.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 44 ospiti collegati

.: Eventi

« Novembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Miano
Sabato, 2 Gennaio, 2010 - 13:54

ECOPASS (ecotass ) ILLEGITTIMO !

IL SINDACO MORATTI E LA SUA GIUNTA, N O N POSSONO, IPSO IURE, DELIBERARE PROVVEDIMENTI SULL' ECOPASS.
SANDO MIANO
PRESIDENTE
AssoConsumatoriMilano
AssoConsumatorItalia                                                          "Se c'e' qualche giornalista in ascolto mi contatti allo 3487806248"
Sede di Milano

Giovedì, 4 Settembre, 2008 - 10:08

VACANZE ROVINATE ? VI ASSISTE ASSOCONSUMATORIMILANO

Associazione Consumatori Milano assiste tutte le persone che hanno avuto disguidi, fregature, disagi e danni durante le vacanze
Basta telefonare allo 02.3658.4444 o scrivere a info@assoconsumatorimilano.it

Milano, 4 settembre 2008                                                                      AssoConsumatoriMilano

Allegato Descrizione
vacanze jpg.jpg
138.74 KB
Articolo apparso su Cronaca Qui
CRONACA QUI\' - VACANZE ROVINATE.pdf
60.29 KB
notizia stampa
Martedì, 2 Settembre, 2008 - 15:48

PERCHE' LE SCUOLE MATERNE APRONO L' 8 SETTEMBRE

Associazione federata in
ASSOCIAZIONE CONSUMATORI ITALIA

COMUNICATO STAMPA

AssoconsumatoriMilano:
Ecco perché a Milano le Scuole Materne aprono in ritardo

3mila insegnanti, 21mila bambini. 21mila, esattamente 7 volte di più. Eppure l'Assessore Moioli sostiene che non le sembra corretto fare un torto simile agli educatori. Quale torto?

Molto semplice. Le maestre sono già presenti nelle scuole materne da lunedì 1° settembre per occuparsi della programmazione. Data l' emergenza, perchè non accogliere i bambini 3 ore giovedì e 3 venerdì, dalle 9 alle 12 ?

Un modo per andare incontro ai genitori che, da un momento all'altro, sono stati avvisati che le scuole materne avrebbero aperto i battenti l'8 settembre e non il 2 come era stato comunicato dal Comune nel mese di luglio. Un modo per chiedere scusa e dimostrare che si sta facendo il possibile.

Non si sta facendo il possibile. Arte del rimando in perfetto stile. Tanto lunedì tutto ricomincerà e i milanesi si dimenticheranno presto dell' accaduto,  degli errori, dei disagi.

Gli insegnanti sono ognuno al proprio posto, operativi. La CGIL è d'accordo con la nostra proposta. Scuole materne aperte giovedì e venerdì mattina dalle 9 alle 12.

Se solo fosse d'accordo la Moioli...                                                                                                               

AssoconsumatoriMilano 
Milano, 2 settembre 2008
 
Viale Ranzoni, 21  –  20149 Milano —  tel: 02 365 999 99 — 02 365 84 444 — CF/P. Iva 05145000963 — info@assoconsumatorimilano.it – Stampa 3487806248

Martedì, 26 Agosto, 2008 - 19:57

FILIERA AGROALIMENTARE LUNGA AUMENTA I PREZZI ? TAGLIAMOLA !

   
    Associazione federata in
ASSOCIAZIONE CONSUMATORI ITALIA
 
COMUNICATO STAMPA
 
AssoconsumatorItalia:
Il Governo autorizzi i grossisti alla vendita al dettaglio dei prodotti della spesa e riduca l’ Iva ai commercianti virtuosi.
 
La irricevibile e spudorata proposta del Codacons che tende alla diminuzione forzata dei prezzi e contemporaneamente allo sciopero della spesa fin’ ora, ovviamente, dimostratosi fallimentare, ci induce a lanciare, abbandonando il pudore, anche la nostra proposta.
 
