Nucci, il coordinatore Michele Puccinelli e Dario Vermi), Fernando Crociani Baglioni (Presidente del Centro Studi Patria e Libertà), Stefano Di Martino (vice-Presidente del Consiglio Comunale di Milano) e Fulvio Moneta Caglio (Presidente del Circolo Carlo Magno).

Martedì, 10 Agosto, 2010 - 09:36

Via Fini: elezioni subito!

La vera destra con Silvio Berlusconi, il Popolo della Libertà e la Lega Nord contro i giochi di palazzo della vecchia partitocrazia e dei poteri forti.

Sosteniamo l'iniziativa del quotidiano IL GIORNALE, cacciamo l'infame traditore Fini dalla Presidenza della Camera, elezioni politiche anticipate a novembre:

viafini@ilgionale.it - sms (3351865721) - fax (0285427427)

2 3 4 5 6 7
RSS feed