AssoConsumatorItalia chiede al Governo di concedere ai grossisti di beni di prima necessità di vendere tali beni anche al dettaglio, vale a dire ai singoli cittadini.
 
AssoConsumatorItalia chiede inoltre al Governo la riduzione dell’ Iva fra il 2% ed il 5% a quei commercianti virtuosi che, informatane l’ l’ Amministrazione del proprio Comune, riducano sino al 10% i prezzi di vendita dei propri prodotti a qualsiasi categoria appartengano.
 
I controlli del caso verranno affidati alla Polizia Annonaria di ciascun Comune.
 
Mister Prezzi e le Organizzazioni dei Consumatori avranno possibilità di interventi mirati (il primo) e di opportune segnalazioni (le seconde).
 
AssoConsumatorItalia                                                                                                  26 agosto 2008
Viale Ranzoni, 21  –  20149 Milano —  tel: 02 365 999 99 — 02 365 84 444 — CF/P. Iva 05145000963 — info@assoconsumatorimilano.it – Stampa 3487806248
                   
 

Martedì, 26 Agosto, 2008 - 19:00

ASSOCONSUMATORIMILANO DIFENDE I TURISTI FREGATI


Allegato Descrizione
C.S. ASSOCONSUMATORITALIA - DIFENDIAMO CHI HA AVUTO FREGATURE IN VACANZA.doc
29 KB
DIFENDIAMO I VACANZIERI FREGATI
Giovedì, 3 Luglio, 2008 - 12:37

MILANO, INFANZIA ABBANDONATA ? ASSOCONSUMATORIMILANO VI ASSISTE


COMUNICATO STAMPA

AssoconsumatoriMilano:
MILANO, INFANZIA ABBANDONATA ?
IL BAMBINO POVERETTO, DOVE LO METTO DOVE LO METTO ?
ASSOCONSUMATORIMILANO ASSISTE LE FAMIGLIE

Pensiamo ad una mamma infermiera e ad un papà guidatore di autobus. Oppure a due coniugi impiegati che non hanno diritto all’ingresso “flessibile” nei rispettivi uffici. O ancora a tutti quei lavoratori e lavoratrici milanesi con figli che, per ovvie ragioni, hanno l’esigenza di usufruire degli asili nido e delle scuole materne anche nei mesi estivi. Non tutti hanno nonni disponibili o baby sitter da dover retribuire.

Il servizio pubblico è stato garantito senza particolari problematiche fino all’anno scorso. Infatti, il Comune di Milano si è accordato per tempo con i sindacati ottenendo la collaborazione di insegnanti seppur precari o di cooperative di maestre regolarmente retribuiti. Ora il Comune sostiene di voler incentivare le insegnanti con un premio di € 1.100,00 per l’operatività nel mese di luglio; peccato che per far questo il Comune intende accedere al fondo di sostegno per i lavoratori e destinare la suddetta cifra “premio” o “incentivo” a quegli educatori o educatrici interessati a restare in servizio anche nei mesi che, per contratto, dovrebbero essere di ferie. Il Comune di Milano sta trattando coi sindacati solamente in questi giorni, ma ormai è tardi. È il caos.
Perché le porte degli asili o dei centri estivi spesso sono chiuse. Perché molti genitori hanno già pagato la retta necessaria per ottenere un servizio che in realtà non esiste. Perchè laddove il servizio sia garantito, una maestra si trova a dover gestire 30-40 alunni. Perché questo è, appunto, un servizio e, in quanto tale, dovrebbe essere un diritto.
Considerati gli enormi disagi, vogliamo assistere le famiglie che hanno subito danni economici e psicologici dall’irregolare funzionamento dei nidi comunali e delle scuole materne.
È possibile, gratuitamente, rivolgersi al Servizio Legale dell’Associazione chiamando i numeri 02.365.99.999 – 02.365.4444 o scrivendo a info@assoconsumatorimilano.it 
3 LUGLIO  2008                                                                                                                                                                                  AssoconsumatoriMilano
RSS feed